Discussione Articolo BharOs e IndOs i sistemi operativi Indiani che sfidano Android e iOS, Privacy e Sicurezza? Oppure no?

DjCanigia

Moderatore
20 Agosto 2012
2,931
197
2,266
1,509
Ultima modifica:
maxresdefault.jpg

1    BharOs e IndOs i nuovi sistemi operativi mobile Indiani

L'India ha una posizione dominante nella produzione di dispositivi mobile, è seconda al mondo con 300 stabilimenti in cui ogni anno vengono prodotti 330 milioni di smartphone, per un valore pari a 30 miliardi di dollari.
Nel grafico seguente condiviso dall'ex ministro per la Tecnologia indiano, Ravi Shankar Prasad, possiamo vedere l'evoluzione del paese nella produzione di dispositivi: (dal 2014 al 2019)
EZZ0atSUEAAXzuT.jpg

Tra i marchi che hanno affidato la loro produzione in questo paese troviamo Samsung che gestisce a Noida (capoluogo del distretto di Gautam Buddha Nagar, nello stato federato dell'Uttar Pradesh) il più grande stabilimento del mondo di telefoni cellulari, poi abbiamo Apple, che produce alcuni modelli tra cui alcuni modelli di iPhone e la Xiaomi India, il cui direttore generale Manu Kumar Jain ha confermato che il 99% dei prodotti della sua azienda viene realizzato proprio qui.

Vista la rapida crescita economica del paese, il governo Indiano annuncia due nuovi sistemi operativi ossia IndOs e BharOs che farebbero come competitor per iOS di Apple e Android di Google, per incentivare ancor più il Made in India.

2    Ma è solo concorrenza o c'è dell'altro?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo fare un passo indietro, nell'ottobre del 2022 la CCI (Competition Commission of India), l'ente regolatore indiano ha multato Google a causa di alcune pratiche anti-competitive sui dispositivi Android.
La multa ammonta a 168 milioni di dollari (circa 1337.76 rupie indiane).

Secondo la CCI Big G avrebbe:
  • Impedito l'accesso al mercato ad altre applicazioni di ricerca​
  • Obbligato l'uso forzato di Google Chrome per alcuni​
  • Impostato Google Play Store come unico store ufficiale che ha ridotto la possibilità dei fornitori di scegliere un sistema operativo diverso​
Ovviamente non si è fatta mancare la risposta di Google che ha presentato ricorso all'ente indiano, dichiarando che i cambiamenti proposti dal CCI possano aprire Android a rischi per quanto riguarda la sicurezza e un aumento del costo dei dispositivi.

Inoltre pochi giorni fà il governo indiano ha rincarato la dose obbligando di fatto Google a ospitare app store di terze parti per fornire una scelta più ampia e a disposizione degli utenti.

3    Ma quindi cos'è BharOs?

Sviluppato presso il prestigioso Indian Institute of Technology Madras e di natura open-source, BharOs è un sistema operativo per dispositivi mobili basato su AOSP di Android ovviamente con le personalizzazioni aggiunte dal governo Indiano in collaborazione con Indian Institute of Technology Madras da cui è nata JandKops, la startup che ha dato vita a questa UI.
Dalle prime informazioni che sono state rilasciate si deduce che sarà concentrato principalmente su privacy e sicurezza con piena libertà di installazione di applicazioni dai vari market anche di terze parti e con una lista di software certificati per l'uso sicuro.
Inoltre è presente una funzione denominata "No Default Apps" che evita la pre-installazione di molte applicazioni predefinite già alla prima installazione, dando all'utente libertà di scelta su quali app installare, aiutandolo con uno store chiamato "Private App Store Services" il quale fornisce una lista di app verificate come attendibili e sicure dalla compagnia.
Gli aggiornamenti verranno installati automaticamente con un sistema chiamato "Native Over The Air", in questo modo l'utente avrà sempre il sistema aggiornato con le ultime patch di sicurezza.

Possiamo vedere qualche anteprima nel video pubblicato su twitter dall'attuale Ministro delle Tecnologie Ashwini Vaishnaw:


4    Considerazioni e conclusioni

Attendendo nuove informazioni riguardanti i vari sistemi operativi, sopratutto per IndOs che attualmente è solamente stato nominato ma non presentato, e BharOs che ha iniziato i test ufficiali solamente pochi giorni fa, nel frattempo possiamo fare un paio di considerazioni:

4.1    Sarà veramente un concorrente ad Android e iOS?

Inizialmente sarà disponibile per agenti governativi e settori sensibili; sicuramente per questi ambiti potrà essere molto utile visto la sicurezza e privacy come punti forti del progetto. Il rilascio sul mercato consumer potrebbe arrivare in seguito.
Ad ogni modo a mio parere la risposta è no, non riuscirà a concorrere con Google e Apple, almeno per quanto riguarda il mercato europeo, visto anche come è stato diffuso HarmonyOS (sistema operativo di Huawei), il quale difficilmente lo troviamo nella quotidianità degli europei, questo perchè è troppo diverso e non "user-friendly".
Noi Italiani in primis difficilmente cambiamo abitudini, abbiamo "paura" della novità, solitamente guardiamo gli altri e acquistiamo di conseguenza, questo è un modo per sentirci meno "inferiori" e per non rimanere "soli". Quanti in Italia tengono dispositivi Apple solamente perchè "c'è l'hanno tutti"?
Potrei fare mille esempi, nel mio setto di lavoro informatico, ho sentito tantissime persone dirmi "compro iphone perchè android va di merd*" e poi paragonano sempre smartphone Android da 100/200 euro con l'ultimo iPhone... Con questo non intendo dire "iOS è una merd*" ma che ognuno dei due S.O. ha i suoi vantaggi e svantaggi, entrambi sono buoni sistemi operativi però mirati a due fasce di utenza diverse, una più classica (Apple) e un'altra più personalizzata e più orientata all'innovazione (Android).

4.2    Ma soprattutto quali saranno i marchi interessati ad adottare questo S.O.?

Questa è una domanda interessante in quanto non credo ci sia nessun interesse da parte di nessun marchio attualmente, Samsung è il più improbabile visto l'accoppiata perfetta con Android e il suo ecosistema già perfetto così, Xiaomi ha il suo Android già personalizzato (MIUI) fin dalla nascita cosi come Redmi e POCO (sottobrand Xiaomi), Oppo segue con il suo ColorOS, e a seguire gli altri competitor come OnePlus, Realme, vivo.. tutti hanno in comune un sistema operativo Android personalizzato e ottimizzato dall'azienda stessa; quindi non hanno alcun interesse ad adottare nuovi sistemi.

4.2.1    E Huawei?

Forse potrebbe riadottare Android utilizzando BharOs? Buttando così tutto il lavoro speso dietro HarmonyOS?
Non so, potrebbe essere un modo per tornare nel mercato Android europeo rispettando il ban, ma allo stesso tempo buttare tanto lavoro visto anche gli ultimi sviluppi dell'ecosistema..

E voi cosa ne pensate?
Sarà un flop a livello europeo?
Che marchi potrebbero essere interessati? E per quale motivo secondo voi?
 
Il problema è quanto effettivamente sarà supportato e quanto la politica dell'azienda sarà trasparente con l'utenza, perché è facile sembrare più sicuri se chiudi tutto e nascondi la polvere sotto il tappeto, anche iOs ha continue patch di sicurezza perché ogni tanto si sgama qualcosa di davvero brutto ma competere con google e apple in tal senso è una missione molto ardua
 
  • Mi piace
Reazioni: DjCanigia
Il problema è quanto effettivamente sarà supportato e quanto la politica dell'azienda sarà trasparente con l'utenza, perché è facile sembrare più sicuri se chiudi tutto e nascondi la polvere sotto il tappeto, anche iOs ha continue patch di sicurezza perché ogni tanto si sgama qualcosa di davvero brutto ma competere con google e apple in tal senso è una missione molto ardua
Già ripeto secondo me ha senso solamente per alcuni settori dove la sicurezza è una priorità per il mercato privato bah..
 
Il sistema è open source però i sorgenti non sono ancora disponibili o per lo meno io non ho trovato nulla
Per l'appunto, se open source i sorgenti dovono essere reperibili per una questione di garanzia, non puoi dire che il tuo prodotto è open source se non hai un repository aziendale in cui si trovano tutti i sorgenti con i push fatti a regola
 
  • Mi piace
Reazioni: DjCanigia
Concordo con quanto dice @nfvblog, fin quando non ci saranno dei repository aperti a tutti non si potrà dire che il progetto è open-source e l'aspetto sicurezza è da escludere. Inoltre, come dicevi anche tu @DjCanigia, nei paesi Occidentali è destinato a fallire perché abbiamo già delle abitudini molto molto consolidate con altri SO che sono sul mercato da anni: Android e IOS per l'appunto. Potrebbe avere una discreta diffusione in Oriente, in paesi come la Cina, magari, che potrebbe fare accordi commerciali con l'India. Il lancio di un nuovo SO non è cosa semplice, soprattutto se ci sono già altri concorrenti presenti da anni sul mercato. Di solito chi arriva per primo nel settore trae sempre vantaggio...se arrivi molto dopo o proponi una cosa davvero unica oppure non vai da nessuna parte. Questo discorso vale se si vuole competere con le grandi multinazionali, poi se si vuole creare un prodotto di nicchia, dedicato ad una fetta molto specifica di mercato, allora è diverso. Come prodotto di nicchia ce lo vedo, ma a competere con i grandi del settore no. Poi bisognerebbe approfondire bene la questione per capire quali sono le potenzialità effettive di BharOS. Che cosa offre in più rispetto ad altri OS mobile? Quali sono i suoi punti forti? E quelli deboli? Insomma bisogna spulciare molto tutte le funzionalità, a parte quelle che citavi relative allo store per scaricare le app.
 
  • Mi piace
Reazioni: DjCanigia
Concordo con quanto dice @nfvblog, fin quando non ci saranno dei repository aperti a tutti non si potrà dire che il progetto è open-source e l'aspetto sicurezza è da escludere. Inoltre, come dicevi anche tu @DjCanigia, nei paesi Occidentali è destinato a fallire perché abbiamo già delle abitudini molto molto consolidate con altri SO che sono sul mercato da anni: Android e IOS per l'appunto. Potrebbe avere una discreta diffusione in Oriente, in paesi come la Cina, magari, che potrebbe fare accordi commerciali con l'India. Il lancio di un nuovo SO non è cosa semplice, soprattutto se ci sono già altri concorrenti presenti da anni sul mercato. Di solito chi arriva per primo nel settore trae sempre vantaggio...se arrivi molto dopo o proponi una cosa davvero unica oppure non vai da nessuna parte. Questo discorso vale se si vuole competere con le grandi multinazionali, poi se si vuole creare un prodotto di nicchia, dedicato ad una fetta molto specifica di mercato, allora è diverso. Come prodotto di nicchia ce lo vedo, ma a competere con i grandi del settore no. Poi bisognerebbe approfondire bene la questione per capire quali sono le potenzialità effettive di BharOS. Che cosa offre in più rispetto ad altri OS mobile? Quali sono i suoi punti forti? E quelli deboli? Insomma bisogna spulciare molto tutte le funzionalità, a parte quelle che citavi relative allo store per scaricare le app.
Se continuiamo con queste politiche in cui tutto si produce nel sol levante sicuramente non finiremo bene, perché comunque un minimo di produzione locale è quello che mantiene in piedi un paese, se stronchi la classe media produttiva ammazzi il paese essendo la stessa il suo polmone attivo che investendo il proprio stipendio tra le stesse tasse statali, nel mercato azionario con delle obbligazioni di stato e tanto tanto altro garantisce un buon benessere medio
 
  • Mi piace
Reazioni: DjCanigia
Concordo con quanto dice @nfvblog, fin quando non ci saranno dei repository aperti a tutti non si potrà dire che il progetto è open-source e l'aspetto sicurezza è da escludere. Inoltre, come dicevi anche tu @DjCanigia, nei paesi Occidentali è destinato a fallire perché abbiamo già delle abitudini molto molto consolidate con altri SO che sono sul mercato da anni: Android e IOS per l'appunto. Potrebbe avere una discreta diffusione in Oriente, in paesi come la Cina, magari, che potrebbe fare accordi commerciali con l'India. Il lancio di un nuovo SO non è cosa semplice, soprattutto se ci sono già altri concorrenti presenti da anni sul mercato. Di solito chi arriva per primo nel settore trae sempre vantaggio...se arrivi molto dopo o proponi una cosa davvero unica oppure non vai da nessuna parte. Questo discorso vale se si vuole competere con le grandi multinazionali, poi se si vuole creare un prodotto di nicchia, dedicato ad una fetta molto specifica di mercato, allora è diverso. Come prodotto di nicchia ce lo vedo, ma a competere con i grandi del settore no. Poi bisognerebbe approfondire bene la questione per capire quali sono le potenzialità effettive di BharOS. Che cosa offre in più rispetto ad altri OS mobile? Quali sono i suoi punti forti? E quelli deboli? Insomma bisogna spulciare molto tutte le funzionalità, a parte quelle che citavi relative allo store per scaricare le app.
Esatto, i suoi punti forti sono la privacy, la sicurezza e la libertà di installare store terzi. Ma oltre a questo al momento non è stato annunciato nient'altro.. E comunque è sempre basato su Android alla fine..
 
Se continuiamo con queste politiche in cui tutto si produce nel sol levante sicuramente non finiremo bene, perché comunque un minimo di produzione locale è quello che mantiene in piedi un paese, se stronchi la classe media produttiva ammazzi il paese essendo la stessa il suo polmone attivo che investendo il proprio stipendio tra le stesse tasse statali, nel mercato azionario con delle obbligazioni di stato e tanto tanto altro garantisce un buon benessere medio
Esatto, è proprio così. Bisogna cercare di limitare la produzione in Oriente, fermarla sarebbe impossibile oggi come oggi. Eppure le aziende continuano a preferire la produzione in Cina perché lì la manodopera costa di meno e i lavoratori non hanno alcun diritto. Di conseguenza anche il prodotto finale ha un prezzo più basso. In Italia, invece, il lavoro "costa" di più, per fortuna direi, però i prezzi aumentano. Come si fa a competere con un paese che paga i lavoratori per dire 0,10 l'ora, mentre noi paghiamo 10 volte tanto? Aumentare per la Cina il costo delle importazioni in Italia? Diventerebbe una guerra commerciale. L'unica sarebbe che una commissione internazionale obblighi paesi come la Cina e simili ad avere le stesse norme sul lavoro che abbiamo noi, poi voglio vedere se riescono a tenere i prezzi ancora così bassi. C'è da considerare pure il sistema pensionistico e quello sanitario che lì se lo sognano certi operai. Lo Stato Italiano si deve assolutamente sburocratizzare e tutelare le aziende che vogliono produrre qui, altrimenti faremo una brutta fine. Tagliare le tasse e dare incentivi...ma sono problemi che abbiamo da una vita...poi ci sono le aziende che prendono i soldi qui e spostano le loro sedi legali nei paradisi fiscali. Insomma non è facile il discorso.
 
  • Mi piace
Reazioni: DjCanigia
Dubito che riusciranno ad eguagliare iOS. Sono curioso di conoscere i nuovi sistemi operativi indiani.
Guarda su alcuni aspetti può superarlo ma sul fatto dell'ecosistema e la compatibilità non credo, perché comunque se hai altri dispositivi apple o in macchina il sistema bluetooth per l'interfacciamento su iOs sicuramente va tutto, mentre su android dipende della rom del vendor
 
  • Mi piace
Reazioni: DjCanigia
mentre su android dipende della rom del vendor
bhè insomma, con android puoi andare tranquillo con tantissime cose, ci sono svariate app e dispositivi che sono disponibili solamente su android senza app similari su iOS. Poi essendo un sistema aperto per gli sviluppatori è più semplice implementarlo, al contrario di iOS
 
bhè insomma, con android puoi andare tranquillo con tantissime cose, ci sono svariate app e dispositivi che sono disponibili solamente su android senza app similari su iOS. Poi essendo un sistema aperto per gli sviluppatori è più semplice implementarlo, al contrario di iOS
Si, alcune app su iOs non ci sono ma molte volte per l'utilizzo semplice di tutti i giorni il fatto che un iphone voglia minor cure e che comunque sia supportato quasi vita natural durante sono i suoi veri punti di forza
 
  • Mi piace
Reazioni: DjCanigia
Si, alcune app su iOs non ci sono ma molte volte per l'utilizzo semplice di tutti i giorni il fatto che un iphone voglia minor cure e che comunque sia supportato quasi vita natural durante sono i suoi veri punti di forza
Dipende dall'utente finale, io ad esempio con iOS non riesco a trovarmi ne su iPad/iPhone ne con mac. Ne nella quotidianità ne per il resto delle cose 😂
 
Ultima modifica:
Se posso esprimere la mia opinione, parliamo di frontiere completamente diverse.
In primis Apple non potrà mai essere superata per molteplici fattori, mi chiedo chi ancora dubita o mette a confronto due categorie del genere.
Ora, detto sinceramente mi sembra strano e mi domando come sia possibile fare un sistema operativo ed in poco tempo già proclamarlo a "migliore" o "incentivato sulla sicurezza" o a metterlo a "confronto", per quanto mi riguarda è un insulto a chi nel settore come iOS e Android ci sono già da molto prima, compreso di intere aziende, persone, multinazionali, team, sviluppatori e supporter e tanto altro che ci sono dietro, e se non è cosi, quantomeno sembra esserlo.
Sarà che non mi sono informato abbastanza a riguardo, ma da come mi hanno detto e da come ho potuto capire, sembra che ne parlano meglio solo alcune testate ma sono poco rilevabili, molto generalizzate e non mi sembra che abbiano parlato stesso loro di fantomatici "confronti", e che anzi, sembra che lo stiano finendo ancora di progettare per usi "ristretti", senza parlare del fatto che appunto ancora non sono stati nemmeno specifici o approfonditi su niente.
(Farebbero meglio a togliere il motto " Safe and Secure " , che già mi pare molto pretenzioso.
In ogni caso, concordo sul fatto delle abitudini, perchè spesso anche quando un prodotto si rivela essere migliore (ed oggi parliamo di piccole differenze), tendiamo comunque ad usare quello che usano e hanno tutti, (purchè il prezzo da pagare sia comunque fattibile) quindi, seguendo questo discorso, anche se un indomani si rilevasse essere qualcosa di importante, e considerando quanto lavoro ci sarà ancora da fare, probabilmente potrebbe non ricevere il giusto supporto..
Vedremo come proseguirà :lol:
 
  • Mi piace
Reazioni: DjCanigia
Se posso esprimere la mia opinione, parliamo di frontiere completamente diverse.
In primis Apple non potrà mai essere superata per molteplici fattori, mi chiedo chi ancora dubita o mette a confronto due categorie del genere.
Ora, detto sinceramente mi sembra strano e mi domando come sia possibile fare un sistema operativo ed in poco tempo già proclamarlo a "migliore" o "incentivato sulla sicurezza" o a metterlo a "confronto", per quanto mi riguarda è un insulto a chi nel settore come iOS e Android ci sono già da molto prima, compreso di intere aziende, persone, multinazionali, team, sviluppatori e supporter e tanto altro che ci sono dietro, e se non è cosi, quantomeno sembra esserlo.
Sarà che non mi sono informato abbastanza a riguardo, ma da come mi hanno detto e da come ho potuto capire, sembra che ne parlano meglio solo alcune testate ma sono poco rilevabili, molto generalizzate e non mi sembra che abbiano parlato stesso loro di fantomatici "confronti", e che anzi, sembra che lo stiano finendo ancora di progettare per usi "ristretti", senza parlare del fatto che appunto ancora non sono stati nemmeno specifici o approfonditi su niente.
(Farebbero meglio a togliere il motto " Safe and Secure " , che già mi pare molto pretenzioso.
In ogni caso, concordo sul fatto delle abitudini, perchè spesso anche quando un prodotto si rivela essere migliore (ed oggi parliamo di piccole differenze), tendiamo comunque ad usare quello che usano e hanno tutti, (purchè il prezzo da pagare sia comunque fattibile) quindi, seguendo questo discorso, anche se un indomani si rilevasse essere qualcosa di importante, e considerando quanto lavoro ci sarà ancora da fare, probabilmente potrebbe non ricevere il giusto supporto..
Vedremo come proseguirà :lol:
Concordo assolutamente su tutto, loro dichiarano che sia più sicuro senza dare motivazioni oppure mostrare un paio di righe di sorgente, il che è strano da un progetto open source.
Sicuramente un punto forte come ho scritto, è il fatto di poter installare store di terzi, però anche su android ci sono metodi per farlo (anche se magari macchinosi per l'utente medio) quindi tanta differenza alla fine non c'è.
 
Se posso esprimere la mia opinione, parliamo di frontiere completamente diverse.
In primis Apple non potrà mai essere superata per molteplici fattori, mi chiedo chi ancora dubita o mette a confronto due categorie del genere.
Ora, detto sinceramente mi sembra strano e mi domando come sia possibile fare un sistema operativo ed in poco tempo già proclamarlo a "migliore" o "incentivato sulla sicurezza" o a metterlo a "confronto", per quanto mi riguarda è un insulto a chi nel settore come iOS e Android ci sono già da molto prima, compreso di intere aziende, persone, multinazionali, team, sviluppatori e supporter e tanto altro che ci sono dietro, e se non è cosi, quantomeno sembra esserlo.
Sarà che non mi sono informato abbastanza a riguardo, ma da come mi hanno detto e da come ho potuto capire, sembra che ne parlano meglio solo alcune testate ma sono poco rilevabili, molto generalizzate e non mi sembra che abbiano parlato stesso loro di fantomatici "confronti", e che anzi, sembra che lo stiano finendo ancora di progettare per usi "ristretti", senza parlare del fatto che appunto ancora non sono stati nemmeno specifici o approfonditi su niente.
(Farebbero meglio a togliere il motto " Safe and Secure " , che già mi pare molto pretenzioso.
In ogni caso, concordo sul fatto delle abitudini, perchè spesso anche quando un prodotto si rivela essere migliore (ed oggi parliamo di piccole differenze), tendiamo comunque ad usare quello che usano e hanno tutti, (purchè il prezzo da pagare sia comunque fattibile) quindi, seguendo questo discorso, anche se un indomani si rilevasse essere qualcosa di importante, e considerando quanto lavoro ci sarà ancora da fare, probabilmente potrebbe non ricevere il giusto supporto..
Vedremo come proseguirà :lol:
Si tratta di metodi di utilizzo differenti, sui dispositivi apple trovi app professionali che su android non ci sono ma mancano le app community che per alcuni impieghi possono essere utili, secondo me questo sistema indiano è solo l'ennesimo fork di android è da vedere come porteranno avanti il tutto
 
  • Mi piace
Reazioni: DjCanigia
In primis Apple non potrà mai essere superata per molteplici fattori, mi chiedo chi ancora dubita o mette a confronto due categorie del genere.

Io eviterei risposte così categoriche, Forbes nel 2007 diceva la stessa cosa di Nokia, sappiamo tutti com'è finita...

L'India è un paese particolarmente nazionalistico con un mercato di più di un miliardo di persone. Anche io non credo che questi sistemi siano il futuro, ma l'India ha un potenziale incredibile
Nokia-Forbes.png
 
  • Mi piace
Reazioni: --- Ra ---
Io eviterei risposte così categoriche, Forbes nel 2007 diceva la stessa cosa di Nokia, sappiamo tutti com'è finita...

L'India è un paese particolarmente nazionalistico con un mercato di più di un miliardo di persone. Anche io non credo che questi sistemi siano il futuro, ma l'India ha un potenziale incredibile
Nokia-Forbes.png
Vero anche questo, però Nokia è fallita per colpa del sistema che ha adottato (il quale non era ancora affermato come S.O. mobile)
 
  • Mi piace
Reazioni: SasukeGP

1    BharOs e IndOs i nuovi sistemi operativi mobile Indiani

L'India ha una posizione dominante nella produzione di dispositivi mobile, è seconda al mondo con 300 stabilimenti in cui ogni anno vengono prodotti 330 milioni di smartphone, per un valore pari a 30 miliardi di dollari.
Nel grafico seguente condiviso dall'ex ministro per la Tecnologia indiano, Ravi Shankar Prasad, possiamo vedere l'evoluzione del paese nella produzione di dispositivi: (dal 2014 al 2019)
Visualizza allegato 68134
Tra i marchi che hanno affidato la loro produzione in questo paese troviamo Samsung che gestisce a Noida (capoluogo del distretto di Gautam Buddha Nagar, nello stato federato dell'Uttar Pradesh) il più grande stabilimento del mondo di telefoni cellulari, poi abbiamo Apple, che produce alcuni modelli tra cui alcuni modelli di iPhone e la Xiaomi India, il cui direttore generale Manu Kumar Jain ha confermato che il 99% dei prodotti della sua azienda viene realizzato proprio qui.

Vista la rapida crescita economica del paese, il governo Indiano annuncia due nuovi sistemi operativi ossia IndOs e BharOs che farebbero come competitor per iOS di Apple e Android di Google, per incentivare ancor più il Made in India.

2    Ma è solo concorrenza o c'è dell'altro?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo fare un passo indietro, nell'ottobre del 2022 la CCI (Competition Commission of India), l'ente regolatore indiano ha multato Google a causa di alcune pratiche anti-competitive sui dispositivi Android.
La multa ammonta a 168 milioni di dollari (circa 1337.76 rupie indiane).

Secondo la CCI Big G avrebbe:
  • Impedito l'accesso al mercato ad altre applicazioni di ricerca​
  • Obbligato l'uso forzato di Google Chrome per alcuni​
  • Impostato Google Play Store come unico store ufficiale che ha ridotto la possibilità dei fornitori di scegliere un sistema operativo diverso​
Ovviamente non si è fatta mancare la risposta di Google che ha presentato ricorso all'ente indiano, dichiarando che i cambiamenti proposti dal CCI possano aprire Android a rischi per quanto riguarda la sicurezza e un aumento del costo dei dispositivi.

Inoltre pochi giorni fà il governo indiano ha rincarato la dose obbligando di fatto Google a ospitare app store di terze parti per fornire una scelta più ampia e a disposizione degli utenti.

3    Ma quindi cos'è BharOs?

Sviluppato presso il prestigioso Indian Institute of Technology Madras e di natura open-source, BharOs è un sistema operativo per dispositivi mobili basato su AOSP di Android ovviamente con le personalizzazioni aggiunte dal governo Indiano in collaborazione con Indian Institute of Technology Madras da cui è nata JandKops, la startup che ha dato vita a questa UI.
Dalle prime informazioni che sono state rilasciate si deduce che sarà concentrato principalmente su privacy e sicurezza con piena libertà di installazione di applicazioni dai vari market anche di terze parti e con una lista di software certificati per l'uso sicuro.
Inoltre è presente una funzione denominata "No Default Apps" che evita la pre-installazione di molte applicazioni predefinite già alla prima installazione, dando all'utente libertà di scelta su quali app installare, aiutandolo con uno store chiamato "Private App Store Services" il quale fornisce una lista di app verificate come attendibili e sicure dalla compagnia.
Gli aggiornamenti verranno installati automaticamente con un sistema chiamato "Native Over The Air", in questo modo l'utente avrà sempre il sistema aggiornato con le ultime patch di sicurezza.

Possiamo vedere qualche anteprima nel video pubblicato su twitter dall'attuale Ministro delle Tecnologie Ashwini Vaishnaw:


4    Considerazioni e conclusioni

Attendendo nuove informazioni riguardanti i vari sistemi operativi, sopratutto per IndOs che attualmente è solamente stato nominato ma non presentato, e BharOs che ha iniziato i test ufficiali solamente pochi giorni fa, nel frattempo possiamo fare un paio di considerazioni:

4.1    Sarà veramente un concorrente ad Android e iOS?

Inizialmente sarà disponibile per agenti governativi e settori sensibili; sicuramente per questi ambiti potrà essere molto utile visto la sicurezza e privacy come punti forti del progetto. Il rilascio sul mercato consumer potrebbe arrivare in seguito.
Ad ogni modo a mio parere la risposta è no, non riuscirà a concorrere con Google e Apple, almeno per quanto riguarda il mercato europeo, visto anche come è stato diffuso HarmonyOS (sistema operativo di Huawei), il quale difficilmente lo troviamo nella quotidianità degli europei, questo perchè è troppo diverso e non "user-friendly".
Noi Italiani in primis difficilmente cambiamo abitudini, abbiamo "paura" della novità, solitamente guardiamo gli altri e acquistiamo di conseguenza, questo è un modo per sentirci meno "inferiori" e per non rimanere "soli". Quanti in Italia tengono dispositivi Apple solamente perchè "c'è l'hanno tutti"?
Potrei fare mille esempi, nel mio setto di lavoro informatico, ho sentito tantissime persone dirmi "compro iphone perchè android va di merd*" e poi paragonano sempre smartphone Android da 100/200 euro con l'ultimo iPhone... Con questo non intendo dire "iOS è una merd*" ma che ognuno dei due S.O. ha i suoi vantaggi e svantaggi, entrambi sono buoni sistemi operativi però mirati a due fasce di utenza diverse, una più classica (Apple) e un'altra più personalizzata e più orientata all'innovazione (Android).

4.2    Ma soprattutto quali saranno i marchi interessati ad adottare questo S.O.?

Questa è una domanda interessante in quanto non credo ci sia nessun interesse da parte di nessun marchio attualmente, Samsung è il più improbabile visto l'accoppiata perfetta con Android e il suo ecosistema già perfetto così, Xiaomi ha il suo Android già personalizzato (MIUI) fin dalla nascita cosi come Redmi e POCO (sottobrand Xiaomi), Oppo segue con il suo ColorOS, e a seguire gli altri competitor come OnePlus, Realme, vivo.. tutti hanno in comune un sistema operativo Android personalizzato e ottimizzato dall'azienda stessa; quindi non hanno alcun interesse ad adottare nuovi sistemi.

4.2.1    E Huawei?

Forse potrebbe riadottare Android utilizzando BharOs? Buttando così tutto il lavoro speso dietro HarmonyOS?
Non so, potrebbe essere un modo per tornare nel mercato Android europeo rispettando il ban, ma allo stesso tempo buttare tanto lavoro visto anche gli ultimi sviluppi dell'ecosistema..

E voi cosa ne pensate?
Sarà un flop a livello europeo?
Che marchi potrebbero essere interessati? E per quale motivo secondo voi?


Ma cos'è una brutta copia di Android ? C'è una versione per ambiente virtuale ? Penso sia un ottima possibilità per chi si occupa di bug bounty , o per chi vuole fare pratica.


Di solito gli indiani hanno ottime idee a livello software, ma peccano nella realizzazione, sarei curioso di provarlo , chissà che un giorno non esca un OS da poter installare sul proprio telefono come alternativa ad Android!!
 
  • Mi piace
Reazioni: DjCanigia