Benvenuto su Inforge
Rimuovi la pubblicità e partecipa alla più grande comunità italiana sul mondo digitale presente sul web sin dal 2007.
Iscriviti
Icona release

SEO Affiliate Marketing - Come analizzare la concorrenza con strumenti a pagamento

In questo capitolo vedremo come analizzare la competizione con strumenti a pagamento, in particolare utilizzeremo Ahrefs, Moz e SEMRush.




Capitolo 3.2​


Come analizzare la concorrenza con strumenti a pagamento​




Indice della raccolta

1. L'Affiliate Marketing: Che cos'è? (Guide al Guadagno)
2. La Nicchia: Come scegliere la Nicchia giusta (Seo e Marketing Online)
3. Keyword Research e la Concorrenza: Guida Introduttiva (Seo e Marketing Online)
3.1 Come Analizzare la Concorrenza Gratis (Seo e Marketing Online)​
3.2 Come Analizzare la Competizione con Strumenti a Pagamento (Seo e Marketing Online) <-- Ti trovi su questa discussione
4. Dominio: Come scegliere il Nome giusto per il tuo sito
5. Hosting: Quali sono gli Hosting migliori
6. Logo: Crea il Logo perfetto! - Metodo Gratis e Metodo a Pagamento
7. SEO SILO: Come strutturare il tuo sito e ANNIENTARE la competizione
8. Sito: Come impostare e creare il tuo Sito
9. Contenuti: Come creare contenuti nel modo giusto - Metodo "Pigro" e Metodo "Impegnativo"
10. Programma di Affiliazione: Quali sono i Migliori?
11. SEO: SEO Tecnico - SEO On-Page - SEO Off-Page
12. LA SFIDA



Ciao! Premetto col dirti che non dovresti prendere questo capitolo come un contenuto a se stante, perchè l'effettivo processo della ricerca delle parole chiave comprende sia il capitolo 2, il capitolo 3 (insieme ai "sottocapitoli") e poi anche il capitolo 9.


Prima di leggere questo capitolo
dovresti aver già scelto la tua nicchia (Capitolo 2) e aver letto il
capitolo 3, visto che in quest'ultimo ti parlo in linea generale di che cosa sono le famose "Keywords" o "Parole Chiave", del metodo che uso per la valutare la difficoltà della competizione e dei parametri dei vari strumenti che ti aiuteranno ad avere un grado di indicazione di quest'ultima.


Ti consiglio di tenere il Capitolo 3 sempre aperto in un'altra tabella mentre leggi questa.


Tornando al capitolo, anche questo sarà molto pratico ma, a differenza del capitolo 3.1 utilizzeremo solo strumenti a pagamento. Anche se in realtà l'unico che dovrai pagare davvero è Ahrefs. In pratica useremo 3 strumenti premium.


Ahrefs, MozPro e SEMRush.


I primi 3 offrono delle prove per testare tutte o quasi le funzionalità dei loro piani premium. MozPro e SEMRush offrono prove gratis fino a 30 giorni, ti basta avere una carta e, 30 giorni bastano e avanzano. Ahrefs invece chiede 7$ per 1 settimana di prova, 1 settimana basta ma bisogna sfruttarla nel miglor modo possibile.


Oltre a questo, consiglio VIVAMENTE di effettuare l'analisi seguendo tutti e 2 i capitoli dedicati ovvero: fare l'analisi prima gratis e poi CONFERMARLA utilizzando gli strumenti a pagamento.


Oltre questo, ci tengo a dire che leggere questo capitolo NON è obbligatorio per raggiungere il nostro obiettivo, ma è ALTAMENTE CONSIGLIATO e dopo capirai perchè.


Ti mostrerò come utilizzare quest'ultimi nel miglior modo possibile e una volta che ci avrai preso la mano, potrai ripetere questi procedimenti per qualsiasi tipo di sito.


Riprendendo dal capitolo 3.1:


"Volendo usare una metafora, costruire un sito web è come costruire una casa: prima di costruirla analizzi la zona, il terreno, cominci a guardare dove costruire le fondamenta, poi disegni il progetto e solo dopo inizi a costruire".


Ricorda sempre che il nostro focus in questo momento è creare il tuo
sito di nicchia con cui potrai guadagnare grazie all'Affiliate Marketing.


Detto questo, direi che possiamo tranquillamente iniziare...


Ripeto, per rendere ancora più semplice questa guida, ho deciso di fare una ricerca delle parole chiave (quindi anche della concorrenza), scegliendo una nicchia e sviluppando mano mano con te il sito, la nicchia è:



Il Golf





A livello di competizione, per ora, si è rivelato molto fattibile, ma non sappiamo ancora se sarà profittevole.


Detto questo possiamo iniziare.


Indice della Guida




1    Come analizzare la competizione usando Ahrefs



Fare queste ricerche, usando strumenti gratis, è efficace ma devi affidarti leggermente di più al tuo intuito, in quanto, i dati a tua disposizione spesso sono limitati, non dico che non bastano, dico solo che con un tool come Ahrefs i dati che hai fra le mani sono potenzialmente molti di più.


Più dati, significa anche, più informazioni e più informazioni significa fare ricerche di "mercato" più accurate.


Anche se, come ti ho detto nei precedenti capitoli, non ti devi
mai affidare cecamente a questi tools. Ma usarli solo come punto di riferimento.


Ahrefs è fra i migliori, se non il migliore, tools per i SEO del pianeta e infatti è l'unico la cui prova deve essere pagata.


Ti basta andare su
ahrefs.com, cliccare il mega-button arancione "Start a 7-day trial 7$" o il bottone in alto a destra "Start Trial", pagare circa 7 euro e basta.


(Ti consiglio di prendere la prova quando sarai sicuro di poterla usare entro i 7 giorni, perchè questa non sarà l'unica volta che useremo Ahrefs e senza che spendi 14$, cerca solo di organizzarti meglio)


Scegli il piano "Standard", fatto questo quando sarai nella Dashboard ti consiglio
VIVAMENTE di cliccare il tuo nome in alto a destra, cliccare "Settings" o "Impostazioni", cliccare "Billing" sulla parte sinistra dello schermo e poi disattivare l'iscrizione.






Rimarrà attivo per i restanti 7 giorni. Non penso che tu fra 1 settimana abbia in piano, un addebito di 150 euro ( a meno che non decidi di iniziare ad usarlo).


1.1    Ricontrolliamo i volumi di ricerca mensili



Allora, ti avevo detto nel capitolo 3 che i dati sui volumi di ricerca presi da Adwords non erano del tutto accurati.


Ora che abbiamo Ahrefs, rifaremo la stessa ricerca, così da
confermare quello che già abbiamo visto.


Clicca "Keyword Explorer" in alto a sinistra e incolliamo tutte le parole chiavi che avevamo scelto nel capitolo 3.1, separate da una virgola e uno spazio:






Mazze da Golf, Mazza da Golf, Ferri da Golf, Set Mazze da Golf, Set Ferri Golf, Migliori Mazze da Golf, Migliori set Mazze da Golf, Migliori ferri Golf, Mazze da Golf recensioni, Ferri Golf recensioni, Set Mazze da Golf recensioni





Vediamo i risultati


(Ho superato il limite delle 30 immagini, quindi dovrai cliccare il link se non hai chiaro le istruzioni sopra)


Allora, per le parole chiave generali Adwords ha decisamente dei numeri più alti, chi dei 2 ha ragione? Ahrefs o Adwords? Tutti e due, perchè entrambi hanno i loro modi per stabilire questi numeri.


Però, c'è da dire che i volumi di ricerca totali di Ahrefs sono decisamente TROPPO bassi.


Ti spiego. Se le parole chiavi transazionali quindi "Migliori Mazze da Golf" etc. hanno poco volume, non ci deve importare così tanto visto che i prodotti costano parecchio, però è un'altro discorso se anche le parole chiavi generali hanno poco volume.


Perchè è da quelle che puoi capire meglio quante persone sono effettivamente interessate, come minimo (comunque elastico e non fisso) 5.000 in totale dovrebbe essere un buon volume, ma per Ahrefs il totale arriva a malapena a 2.000.


Ora bisogna fare una decisione.


Visti i dati che ho da Adwords e da Ahrefs, vale la pena investire il mio tempo e, probabilmente, anche i miei soldi, per costruire un sito di nicchia nelle mazze da golf? Personalmente no, perchè io reputo più affidabile Ahrefs rispetto ad Adwords e da questi dati non penso più che il gioco valga la candela.


Anche se i prodotti arrivano a costare fino a 1300 euro, i numeri sono troppo bassi. Facciamo un'esempio concreto:


Il volume di ricerca per "Mazze da Golf" (parola chiave generale, quindi non è nemmeno transazionale) ha 700 ricerche mensili stimate.


Mettiamo che il 50% se lo prende il primo risultato quindi 350.


Se di queste 350 il 10% clicca i tuoi link di affiliazione di Amazon abbiamo 35 persone e, mettiamo che di queste 35 persone che vanno su Amazon diciamo che il 50% acquista un prodotto relativo al golf (il tasso di conversione non è esagerato per questo colosso), quindi 17,5.


Se i prodotti in media costano 150 euro e la nostra commissione è del 6% (diventa di 7 se hai generato in articoli venduti più di 15.000 euro) allora, sappiamo che la media dei nostri guadagni per vendita è di 9 euro.


Quanto potenzialmente potrei guadagnare se ranko in prima posizione per la parola chiave "Mazze da Golf"?


Basta fare: 9 (guadagno medio) x 17,5 (numero di persone che acquistano in media dai nostri link) = 157.5 euro al mese.


Questo numero è esagerato, perchè non essendo una parola chiave transazionale, la percentuale "realistica" di persone che cliccherebbero i link di affiliazione sarebbe dall'1% al 5%. Se la mettiamo bene, basta dividere 157.5 per 2, ovvero, 78.75 euro al mese, mettendola male, ovvero calcolando con l'1%, sarebbero circa 16 euro al mese.


Ma, se ti ricordi, ho anche scelto delle parole chiave transazionali, prendiamo "Migliori Mazze da Golf" come esempio.


Questa parola chiave sia su Adwords che su Ahrefs ha circa 20 di volume mensile. Ti avevo detto che potremmo rankare anche per centinaia di variazioni, ma queste variazioni diminuiscono esponenzialmente se le parole chiave generali non hanno il volume che credevamo.


Quindi, invece di 100 variazioni possibili, potremmo averne solo 20 da 5 ricerche mensili l'una, ovvero 100 di volume in più da aggiungere ai 20 della parola chiave. In totale 120.


Su questo numero possiamo fare il calcolo usando il 10% come tasso di conversione per le persone che cliccano i nostri affiliate link.


Ma tanto già sappiamo dal calcolo precedente che sarebbe comunque meno di 50 euro al mese.


Questo è il motivo per cui, secondo me, non ne vale più la pena di seguire questa nicchia.


Sarebbe stato diverso, se i volumi di ricerca mensili di Ahrefs e Adwords fossero stati simili. Perchè in quel caso considerando tutte le variazioni potenziali delle parole chiave "Migliori Mazze da Golf" e "Migliori Ferri Golf" (che su Ahrefs è da 0-10 ma facciamo 10 mensile) saremmo potuti arrivare anche a 1000 in totale.


E la avremmo potuto guadagnare circa 225 euro al mese. Considerando che per i backlinks (da quello che abbiamo visto finora) non sarebbe servito spendere molto, sarebbe stato un progetto più che profittevole.


Dopo 1 anno di guadagni costanti avrei potuto vendere il sito anche per il x25 del suo guadagno mensile, ovvero 5.625 euro, potenzialmente, che se sommati ai guadagni mensili costanti di 225 euro al mese per 1 anno, avremmo guadagnato in totale 2700 (225 x 12) + 5625 = 8325 euro.


Non sarebbe stato affatto male per un sito creato con il minimo investimento possibile, anche perchè poi sarebbe diventato quasi del tutto passivo.


Il discorso ovviamente, sarebbe stato TOTALMENTE diverso se avremmo scelto la nicchia delle piscine fuori terra, perchè li già abbiamo circa 1000 di volume mensile per solo 4 variazioni della parola chiave "Migliori Piscine Fuori Terra".


In soldi? Fai un prezzo medio di 350 euro (volando bassi eh che ne ho appena vista una da 2.000 euro con 32 recensioni su Amazon) e hai potenzialmente circa 612.5 euro SENZA considerare tutte le altre variazioni possibili.


1000 euro al mese, quasi del tutto in modo passivo, sarebbero più che fattibili in questa nicchia.


Però non è quella che ho scelto, perchè so già che ci sarà parecchia gente li.


1.2    Ahrefs: Analisi del competitor usando la prova da 1 settimana



Analizzerò solo il PRIMO risultato per la parola chiave generale: Mazze da Golf


Così che tu possa vedere quale sia l'approccio per analizzare il sito di un competitor, il procedimento poi è quasi del tutto identico anche per gli altri risultati. Basta solo applicarlo.


Ovviamente questo è il MIO approccio, all'inizio seguilo passo per passo, poi col passare del tempo, inizierai a sviluppare le tue analisi a modo tuo, perchè il SEO non è una scienza esatta e anche se ci sono dei paletti per tutti, pensare fuori dagli schemi è ciò che ti fa crescere.





OnlineGolf.it

Dalla Dashboard vai su "Site Explorer" e copia/incolla l'indirizzo del DOMINIO del competitor.






Per dominio intendo solo https://inforge.net, per URL intendo una cosa come https://inforge.net/money ovvero una PAGINA del sito.


Clicca search e nella nuova pagina, scrolla un po' più giu per guardare i grafici:


1) Referring Domains (Numero di Siti Unici che linkano al nostro target)
2) Referring Pages (Numero di Pagine Uniche che linkano al nostro target)
3) Domain Rating (DR)






Da questi grafici già possiamo prendere molte informazioni utili. In pratica mostrano nel corso del tempo l'andamento generale del profilo backlink di qualunque sito stiamo analizzando.


Dal grafico dei Referring Domains, possiamo vedere che c'è stato un incremento quasi costante con un picco alla Bitcoin verso fine 2020 e, fino a qua è tutto normale.


Ma è nel grafico dei Referring Pages che le cose iniziano a farsi interessanti, come puoi vedere c'è stato un Picco gigantesco nel 2016, probabile una campagna SEO fatta male, visto che le pagine uniche sono arrivate anche a 63.370 ma i Siti Unici erano solo 36, in pratica è come se 36 siti linkavano 1760 volte ognuno verso onlinegolf.it


Dopo quel picco poi vediamo un calo drastico, questo non è salutare per un sito.


Va bene che le pagine uniche siano di più dei siti unici, è normale, ma anche qui bisognerebbe sempre incrementare in modo graduale, perchè un picco del genere non è naturale agli occhi miei, immagina agli occhi di Google.


Infatti, nonostante l'incremento nei Referring Domains e la costanza che hanno avuto nei Referring Pages ultimamente, il DR (guardalo come se fosse il "grado di qualità" del sito"), è continuato a calare.


Per mettere in prospettiva, questi sono i grafici di thewirecutter.com (Un vero e proprio leader del settore), nei Referring Domains vediamo un bellissimo incremento graduale e costante, nei referring pages invece abbiamo un mega picco nel 2015, poi il crollo e un incremento graduale fino a qualche mese fa che è calato un po', ma più importante è il grafico del Domain Rating che è rimasto costante.






Questo significa che alla fine del 2015 thewirecutter.com ha cambiato approccio SEO (da quello che vedo, poi magari è successo qualcos'altro) e da li ha gradualmente e costantemente incrementato in modo SALUTARE e soprattutto, agli occhi di Goggle, in modo NATURALE, il suo profilo backlink.


Ora torna in cima alla pagina, per vedere gli altri dati importanti che bisogna controllare:


1) L'AR - Ahrefs Rank (in pratica è la classifica della forza del profilo backlink di tutti i siti nel database di Ahrefs, il miglior sito del mondo perciò avrebbe un AR di 1)
2) L'UR - URL Rating (un punteggio da 0-100 della forza del profilo backlink di quella determinata pagina, in questo caso dell'hompage)
3) Il DR - Domain Rating (come l'AR ma con un punteggio da 0-100, ti risparmio su come viene calcolato, ma è importante)
4) Backlinks (semplicemente quanti link esterni puntano a questo URL, in questo caso a questo dominio)
5) RD - Referring Domains (il numero di siti unici che linka a questo URL es. se Inforge.net linka al mio blog 2 volte e Google 1, il mio RD è 2)






Allora:


1) AR = 32.672.972
2) UR = 31
3) DR = 4.4 (nel capitolo precedente era 4.3 ma è normale che sia "aumentato")
4) Backlinks = 425
5) RD = 103


UR e DR sono piuttosto bassi, il numero di Backlinks e di Referring Domains invece è decente ma andiamo a vedere nel dettaglio.


1) Clicca "Referring Domains" nella parte sinistra dello schermo
2) Filtra i risultati, così da mostrare solo i Link Do-Follow, ovvero vedremo solo i backlink che portano effettivamente valore al sito
3) Poi clicca "DR", per ordinarli in modo ascendente, così vediamo subito la mer*a.






Già vediamo che la stragrande maggioranza di Siti che puntano a questo dominio lascia a desiderare (link spam da siti come blogspot.com - chiamati anche web 2.0) e, dei domini con DR più alti, solo 1 è effettivamente rilevante E di qualità:





Fatto questo clicchiamo "Backlinks" nella parte sinistra dello schermo, filtriamo i risultati cliccando "Content" così da vedere i backlink contestuali e poi clicca "DR" come hai fatto prima, fino a che l'ordine diventa ascendente:




Possiamo vedere subito che L'UNICO backlink contestuale decente e fatto bene è 1 solo ed è dallo stesso Dominio che abbiamo visto prima. Gli altri o sono di immagini, o sono irrelevanti o fanno schifo, ovvero i contenuti di quella pagina lasciano decisamente a desiderare:





Ma come faccio a capire queste cose? Ti basta vedere la colonna più a destra chiamata "Anchor and Backlink":


Questa colonna ti darà più informazioni riguardo al tipo di contenuto (e parte del testo se è contestuale) che sta linkando al nostro target (IMG, Content, UGC -post di un forum- etc. etc.)


Se poi vuoi proprio andare nel dettaglio (tu devi andare nel dettaglio), clicca quelli più interessanti (per farlo devi cliccare i link in verde nella prima colonna) e guarda com'è strutturata la pagina.


Per esempio? Questo è la page di uno dei backlink contestuali di merd*:





Ti sembra una pagina fatta come si deve? Il sito non ha nemmeno un SSL, tralasciando quello, il backlink è CONTESTUALE, ma se la qualità della pagina e/o del sito non è alta allora è fine a se stesso.


Questo invece è l'unico sito e l'unico backlink contestuale fatto come si deve:






Noti già la differenza no? Questo sito non ha nemmeno parametri niente male visto che ha un DR di 44.


Usando Ahrefs, potresti anche andare a guardare i backlink Do-Follow e analizzarli, ma secondo me per risparmiare tempo, ti basta vedere quanti e quali sono i backlink contestuali e i referring domains di qualità.


Perchè è la qualità è quella a cui dovresti puntare.


Che senso ha vedere quali sono i backlink scadenti se non è quello che stai cercando di ottenere? imho



VERDETTO FINALE:

In questo caso quindi, per superare la pagina di questo competitor dovremmo avere almeno 2 backlink contestuali di alta qualità e rilevanti, più qualche altro backlink "normale" ma di qualità e sempre rilevanti, fino ad ora non si è scostato molto dal verdetto finale fatto nel capitolo 3, usando solo tool gratis.


Se poi punti altrettanti backlink alla tua Homepage è molto probabile che lo supererai anche in molte altre ricerche.


Però ora abbiamo indubbiamente più dati, sia in termini di quantità che di chiarezza.




2    Come analizzare la competizione usando MoxPro


Ora passiamo a MozPro, che oltre all'estensione per Google Chrome (gratis) ha alle spalle un Colosso di tutto rispetto per l'analisi SEO.


Come prima cosa, se non l'avete già fatto installate l'estensione di Moz, non è proprio necessario ora ma quando andrai a fare le analisi anche per gli altri competitor potrebbe tornarti utile.


Fatto questo visita la
homepage di Moz Pro, clicca il grande bottone giallo "Start Free Trial", compila i campi con i tuoi dati nella nuova schermata e voila...





Ti ritroverai davanti questa schermata, qui dovrai solamente cliccare "Explore Moz Pro"



Questa è la pagina che interessa a noi! Clicca "Link Research" e poi "Inbound Links" e poi incolla il DOMINIO del competitor che vuoi analizzare, in questo caso "onlinegolf.it".




Non ci sono dati così importanti da prendere dai parametri di Moz, ti basti solo tenere a mente il Domain Authority - DA e il Page Authorithy - PA (Una sorta di DR e UR di Ahrefs, rispettivamente), anche se io personalmente considero quelli di Ahrefs più precisi.


Un punto a favore per Moz invece è il fatto che abbiano un database di backlink più esteso di Ahrefs, infatti, quest'ultimo riportava 103 Referring Domains a 425 Backlinks.


Moz invece riporta: 542 Linking Domains (Uguale a Referring Domains) e 3.600 Backlinks.


Infatti è per questo che nella guida sugli strumenti gratis abbiamo usato i parametri di Moz a livello di sito per l'analisi.


In questo caso però, anche se i numeri sono più alti, ciò che ti deve interessare è sempre la qualità di quest'ultimi e, il motivo per cui ora stiamo usando Moz (e useremo SEMRush), nonostante già abbiamo un'idea abbastanza chiara con Ahrefs, è per escludere eventuali backlink che sono stati presi magari da uno ma non dagli altri.


Nella versione gratis non ti permette di vedere TUTTI i backlink, ma ora possiamo:

1) Filtriamo i risultati in "Follow" (Uguale a Do-Follow, quindi solo i link che portano valore verranno mostrati)
2) Poi clicca "One link per Domain" (in questo modo vedremo solo il backlink migliore per ogni dominio, evitando di vedere 20 backlink di seguito dallo stesso sito)
3) Poi clicca la freccetta vicino a DA (così potrai vedere subito quali sono i migliori).





I migliori backlink che ha sono uguali a quelli di Ahrefs, ma manca l'unico backlink contestuale e dominio buono che avevamo trovato prima, no problems.


Fra i primi risultati, puoi notare un backlink che sembra essere piuttosto buono, c'era anche in Ahrefs ma ho voluto mostrare l'altro essendo più scadente, perchè questo dai numeri non è niente male, è contestuale ed è rilevante visto che arriva da un sito di Golf.





Il problema? Il sito è in inglese, il contenuto lascia a desiderare ed è del 2014. Inoltre il backlink non è nemmeno circondato da testo, è vero che è contestuale perchè all'interno del contenuto, ma solo in teoria, perchè in pratica il contenuto intorno al link non mi dice nulla perchè non c'è testo intorno, solo altri link.





Questo significa che Google, non capisce effettivamente il CONTESTO e l'OBIETTIVO di quel link.


Per ora con Moz abbiamo finito. Prima di passare al prossimo strumento, ti ricordo di disattivare l'iscrizione.






Ti basta cliccare l'icona con la tua iniziale in alto a destra, clicca "Account & Billing" e poi cliccare "Cancel...", compila il questionario come vuoi e hai fatto.


Avrai accesso a MozPro per altri 30 giorni.



3    Come analizzare la competizione usando Semrush



SEMRush è una bestia a parte. Personalmente, lo reputo il più grande rivale di Ahrefs. Infatti da ora in poi sarà una risorsa costante in questa guida defintiva, insieme agli altri 2.


Comunque, continuamo.


La prima cosa che devi fare è trovare un coupon per una prova gratuita di 30 giorni.


Ti basterà cercare "SEMRush free 30 day trial" su google.


Fatto questo procedete alla creazione del vostro account, il processo è quasi identico agli altri 2 qua sopra.


L'unica differenza sta nella cancellazione dell'account, perchè dovrai inviare un'email a [email protected] usando l'email che avete usato durante la registrazione, specificando:


1) Email associata all'account
2) Le ultime 4 cifre della carta utilizzata per il pagamento e il tipo di carta
3) La quantità pagata e l'ultima data di pagamento utile (in questo caso l'inizio della prova gratuita)


Prima di questo però scrivete 2 righe in cui chiedete la cancellazione del servizio poichè reputate Ahrefs più valido (volendo, con le parole giuste, potrebbe scapparci anche un'altro periodo di prova).


Vi consiglio VIVAMENTE di mettervi un promemoria 7 giorni lavorativi prima della scadenza dell'abbonamento, così da essere sicuri di avere tempo per la cancellazione. Anche perchè se richiedi la cancellazione le funzionalità premium non rimarranno attive.


Fatto questo passiamo alla parte importante.


Dopo esserti registrato e tutto, ti ritroverai in questa schermata, nel caso la lingua pre-impostata è in Inglese, clicca "EN" in alto a destra e scegli "Italiano":






Fatto questo, procedi ad incollare il dominio da analizzare nel campo di ricerca a sinistra poco sotto il menu nero nella parte superiore dello schermo e poi clicca l'opzione "linkdelcompetitor in Panoramica Dominio":





Nella nuova schermata la prima cosa da fare è cliccare i 3 puntini sotto "Panoramica Dominio : linkdelcompetitor" e scrivere poi scegliere "Italia":





Ok, sicuramente hai notato la similarità di questa schermata con Ahrefs, vediamone al volo i parametri più importanti:


  • Authority Score (Come il Domain Rank - DR - di Ahrefs, è un parametro che indica la qualità generale in termini di SEO di un dominio, viene calcolato tenendo conto del numero di backlinks, del numero di Referring Domains, dal traffico organico e altri dati segreti e misteriosi)
  • Numero di Backlink
  • Numero di Referring Domains (in questo caso, visto che stiamo usando la lingua italiana nel tool, Domini di Riferimento)





  • Authority Score - 41(non è per niente male)
  • Backlink - 1.700
  • Referring Domains - 99


Rispetto ad Ahrefs, vediamo già che per SEMRush questo è un dominio più autoritario. In termini di backlink invece ne trova 4x volte di più (su Ahrefs erano 425) ma i referring domains sono molto simili (su SEMRush sono 99 e su Ahrefs 103).


Rispetto a Moz invece, in termini di backlink non ne parliamo nemmeno visto che surclassa in termini di numero entrambi, messi insieme! Però c'è da dire che anche Moz considera più autoritario questo sito rispetto ad Ahrefs.


Nonostante tutto però, queste metriche (DR, UR, AS, DA, PA) possono essere manipolate senza nessun probema, per questo bisogna andare a vedere più nel dettaglio la qualità che c'è dietro le quinte, come ho detto per l'ultimo strumento, già abbiamo un'idea chiara con Ahrefs, ma magari SEMRush ha qualche perla nascosta.


Quindi, procediamo a cliccare nella parte sinistra, sotto "SEO", l'opzione "Analisi Backlink" e poi nella nuova schermata clicca "Visualizza il Report Completo" sotto il grafico per i "Domini di Riferimento":



(Ho superato il limite delle 30 immagini, quindi dovrai cliccare il link se non hai chiaro le istruzioni sopra)


La prima cosa da fare qui è cliccare la prima colonna "AS" così da ordinare i risultati in ordine de-crescente, così vediamo subito le cose buone. Poi, clicca "Filtri Avanzati", clicca il secondo di quei 4 riquadri e scegli "Paese (per IP)", nel terzo ed ultimo riquadro scrivi e scegli "Italia".


In questo modo vedremo solo i domini italiani che linkano al nostro competitor e saranno ordinati dal "Migliore" secondo SEMRush al peggiore, purtroppo, non ci sono novità in quanto l'unico backlink rilevante è "houseofgolf.it" il sito scadente che avevamo già trovato con Ahrefs.



(Ho superato il limite delle 30 immagini, quindi dovrai cliccare il link se non hai chiaro le istruzioni sopra)


Fatto questo, clicchiamo "Backlink" poco sopra, poi come sempre clicca la colonna "AS" per ordinare in modo decrescente.


Ora tocca filtrare, inanzitutto clicca "Follow", poi clicca "Per Tipo" e segli "Testo", così da vedere solo i backlink contestuali.



(Ho superato il limite delle 30 immagini, quindi dovrai cliccare il link se non hai chiaro le istruzioni sopra)


Ci sono novità? Assolutamente no, anzi, non c'è nulla di nuovo di BUONO rispetto ad Ahrefs, anzi, vedo che ho trovato ancora più spazzatura ahahah


E con questo, abbiamo appena finito.



4    In conclusione



Anche dopo l'ennesimo capitolo da più di 3.000 parole, in realtà non abbiamo nemmeno lontanamente finito.


Perchè ora che hai dati più accurati dovresti seguire di nuovo il processo di analisi del capitolo 3.1, perciò insieme alle versioni a pagamento di Ahrefs e Moz, ti basterà aggiungere anche il TF da Majestic, nel caso non ti ricordassi di che cosa sto parlando mi riferisco a questo:



  • Majestic: prenderemo soltanto il TF (TrustFlow)
  • Moz: prenderemo il numero di backlinks della pagina e il numero di Root Domains (Se più alti di Ahrefs), ma prenderemo gli stessi dati a livello globale sempre.
  • Ahrefs: prenderemo il DR e daremo un'occhiata ai siti da cui arrivano i backlink per avere un'idea più precisa sulla qualità di quest'ultimi (e prenderemo il numero di backlinks della pagina e il numero di Root Domains solo se i dati sono più numerosi di Moz)


Spero di essere stato abbastanza chiaro.


Non ho ripetuto l'analisi che ho fatto nel capitolo precedente perchè ti avrei sicuramente annoiato, non ti preoccupare, questi capitoli sono qui e rimarranno sempre qua ogni volta che avrai bisogno di rinfrescarti la memoria.


Nel prossimo capitolo, creeremo una lista ENORME di parole chiavi usando solo strumenti gratis, nel capitolo dopo ancora useremo solo strumenti a pagamento. In questo caso, starà a te scegliere quale dei 2 capitoli utilizzare.


Detto questo, ti ringrazio per l'attenzione! Per qualunque domanda o chiarimento cercherò di rispondere nel modo migliore possibile!



Buona Giornata!
Autore
KingNavas
Visualizzazioni
98
Prima pubblicazione
Ultimo aggiornamento
Voto recensione
0.00 stelle/a 0 voti

Altre release di KingNavas