Guida [GUIDA] Hackintosh Flag List - Guida alle Boot Flags più utilizzate

Stefano Novelli

Fondatore
Amministratore
19 Novembre 2007
7,113
821
8,170
3,236
Ultima modifica da un moderatore:
LISTA COMPLETA

BOOT FLAGS HACKINTOSH

Se il tuo Hackintosh non ne vuol proprio sapere di partire probabilmente avrai bisogno di utilizzare una o più Boot Flags. Queste sono parametri che vengono indicati al momento del boot e servono principalmente per effettuare operazioni di override dei valori di default di una distro Hackintosh.

Sapersi muovere all'interno delle boot flags ci consente di effettuare le varie prove di debugging della distribuzione, così da trovare il problema (o i problemi) per risolvere conflitti di kext, compatibilità hardware e molto altro.

Questo è in buona sostanza l'handbook fondamentale per ogni amante di Hackintosh, sia dell'utente alle prime armi che dell'esperto hackintoshian. Forza, si comincia!


Disponibili per tutti i *Bootloader*


-v
La madre di tutte le boot flags, essa attiva la Verbose mode, ovvero la modalità che mostra ogni singolo log della fase iniziale dello startup del nostro Hackintosh dal Bootloader fino all'OS, passando quindi tra kernel e kext. La verbose mode è indicata per la risoluzione ai problemi comuni e andrebbe avviata praticamente per qualunque problema (fatta eccezione per il boot loader, in quanto è da esso che noi avviamo la verbose mode).

-x
Safe mode. In questa modalità salteremo tutto il load dei kext aggiuntivi, riducendoci dunque ad usare quelli fondamentali per il boot del sistema e tralasciando quindi quelli nella cartella /System/Library/Extensions. Da utilizzare in particolar modo dopo aver installato kext che portano al kernel panic,o magari dopo aver installato kext ed essersi dimenticati di aver effettuato una riparazione permessi.

-F
Salta tutta la configurazione del file org.Chameleon.boot.plist, startando il volume con le configurazioni di default del bootloader. Utile nel caso in cui siano state fatte delle modfiche errate sul bootloader.

-f
Ignora le kext caches, utile nel caso in cui siano state installate kext ma si sia dimenticato di ricalcolare la cache di quest'ultimi. Solo per versioni Snow Leopard o precedenti (per versioni future vedere sotto).

UseKernelCache=No
L'equivalente a -f ma compatibile con le versioni Hackintosh Lion, Mountain Lion, Maverick e Yosemite.

PCIRootUID=0
In alcuni casi (ad esempio possessori di schede AMD) il PCIRootUID deve essere impostato al valore 0. In altri casi è possibile utilizzare PCIRootUID=1; questo potrebbe risolvere anche l'errore di inutilizzo del Mac App Store.

GraphicsEnabler=Yes
Il modulo GraphicsEnabler va ad abilitare quelle che sono delle ottimizzazioni grafiche per schede video supportate. Alcune schede video (come le serie AMD Radeon HD 6xxx/7xxx o le Nvidia 6xx/7xx) non richiedono tale modalità, in quanto vengono riconosciute automaticamente in fase di boot dall'Hackintosh stesso, perciò andremo ad utilizzare l'inverso, e cioè GraphicsEnabler=No. Da utilizzare in particolar modo per risolvere problemi di schermo bianco/nero, in quanto va a non caricare direttamente le kext AMD e Nvidia/Geforce.

IGPEnabler=No
Il modulo IGPEnabler va a migliorare quelle che sono le prestazioni di una scheda grafica integrata. Da utilizzare *solo* ed *esclusivamente* con schede grafiche integrate (sconsigliato l'uso anche della dual monitor con IGP+GPU). Da disabilitare nel caso in cui l'uso della grafica integrata non funzioni correttamente (schermo bianco o grigio)

darkwake=0
La darkwake è una funzione ideata per bypassare lo SleepEnabler.kext che porta l'Hackintosh ad entrare in modalità Sospensione. Utile quando i tempi di caricamento lunghi vanno a nascondere quello che può essere un log d'errore o il semplice utilizzo del computer. Ovviamente per avere l'effetto contrario utilizzeremo darkwake=1.

npci=0x2000 , npci=0x3000
Se in modalità verbose l'Hackintosh blocca sul problema [PCI Configuration Begin] molto probabilmente l'OS non riesce a identifica l'ID dello slot PCI della vostra scheda madre. Indicando npci=0x3000 forzerete la lettura di tale slot, in alcuni casi, anche con npci=0x2000 riuscirete a risolvere.

dart=0
Disabilita la tecnologia di virtualizzazione dei processori accelerati Intel VT-d. In Hackintosh, VT-d è sostanzialmente inutile in quanto si fa affidamento alla virtualizzazione alternativa emulata dal sistema operativo, ovverto VT-x.

cpus=1
Limita l'Hackintosh ad utilizzare un solo core. Questo può ovviamente avere effetti negativi in termini di prestazioni della CPU ma va a a risolvere alcuni problemi legati in fase d'installazione; successivamente a ciò si potrà riabilitare tranquillamente il resto dei core una volta installati o modificati i kext necessari all'operazione.

busratio=20
Si indica quando si utilizza un processore non supportato (ad esempio molti degli AMD in circolazione). Si consiglia l'utilizzo di tale boot flag solo in caso si sappia effettivamente cosa si sta facendo!

arch=i386
Forza l'Hackintosh ad avviarsi in modalità 32 bit. Ciò non significa che avrete il blocco RAM a 3-4 GB (come succede con Windows XP) e potrete comunque usare applicazioni a 64 bit, con l'unico limite che ogni applicazione non potrà usufruire a sua volta di più di 4 GB di RAM. Questo è uno svantaggio notevole per chi fa uso di molta memoria RAM (ad esempio editori video).

arch=x86_64
Forza l'Hackintosh a lavorare a 64 bit. Può essere utile a chi nota rallentamenti con l'utilizzo di CPU basate AMD.

-legacy
Forza la "userland" a lavorare a 32 bit. Bisogna fare un accenno di funzionamento: Hackintosh lavora in due parti,il kernel e la userland: con la modalità legacy il kernel lavorerà e allocherà memoria a 64 bit, mentre in userland le applicazioni verranno aperte in 32bit (con i limiti della boot flag arch=i386). Questo può essere utile per capire se il problema di compatibilità a 64 bit del proprio processore risiede nel kernel o nella userland.

-force64
Forza la "userland" a lavorare a 64 bit. Alcuni Hackintosh con processore AMD dovranno utilizzare questa bootflag per lanciare il kernel a 32 bit e avviare la userland a 64 bit.

-nosse3bit
Abilita l'emulazione della tecnologia SSSE3 per gli Hackintosh basati a processore AMD. Tutti i processori AMD (fatta eccezione per le versioni FX) non hanno il supporto nativo a SSSE3, fondamentale per l'avvio di un Hackintosh. Si consiglia di abilitare questa opzioni per chi volesse avviare Hackintosh sul proprio AMD.

mach_kernel
/System/Library/Kernels/kernel
Aiuta il bootloader a trovare "mach_kernel", un file fondamentale del Kernel che consente il lancio della propria distribuzione Hackintosh.


Disponibili solo per *CLOVER*


Queste bootflags vanno utilizzate solo su Clover (bootloader alternativo).

MountEFI=yes/diskX
Se il tuo sistema non riesce a trovare la tua partizione EFI, questa flag può essere usata per forzare la lettura di tale partizione. X si riferisce ovviamente al numero della partizione; ricordiamo che i dischi su Mac OSX partono da 0.

LogLineCount=0
Questa flag specifica il numero di linee che Clover può raggiungere prima di iniziare a cancellare i log. Con 0, nessun log verrà cancellato (utile in fase di debugging)

LogEveryBoot=Yes/No
Questo comando dice a Clover di salvare tutti i boot dentro i file log. E' consigliato per debug.

LogLocation=PERCORSO
Consente di indicare un percorso alternativo per i file di log di Clover.


Se avete altre bootflags che ho dimenticato non esitate a scrivere qui sotto. Buon Hackintosh a tutti!