Discussione Ufficiale Discussione Haiku OS: Un ottimo sistema open source, ma non è Linux

Una Discussione Ufficiale punta a raccogliere tutte le informazioni su un argomento o un fatto di attualità, con costanti aggiornamenti da parte del creatore e dei partecipanti.

nfvblog

Moderatore
9 Dicembre 2021
595
56
266
416
Ultima modifica:

Haiku Os: Un ottimo sistema open source, ma non è Linux​

1280px-Haiku_%28operating_system%29_logo.svg.png

1    Introduzione

Haiku Os è una distribuzione Unix nata delle ceneri di BeOS un sistema sviluppato originariamente per Architettura Motorola PowerPC e che in seguito venne portato su i386 e i486, onestamente il problema reale di questo sistema era proprio il fatto che non ci fossero i reali presupposti per una diffusione nel mercato, dovuto pure al fatto che prima si sospettava che esso potesse essere la nuova base per Mac Os ma poi negli anni 2000' con il rientro di Jobs all'interno dell'azienda che aveva contribuito a fondare, il sistema che fu scelto per continuare i sistemi operativi della mela fu Next Os dell'azienda Next Computer fondata dallo stesso Jobs. Ovviamente lui per promuovere le workstation della Next utilizzo una altra azienda che contribui a fondare la Pixar che potevano vantare sicuramente un ottimo motore grafico che
girava proprio su ambiente suddetto ambiente.

1.1    Desktop e esperienza d'uso

1656159976561.png

Il desktop si presenta molto pulito e lineare come tipico di BeOs e similari, ha il classico workbench con lanciatore di applicazione sulla destra, ovviamente si può spostare, e lo si può pure personalizzare, le finestre presentano un solo bottone, quello della della chiusura della finestra, per minimizzare una finestra bisogna fare doppio click sul titolo dell'applicativo, tenendo premuto il mouse sul titolo è possibile spostare la stessa per tutto lo spazio disponibile.

Il file manager si chiama Tracker e non si comporta affatto male, è semplice e intuitivo.

Il terminale è un applicativo molto semplice e di default esegue bash, ma è possibile sostituirla con la propria shell preferita.

WebPositive è il browser di default anche questo in stile minimale ma aggiornato agli ultimi protocolli e standard. Un altro browser un po' può completo e disponibile nel repo è falkon un fork Qt di mozilla Firefox.

Nel Menù del workbench sono presenti anche dei piccoli applet che indicano l'utilizzo del processore, la batteria utilizzata, la connettività di rete sia essa cablata o wireless.

C'è un applicativo dedicato per la gestione degli update molto simile a quello di Ubuntu che con la pressione del tasto conferma fa gli update senza dover aprire lo store o il terminale.

È presente un utility pensata per la duplicazione del attuale sistema su altre periferiche utile per una migrazione a fine ciclo vitale di un unità, questa è un utility classica nel mondo Unix ed è giusto che sia presente qui sopra.

1.2    Dove sono alloggiati gli applicativi?

Gli eseguibili stanno nella directory /boot/system/apps/ ovviamente anche li viene fatta una distinzione tra programmi pacchettizzati e non pacchettizzati.

1.3    Documentazione per i developer

Il team di sviluppo ha pubblicato una serie di documenti pensati per introdurre i dev. al funzionamento del sistema per consentirli di sviluppare applicativi ottimizzati. per accedere alla documentazione clicca qui.

1.4    Sistema di pacchettizzazione

Haiku utilizza pkgman per gestire i suoi pacchetti interni, all'interno del sistema è presente pure un front-end grafico molto semplice che consente di visionare tutto il parco software ufficialmente supportato

1.4.1    Haiku ports

Anche su Haiku come la stragrande maggioranza delle distro Unix esistono i ports che consentono di ampliare il parco software notevolmente... Ovviamente come tutto in questo caso parliamo di un sistema che è in beta e aggiungere software così non è il massimo.

1.5    Video Dedicato



Vedi: https://youtu.be/CqsKCiu5who

In questo video illustro velocemente il sistema e faccio vedere un poi del suo funzionamento sul fronte della user experience.​

2    Le differenze tra Haiku e Linux

2.1    Il kernel

Nel caso di Linux parliamo di un kernel monolitico, con tutti i pregi e i difetti che né conseguono, mentre, nel caso di Haiku troviamo un più comune kernel ibrido che non si comporta affatto male, per carità entrambe le soluzioni sono valide e sono abbastanza stabili se gestite nel giusto modo, il fatto è che quando andiamo ad utilizzare il sistema l'importante è che sia reattivo e funzionale.

2.2    Gestione dell'hardware

Si dice a ragion veduta che tutto su Linux sia un file, perché effettivamente in quel caso tutte le periferiche hanno un rimando come file all'interno del nostro sistema consentendo una rapida gestione, invece su Haiku i device vengono gestiti come oggetti cosa forse un po' scomoda perché per interagire con gli stessi devi utilizzare degli API o delle funzioni dedicate.

3    Conclusioni

Haiku è un buon sistema, molto stabile anche è ancora in beta, è sicuramente un progetto molto coraggioso perché mettersi a fare un progetto in un epoca conformista come la nostra vuol dire rischiare tanto, ovviamente consiglio di sostenere questo progetto come tanti altri simili tra cui Plan9 che verrà sviscerato in un futuro articolo con tanto di video documentario allegato. Ovviamente le domande le potete fare qui sotto.

3.1    Volete supportarmi?

Ci sono due metodi, il primo è condividendo questo articolo e il video, il secondo è passando sulla mia pagina Ko-Fi facendomi una piccola donazione di pochi spicci, per andare sulla pagina clicca qui
 
  • Mi piace
Reazioni: 0xGhost e 0xbro