Newsletter Netbreakers #17 - Apple terrà un evento il 13 Ottobre, AMD annuncia le sue CPU "Zen 3" e Square investe 50 milioni di dollari in Bitcoin

Netbreakers - newsletter che analizza il mondo digitale
Numero 17 - Data 11/10/2020 - Made with for Inforge

AMD_Ryzen_5000_Series_DeLidded_6.jpg

test2.png
Oggi parliamo di:
  • Apple annuncia un nuovo evento che si terrà il 13 Ottobre “Hi, Speed.” ecco tutto ciò che potrebbe essere presentato.
  • AMD colpisce al cuore Intel con i suoi Zen 3 e Intel risponderà nel 2021 con i suoi “Rocket Lake”.
  • Microsoft annuncia che la maggior parte dei suoi dipendenti lavorerà permanentemente da remoto.
  • Epic ottiene la salvaguardia di Unreal Engine dallo scontro con Apple ma non lo sblocco di Fortnite, intanto Microsoft annuncia che xCloud arriverà nel 2021 su iOS.
  • Square investe 50 milioni di dollari acquistando Bitcoin.

La newsletter si era presa una settimana di pausa, forte del fatto che nessuna notizia interessante fosse all’orizzonte.

Fortunatamente la settimana passata non è stata altrettanto tranquilla, in ambito tecnologico abbiamo Apple con il suo “iPhone Event” imminente, che permetterà all’azienda di Cupertino di rivelare le sue nuove Air Pods over-ear oltre ad un Home Pod “Mini”. E AMD che con l’arrivo sul mercato dei suoi nuovi processori “Zen 3”, i Ryzen 5000X, mira a detronizzare la CPU ammiraglia di Intel l’i9-10900K autodefinitasi “the most powerful gaming CPU”.

Dal fronte business abbiamo Microsoft che annuncia ufficialmente che la maggioranza dei suoi dipendenti lavorerà da ora in poi da remoto. E la sentenza di un giudice federale che salvaguarda l’Unreal Engine, facendo tirare un sospiro di sollievo a molti sviluppatori, durante lo scontro che si terrà in aula nel 2021 tra Epic Games e Apple.

E Square, fondata del CEO di Twitter Jack Dorsey, che annuncia un piano di investimenti massiccio in cryptocurrency acquistando ben 50 milioni di dollari in Bitcoin, l'1% degli asset dell'intera azienda investiti per assicurarsi una fetta di un mercato "rivoluzionario".



Apple ha annunciato che terrà un evento online il 13 Ottobre, la tagline dell’evento è “Hi, Speed” possibilmente un riferimento al supporto al 5G e al nuovo processore A14 per i nuovi iPhone.

10.13-Apple-Event.png

La nuova lineup di smartphone prodotti da Apple, la dodicesima versione dell’iPhone, sarà caratterizzata da un design squadrato simile a quello dell’iPhone 4 e dell’iPad Pro e del nuovo iPad Air 2020 che vedrà rivelata la sua data di lancio durante questo evento.

L'iPhone 12 sarà disponibile in ben quattro modelli di varie dimensioni:
  • iPhone 12 “Mini” da 5.4” con un prezzo di 699$ da 64GB a 246GB di memoria
  • iPhone 12 da 6.1” con un prezzo di 799$ da 64GB a 256GB di memoria
  • iPhone 12 Pro da 6.1” con un prezzo da 999$ da 128GB a 512GB di memoria
  • iPhone 12 Pro Max da 6.7” con un prezzo di 1099$ da 128GB a 512GB di memoria

L’iPhone 12 “Mini” e l’iPhone 12 saranno equipaggiati con una dual camera con una lente grandangolare e una ultrawide e saranno disponibili in nero, bianco, rosso, blu e verde. I materiali saranno diversi rispetto a quelli utilizzati nella versione “Pro” utilizzando l’alluminio per la cornice e il vetro per la parte posteriore.

L’iPhone 12 Pro e il Pro Max invece saranno equipaggiati con una tripla camera con una lente grandangolare, una ultrawide e una telescopica (con zoom 4x per la versione Pro e 5x per la versione Pro Max) e in più avranno il sensore LIDAR per la realtà aumentata integrato nel modulo della fotocamera. Saranno disponibili nei colori oro, argento, grafite e blu,i materiali utilizzati saranno “premium” con la cornice in acciaio e il vetro smerigliato nella parte posteriore.

Tutti i modelli saranno equipaggiati con uno schermo OLED chiamato “Super Retina XDR” capace di riprodurre filmati in HDR e il vetro che li proteggerà sarà rinforzato in ceramica per renderlo più resistente ai graffi, tuttavia non dovremmo vedere il supporto al 120Hz che secondo le ultime indiscrezioni sarà una caratteristica degli iPhone 12S che vedremo nel 2021.

Apple inoltre annuncerà durante l’evento delle nuove basi di ricarica e custiodie “MagSafe” dotate di magneti per allineare l’iPhone velocemente. Per questo nella confezione di questi nuovi iPhone non troveremo inclusi l’alimentatore per la ricarica e cuffie così come per i nuovi iPad.

L’azienda di Cupertino prevede di annunciare durante l’evento (o pochi giorni dopo con un comunicato stampa) anche delle nuove cuffie over ear sempre sotto il marchio AirPods “Studio” in ben due versioni una da 350$ e una da 599$ oltre alla nuova versione delle AirPods, vista la mossa di eliminare dai suoi negozi fisici e online tutti i i dispositivi audio della concorrenza offrendo solo prodotti Apple.

E un nuovo HomePod mini da 99$, che monterà lo stesso processore S5 di cui sono dotati i nuovi Apple Watch Series 5 e SE e anche il processore U1 che lo doterà di Ultra Wide Band.

Sembra che invece le AirTags i tracker bluetooth di Apple, saranno rimandate al 2021 per problemi legati alla produzione di questi dispositivi, che grazie all’uso del processore U1 vi permetteranno di locallizzare i vostri oggetti.


AMD ha annunciato la sua nuova lineup di processori desktop i nuovi Ryzen 5000 basati sull’architettura Zen 3. AMD ha inoltre definito la sua CPU 5900X la nuova “world best gaming CPU”. I nuovi processori saranno disponibili dal 5 Novembre a partire da 299$ con il Ryzen 5 5600X.

Come per l’architettura Zen 2 questi processori sono costruiti con un processo a 7nanometri tuttavia offrono un aumento delle istruzioni per ciclo del 19%. Oltre ad avere un design migliorato del chipset e una velocità di boost più elevata.

AMD rimpiazzerà tutta l’attuale lineup di processori Zen 2 con una nuova versione Zen 3, infatti i nuovi processori sono compatibili con le vecchie schede madri, con un aggiornamento del firmware del BIOS, migliorando le prestazioni dei vostri computer del 26% circa secondo l’azienda.

AMD ha presentato quattro nuove CPU Zen 3:

  • AMD Ryzen 9 5950X: con 16 Core e 32 Threads da 3.4 GHz fino a 4.9 GHz con 72MB di cache a 799$
  • AMD Ryzen 9 5900X: con 12 Core e 24 Threads da 3.7 GHz fino a 4.8 GHz con 70MB di cache a 549$
  • AMD Ryzen 7 5800X: con 8 Core e 16 Threads da 3.8 GHz fino a 4.7 GHz con 36MB di cache a 449$
  • AMD Ryzen 5 5600X: con 6 Core e 12 Threads da 3.7 GHz fino a 4.6 GHz con 35MB di cache a 299$

Il prezzo delle nuove CPU ha visto un’aumento di circa 50$ nel mercato statunitense, mentre di circa 75€ nel mercato europeo.

AMD mira a competere con il suo 5900X con l’i9-10900K di Intel, offrendo un numero più elevato di core e di threads nonostante la velocità di clock sia inferiore a quella di Intel arrivando solo a 4.8 GHz rispetto ai 5.3 GHz dell’i9-10900K.

Ecco alcuni benchmark rilasciati da AMD durante l’evento di rilascio, che vedono le due CPU competere su vari titoli:

Screen_Shot_2020_10_08_at_12.00.17_PM.jpg

Infine il CEO di AMD Lisa Su al termine dell’evento ha mostrato le nuove GPU Radeon RX 6000 “Big Navi” che saranno annunciate il 28 Ottobre con un evento dedicato, queste schede video dotate dell’architettura RDNA 2 saranno la risposta alla serie 3000 di Nvidia promettendo 4K gaming a 60FPS a settaggi ultra per titoli tripla A come Gears 5.

Intel ha risposto agli annunci di AMD rivelando che la prossima generazione dei suoi processori chiamata “Rocket Lake” arriverà l’11 Gennaio del 2021 supportando lo standard PCIe 4.0. Inoltre questi processori saranno compatibili con le attuali schede madri Intel 400 che supportano i processori Intel della serie 10000 ma saranno ancora costruiti con un’architettura a 14nm.


Fornite non tornerà sull’App Store, almeno finché Apple e Epic Games non avranno risolto la loro disputa in tribunale. Il giudice federale Yvonne Gonzales Rogers ha rifiutato di accogliere l’istanza di Epic Games che chiedeva di ripristinare Fortnite sull’App Store durante il processo, tuttavia accogliendo la richiesta di tutelare l’Unreal Engine l’altra proprietà intellettuale di Epic Games.

Lo stato attuale delle cose è quindi il seguente, Epic Games non potrà distribuire nuovi titoli sull’App Store o ripubblicare Fortnite. Questo almeno finché Epic non decida di rimuovere il suo sistema di pagamento e abbandonare la causa legale nei confronti di Apple.

Entrambe le parti hanno deciso inoltre di chiedere che la sentenza venga emanata da un giudice piuttosto che da una giuria.

Apple comunque non potrà revocare l’accesso agli strumenti per sviluppatori a Epic Games al fine di non danneggiare altre proprietà dell’azienda come l’Unreal Engine.

Intanto Microsoft ha annunciato delle nuove linee guida per il suo Microsoft Store, lanciando alcune frecciatine al caso giudiziario che coinvolge Apple e Epic Games specificando che non impedirà la pubblicazione di applicazioni che contengono store anche concorrenti e soprattutto non impedirà nuovi modelli di monetizzazione. Microsoft inoltre applicherà questi stessi principi alle sue applicazioni oltre che a quelle concorrenti e chiederà un ammontare di tasse “ragionevole” uguale a quelle richieste da altri store concorrenti su Windows.
cdn.vox-cdn (1).png

L’azienda di Redmond oltre a colpire la concorrenza di Apple e Google, insiste come Windows sia un’ecosistema aperto che lascia agli sviluppatori la totale libertà di distribuire le loro applicazioni e monetizzarle come meglio credono.
Microsoft ha anche commentato la sua tassazione del 30% sui giochi distribuiti sull’XBOX Store, riconoscendo che è ragionevole comparare le due cose, tuttavia l’azienda ha fatto notare come l’ecosistema console è specializzato e ottimizzato per un determinato uso e il modello di business è completamente diverso rispetto a quello dei PC e dei dispositivi smart.

Microsoft spesso vende le XBOX in perdita o con margini molto bassi per poi recuperare questi costi attraverso la vendita di prodotti digitali a beneficio degli sviluppatori. Un modello completamente diverso da quello di Apple che vende i suoi iPhone e iPad con un alto margine di guadagno e comunque tassa gli sviluppatori su iOS del 30%.

Microsoft ha comunque ammesso che lavorerà ulteriormente per stabilire nuovi principi per gli sviluppatori di giochi per le sue console.

Un ulteriore annuncio da parte dell’azienda riguarda xCloud che esattamente come Amazon Luna arriverà su iOS utilizzando una Web App nel 2021, così Phil Spencer prevede che l’azienda aggirerà i limiti imposti da Apple.


Microsoft ha annunciato che permetterà a molti dei suoi dipendenti di lavorare da remoto permanentemente. Attualmente la maggioranza degli impiegati Microsoft lavorano da casa a causa della pandemia, tuttavia la multinazionale ha deciso di applicare un approccio di spazio di lavoro “ibrido” per garantire più flessibilità ai suoi dipendenti anche quando gli uffici potranno riaprire.

Microsoft permetterà ai suoi dipendenti di lavorare da casa per più del 50% della loro settimana lavorativa e i manager potranno approvare una delega per permettere ai dipendenti di lavorare totalmente da remoto. A tutti i dipendenti a cui sarà accordata questa seconda opzione potranno riallocarsi in un altro spazio di lavoro disponibile in un’altra città o addirittura in un altro paese.

Per quanto molti impiegati potranno beneficiare di questa opzione, molti rami dell’azienda non potranno tuttavia fare a meno degli spazi di lavoro
per esempio la divisione hardware o quella dedicata ai datacenter e persino la divisione dedicata alla formazione dei nuovi dipendenti.

Microsoft non è l’unica azienda che ha deciso di muoversi in questa direzione, Mark Zuckerberg il CEO di Facebook prevede che la sua azienda permetterà a più della metà dei suoi dipendenti di lavorare da remoto nel giro di 5 o 10 anni.


La piattaforma di pagamenti fondata da Jack Dorsey, CEO di Twitter, Square ha deciso di investire 50 milioni di dollari in Bitcoin, un’iniziativa dell’azienda che prevede di investire ulteriormente nel mercato delle cryptomonete.
btc-drop.png

Square ha dichiarato ai suoi investitori che ha deciso di investire in Bitcoin perché prevede che la cryptomoneta avrà un ruolo fondamentale in futuro diventando una moneta “onnipresente” nelle transazioni in futuro. Square accetta pagamenti in Bitcoin sin dal 2014 definendo questa cryptomoneta uno strumento di “economic empowerment” che permette a tutti di partecipare in un sistema monetario globale.

A dirla tutta Jack Dorsey ha sempre creduto nel Bitcoin, dichiarando addirittura che diventerà l’unica moneta che utilizzeremo nel giro di unaa decade. Dorsey inoltre possiede un non meglio specificato ammontare di Bitcoin.

Square ha aggiunto la possibilità di effettuare trading in Bitcoin alla sua applicazione Cash già nel 2018 e lo scorso anno ha fondato lo Square Crypto un team indipendente che contribuisce all’infrastruttura open-source del Bitcoin.

A Maggio, Square ha dichiarato che il suo ricavato derivato dalle transazioni in Bitcoin ha raggiunto i 306 milioni di dollari, sul ricavato totale dell’azienda che ammontava a 1.38 miliardi di dollari. Un aumento del 367% rispetto al ricavato dello stesso quarto nel 2019, dovuto all’aumento del numero delle transazioni in Bitcoin.
 

Shin Rea

Utente Electrum
5 Dicembre 2009
148
143
125
Dopo 15 anni d'Intel quest'anno ho deciso di passare ad AMD comprando un Ryzen 7 3* e.. che dire, me ne sono reso conto troppo tardi.
Prestazioni migliori ad un costo inferiore, cosa si vuole di più?
Se dovete prendere una nuova CPU andate di Ryzen, non ve ne pentirete.

Apple come al solito sempre indietro rispetto la concorrenza, ormai non ci spero più.
 
  • Mi piace
Reactions: HunabKu~AkA~Pedo
Banner pubblicitario per Bright Data su Inforge.net azienda di vendita Proxy, Data Collector e Content Unlocker
DOWNLOAD