Domanda Rank geografico di un sito web

Dxtab

Utente Iron
30 Gennaio 2022
23
6
2
10
Ciao ragazzi, ho bisogno di un parere. Per sapere orientativamente la nazionalità di un sito web, è utile fare riferimento alla provenienza geografica dei visitatori? Ci sono molti tool per sapere la nazionalità dei visitatori di un sito ma non so se sono attendibili. In pratica vorrei riuscire a capire se un determinato sito sia americano o meno. Vedendo la provenienza dei visitatori ad esempio su Alexa rank, ho visto che la maggior parte provengono dall' USA. Secondo voi è possibile che sia effettivamente americano? Grazie
 

JunkCoder

Moderatore
5 Giugno 2020
950
18
777
389
I siti web non hanno nazionalità. Se vuoi sapere la posizione del server risolvi il DNS ottenendo l'indirizzo IP e cerca le informazioni geografiche su quello. Se vuoi sapere la nazione dove è stato registrato fai un whois sul dominio. Se usa privacy whois + reverse proxy tipo cloudflare allora non lo sai e basta a meno di analisi più approfondite.
 

Dxtab

Utente Iron
30 Gennaio 2022
23
6
2
10
I siti web non hanno nazionalità. Se vuoi sapere la posizione del server risolvi il DNS ottenendo l'indirizzo IP e cerca le informazioni geografiche su quello. Se vuoi sapere la nazione dove è stato registrato fai un whois sul dominio. Se usa privacy whois + reverse proxy tipo cloudflare allora non lo sai e basta a meno di analisi più approfondite.
Si il sito in questione usa cloudflare per questo volevo sapere se fosse stato creato in America o meno, dando uno sguardo alla nazionalità dei visitatori
 

CrazyMonk

Utente Electrum
24 Dicembre 2021
309
13
119
112
La società che ha registrato il sito è Islandese, con sede nella capitale, quindi abbiamo trovato la risposta alla tua domanda. E' bastata una semplice ricerca whois:
WHOIS:
Registrant Name: Redacted for Privacy
Registrant Organization: Privacy service provided by Withheld for Privacy ehf
Registrant Street: Kalkofnsvegur 2
Registrant City: Reykjavik
Registrant State/Province: Capital Region
Registrant Postal Code: 101
Registrant Country: IS
Registrant Phone: +354.4212434
Registrant Phone Ext:
Registrant Fax:
Registrant Fax Ext:
Registrant Email:
La richiesta ARP e quella DNS hanno svelato altri 2 indirizzi IP, però sono protetti anche questi da Cloudflare, quindi mi sono reso conto che non aggirano il reverse proxy, al massimo danno una risposta quando il ping ICMP non funziona.
RICHIESTA ARP:
104.26.9.14
104.26.8.14

RICHIESTA DNS:
104.26.9.14
104.26.8.14
 
  • Mi piace
Reazioni: Dxtab

Dxtab

Utente Iron
30 Gennaio 2022
23
6
2
10
La società che ha registrato il sito è Islandese, con sede nella capitale, quindi abbiamo trovato la risposta alla tua domanda. E' bastata una semplice ricerca whois:
WHOIS:
Registrant Name: Redacted for Privacy
Registrant Organization: Privacy service provided by Withheld for Privacy ehf
Registrant Street: Kalkofnsvegur 2
Registrant City: Reykjavik
Registrant State/Province: Capital Region
Registrant Postal Code: 101
Registrant Country: IS
Registrant Phone: +354.4212434
Registrant Phone Ext:
Registrant Fax:
Registrant Fax Ext:
Registrant Email:
La richiesta ARP e quella DNS hanno svelato altri 2 indirizzi IP, però sono protetti anche questi da Cloudflare, quindi mi sono reso conto che non aggirano il reverse proxy, al massimo danno una risposta quando il ping ICMP non funziona.
RICHIESTA ARP:
104.26.9.14
104.26.8.14

RICHIESTA DNS:
104.26.9.14
104.26.8.14
Grazie mille! Avevo già pensato a whois ma, usando un reverse DNS mi sa hanno detto che i dati di whois non sono attendibili. Secondo te invece lo sono?
 

CrazyMonk

Utente Electrum
24 Dicembre 2021
309
13
119
112
Grazie mille! Avevo già pensato a whois ma, usando un reverse DNS mi sa hanno detto che i dati di whois non sono attendibili. Secondo te invece lo sono?
Usa reverse proxy, quindi non è facile risalire all'indirizzo IP originale del server perché ci sono proxy server di mezzo che smistano le richieste. Il whois però è affidabile perché sono i dati basilari che l'azienda deve comunicare quando vuole registrare il suo dominio.
 

Dxtab

Utente Iron
30 Gennaio 2022
23
6
2
10
Ultima modifica:
Usa reverse proxy, quindi non è facile risalire all'indirizzo IP originale del server perché ci sono proxy server di mezzo che smistano le richieste. Il whois però è affidabile perché sono i dati basilari che l'azienda deve comunicare quando vuole registrare il suo dominio.
Ho scoperto che l'indirizzo a Reykjavik ed il numero di telefono sono di questa compagnia https://withheldforprivacy.com/ che offre servizi di privacy. A questo punto non credo siano attendibili le info di whois... Comunque al di là di questo, la mia domanda era se, vedendo il range di utenti che accedono al sito i quali per la maggior parte sono americani, ha senso secondo te pensare che il sito sia statunitense? Non credo ci sia un modo per sapere con precisione la nazionalità del sito quindi l'unica cosa che mi viene in mente è questa. Grazie in anticipo sei gentilissimo
 
  • Mi piace
Reazioni: CrazyMonk

CrazyMonk

Utente Electrum
24 Dicembre 2021
309
13
119
112
Ultima modifica:
Ho scoperto che l'indirizzo a Reykjavik ed il numero di telefono sono di questa compagnia https://withheldforprivacy.com/ che offre servizi di privacy. A questo punto non credo siano attendibili le info di whois... Comunque al di là di questo, la mia domanda era se, vedendo il range di utenti che accedono al sito i quali per la maggior parte sono americani, ha senso secondo te pensare che il sito sia statunitense? Non credo ci sia un modo per sapere con precisione la nazionalità del sito quindi l'unica cosa che mi viene in mente è questa. Grazie in anticipo sei gentilissimo
Si, ieri sera ero stanco e non ci avevo fatto caso ahaha. Comunque, per quanto riguarda la domanda, io credo che la risposta sia no. Inoltre è la domanda in sé per sé che non ha senso ( i siti web non hanno nazionalità). Potrebbero essere tanti utenti Americani che fanno uso di un servizio di una società Cinese per sparartela lì. Facebook, per esempio, ha tantissimi utenti che si collegano dall'Italia, ma questo non ci porta a dire che la società è stata fondata in Italia. Una società registra online un dominio, ma questo, per svariate ragioni che dipendono dal contesto, può avere più utenti che si collegano dalla zona A piuttosto che dalla zona B, ma questo non ha a che fare con l'origine della società. Poi come fai a sapere con certezza che i visitatori sono Americani? Anche le informazioni sugli IP oggi lasciano il tempo che trovano...tantissime persone navigano con IP camuffati.
 

Dxtab

Utente Iron
30 Gennaio 2022
23
6
2
10
Si, ieri sera ero stanco e non ci avevo fatto caso ahaha. Comunque, per quanto riguarda la domanda, io credo che la risposta sia no. Inoltre è la domanda in sé per sé che non ha senso ( i siti web non hanno nazionalità). Potrebbero essere tanti utenti Americani che fanno uso di un servizio di una società Cinese per sparartela lì. Facebook, per esempio, ha tantissimi utenti che si collegano dall'Italia, ma questo non ci porta a dire che la società è stata fondata in Italia. Una società registra online un dominio, ma questo, per svariate ragioni che dipendono dal contesto, può avere più utenti che si collegano dalla zona A piuttosto che dalla zona B, ma questo non ha a che fare con l'origine della società. Poi come fai a sapere con certezza che i visitatori sono Americani? Anche le informazioni sugli IP oggi lasciano il tempo che trovano...tantissime persone navigano con IP camuffati.
Si hai ragione, è solo che ho avuto dei problemi di privacy e la via legale da intraprendere sarebbe diversa a seconda che il sito fosse statunitense o italiano. Quindi per questo ho la necessità di escludere almeno che sia italiano. Non mi interessa sapere la nazionalità precisa. Tuttavia, se non ti è di disturbo, volevo avere un tuo parere. In pratica ho visto che il sito viene sponsorizzato molto all' estero, inoltre leggendo la politica sulla privacy del sito, si menziona una conformità con la legge dei paesi bassi, in aggiunta il sito è scritto totalmente in inglese. Magari queste cose non sono molto rilevanti, ma secondo te posso escludere che sia italiano? Scusa se ti sto disturbando ma sei stato gentilissimo nel darmi qualche spiegazione
 

CrazyMonk

Utente Electrum
24 Dicembre 2021
309
13
119
112
Si hai ragione, è solo che ho avuto dei problemi di privacy e la via legale da intraprendere sarebbe diversa a seconda che il sito fosse statunitense o italiano. Quindi per questo ho la necessità di escludere almeno che sia italiano. Non mi interessa sapere la nazionalità precisa. Tuttavia, se non ti è di disturbo, volevo avere un tuo parere. In pratica ho visto che il sito viene sponsorizzato molto all' estero, inoltre leggendo la politica sulla privacy del sito, si menziona una conformità con la legge dei paesi bassi, in aggiunta il sito è scritto totalmente in inglese. Magari queste cose non sono molto rilevanti, ma secondo te posso escludere che sia italiano? Scusa se ti sto disturbando ma sei stato gentilissimo nel darmi qualche spiegazione
Sinceramente non so risponderti con certezza...il fatto che il sito sia scritto in Inglese è abbastanza comune essendo una lingua internazionale. La pubblicità all'estero dipende da quanto un'azienda può finanziare una campagna pubblicitaria. La conformità con la legge dei Paesi Bassi è molto generico...magari rientra in una normativa Europea più generale o magari a chissà qualche normativa appartiene. Sono info che di per sé non dicono nulla sull'azienda, per quanto ne so io.
 

Dxtab

Utente Iron
30 Gennaio 2022
23
6
2
10
Ultima modifica:
Sinceramente non so risponderti con certezza...il fatto che il sito sia scritto in Inglese è abbastanza comune essendo una lingua internazionale. La pubblicità all'estero dipende da quanto un'azienda può finanziare una campagna pubblicitaria. La conformità con la legge dei Paesi Bassi è molto generico...magari rientra in una normativa Europea più generale o magari a chissà qualche normativa appartiene. Sono info che di per sé non dicono nulla sull'azienda, per quanto ne so io.
Quindi una singola persona non avrebbe potuto realizzarlo e finanziare tutta questa pubblicità? Si dovrebbe parlare di compagnia o azienda, giusto? Inoltre quando faccio una ricerca su whois, il proprietario del sito sa che ho ricercato il suo sito web? Scusami per tutte queste domande, dopo di questo la smetto di stressarti hahah. Grazie infinite!
 

CrazyMonk

Utente Electrum
24 Dicembre 2021
309
13
119
112
Quindi una singola persona non avrebbe potuto realizzarlo e finanziare tutta questa pubblicità? Si dovrebbe parlare di compagnia o azienda, giusto? Inoltre quando faccio una ricerca su whois, il proprietario del sito sa che ho ricercato il suo sito web? Scusami per tutte queste domande, dopo di questo la smetto di stressarti hahah. Grazie infinite!
Anche una persona singola può registrare un dominio. Di solito, però, quando c'è un progetto abbastanza grande, non c'è mai una sola persona dietro. La mole di dati che gestiscono i server è immane...una richiesta whois non cattura alcuna attenzione...inoltre sono informazioni disponibili pubblicamente (OSINT).
 
  • Mi piace
Reazioni: Dxtab

Dxtab

Utente Iron
30 Gennaio 2022
23
6
2
10
Anche una persona singola può registrare un dominio. Di solito, però, quando c'è un progetto abbastanza grande, non c'è mai una sola persona dietro. La mole di dati che gestiscono i server è immane...una richiesta whois non cattura alcuna attenzione...inoltre sono informazioni disponibili pubblicamente (OSINT).
Ok grazie mille. Perdonami se ti disturbo ancora ma volevo farti vedere questa pagina. È probabile che il sito sia di questo tizio? https://www.genglobal.org/user/markeloff12