Domanda QUALE VPN SCEGLIERE?

anonymous4726

Utente Silver
12 Agosto 2022
120
23
15
52
Per "Impostare" un server VPN non ci vuole la laurea al MIT, il web è pieno di guide, non credo che sul dark web ci siano servizi di VPN, oltretutto prima ci devi entrare, al massimo intendevi il deepWeb, ma il 99% di quello che trovi sul deep è scam. Detto questo credo che la discussione sia abbastanza futile, anche perché sono state date molte risposte in merito.
Infatti sicuramente nel deep web, in 1 vendita su 3 ci sarà una truffa al 100%, poi serve un wallet in bitcoin per acquistare qualcosa lì!
 

Maxwell2609

Utente Silver
29 Ottobre 2020
133
22
32
70
Per "Impostare" un server VPN non ci vuole la laurea al MIT, il web è pieno di guide, non credo che sul dark web ci siano servizi di VPN, oltretutto prima ci devi entrare, al massimo intendevi il deepWeb, ma il 99% di quello che trovi sul deep è scam. Detto questo credo che la discussione sia abbastanza futile, anche perché sono state date molte risposte in merito.
Vero, non ci vuole sicuramente una laurea ma dovresti comunque acquistare un server di tasca tua quindi niente anonimato. Non credo che esistano servizi di hosting pagabili in crypto senza account. Vero anche che il discorso del dark web (ribadisco dark web, perché mi riferivo a specifici proxy con processi di file shredding automatici, spesso venduti per specifici scopi illegali) sul fatto che siano quasi sicuramente truffe.
Comunque sì, esistono già molte guide in giro sull'anonimato.
 

anonymous4726

Utente Silver
12 Agosto 2022
120
23
15
52

Riporto la traduzione di questo media in seguito:
Non usare i servizi VPN.

No, sul serio, non farlo. Probabilmente stai leggendo questo perché hai chiesto quale servizio VPN usare, e questa è la risposta.

Nota: il contenuto di questo post non si applica all'utilizzo della VPN per lo scopo previsto; cioè, come rete privata virtuale (interna). Si applica solo all'uso come proxy glorificato, che è ciò che fa ogni "fornitore VPN" di terze parti.

Una traduzione russa di questo articolo può essere trovata qui, con il contributo di Timur Demin.

Una traduzione turca può essere trovata qui, con il contributo di agyild.

C'è anche questo articolo sui servizi VPN, che onestamente è scritto meglio (e ha più foto di gatti!) Rispetto al mio articolo.

Perché no?

Perché una VPN in questo senso è solo un proxy glorificato. Il provider VPN può vedere tutto il tuo traffico e fare con esso quello che vuole, inclusa la registrazione.

Ma il mio provider non registra!

Non c'è modo per te di verificarlo, e ovviamente questo è ciò che direbbe anche un provider VPN dannoso. In breve: l'unica ipotesi sicura è che ogni provider VPN registri.

E ricorda che è nel migliore interesse di un provider VPN registrare i propri utenti - consente loro di deviare la colpa del cliente, se mai dovesse entrare in problemi legali. I 10 dollari al mese che stai pagando per il tuo servizio VPN non pagano nemmeno per il caffè dell'avvocato, quindi aspettati che ti consegnino.

Ma un fornitore perderebbe affari se lo facesse!

Lo crederò quando HideMyAss fallisce. Hanno rinunciato ai loro utenti anni fa, e questo è stato ampiamente pubblicizzato. La realtà è che la maggior parte dei loro clienti non se ne preoccuperà o non ne sarà nemmeno consapevole.

Ma pago in modo anonimo, usando Bitcoin/PaysafeCard/Cash/droga!

Non importa. Ti stai ancora connettendo al loro servizio dal tuo IP e loro possono registrarlo.

Ma voglio più sicurezza!

Le VPN non forniscono sicurezza. Sono solo un proxy glorificato.

Ma voglio più privacy!

Le VPN non forniscono privacy, con poche eccezioni (dettagliate di seguito). Sono solo un proxy. Se qualcuno vuole toccare la tua connessione, può ancora farlo - deve solo farlo in un punto diverso (cioè quando il tuo traffico lascia il server VPN).

Ma voglio più crittografia!

Usa SSL/TLS e HTTPS (per i servizi centralizzati) o crittografia end-to-end (per applicazioni social o P2P). Le VPN non possono crittografare magicamente il tuo traffico - semplicemente non è tecnicamente possibile. Se l'endpoint si aspetta testo in chiaro, non c'è niente che tu possa fare al riguardo.

Quando si utilizza una VPN, l'unica parte crittografata della connessione proviene da te al provider VPN. Dal provider VPN in poi, è lo stesso che sarebbe stato senza una VPN. E ricorda, il provider VPN può vedere e pasticciare con tutto il tuo traffico.

Ma voglio confondere i tracker condividendo un indirizzo IP!

Il tuo indirizzo IP è una metrica in gran parte irrilevante nei moderni sistemi di tracciamento. I marketer sono diventati saggi a questo tipo di tattiche e, combinato con una maggiore adozione di CGNAT e una quantità sempre crescente di dispositivi per famiglia, non è più un punto dati affidabile.

I marketer useranno quasi sempre una sorta di altra metrica per identificarti e distinguerti. Questo può essere qualsiasi cosa, da un useragent a un profilo di impronte digitali. Una VPN non può impedirlo.

Quindi, quando dovrei usare una VPN?

Ci sono circa due casi d'uso in cui potresti voler usare una VPN:

Ti trovi su una rete sicuramente ostile (ad esempio un punto di accesso WiFi aeroportuale pubblico o un ISP noto per usare MITM), e vuoi aggirare questo problema.

Vuoi nascondere il tuo IP a un insieme molto specifico di avversari non sanzionati dal governo, ad esempio aggirando un divieto in una chat room o prevenendo le spaventole anti-pirateria.

Nel secondo caso, probabilmente vorresti solo un proxy regolare specifico per quel traffico: l'invio di tutto il tuo traffico su un provider VPN (come è l'impostazione predefinita con quasi tutti i client VPN) comporterà comunque che il provider sia in grado di curiosare e pasticciare con il tuo traffico.

Tuttavia, in pratica, non utilizzare affatto un provider VPN, anche per questi casi.

Allora... cosa?

Se hai assolutamente bisogno di una VPN e capisci quali sono i suoi limiti, acquista un VPS e configura il tuo (usando qualcosa come Streisand o manualmente - ti consiglio di usare Wireguard). Non consiglierò alcun fornitore specifico (la diversità è buona!), ma ce ne sono molti economici da trovare su LowEndTalk.

Ma come è meglio di un servizio VPN?

Un provider VPN cerca specificamente coloro che sono alla ricerca di privacy e che potrebbero quindi avere traffico interessante. Statisticamente parlando, è più probabile che un provider VPN sia dannoso o un honeypot, piuttosto che un provider VPS generico arbitrario.

Allora perché esistono i servizi VPN? Sicuramente devono servire a qualche scopo?

Perché sono soldi facili. Basta configurare OpenVPN su alcuni server ed essenzialmente iniziare a rivendere la larghezza di banda con un markup. Puoi fare ogni promessa nel mondo, perché nessuno può verificarle. Non devi nemmeno sapere cosa stai facendo, perché ancora una volta nessuno può verificare quello che dici. È olio di serpente al 100%.

Quindi sì, i servizi VPN servono a uno scopo: è solo uno che avvantaggia il provider, non te.

Questo post è concesso in licenza sotto il WTFPL o CC0, a tua scelta. Puoi distribuirlo, usarlo, modificarlo, tradurlo e concederlo in licenza in qualsiasi modo.

Prima di commentare: tieni presente che eventuali commenti non costruttivi verranno rimossi. Ciò include la pubblicità per i provider VPN (sì, anche quando esprimi le affermazioni di marketing come una domanda), trolling, molestie, insulti verso altre persone, affermazioni che sono già state affrontate nell'articolo e così via.

Se il tuo commento non è una domanda genuina o una controargomentazione concreta supportata da prove, probabilmente non appartiene a qui.