Guida Creare Backup ISO o Clonare HD con Clonezilla

DjCanigia

Moderatore
20 Agosto 2012
3,002
198
2,430
1,559
download.png
Clonezilla è un software open source che permette di creare copie di backup del proprio sistema operativo oppure clonare hard disk; per poi poter ripristinare in futuro allo stato attuale il proprio PC.
È disponibile in 3 diverse edizioni, la classica Clonezilla Live, Clonezilla lite server e Clonezilla SE (edizione server). La differenza sostanzialmente è la velocità e il multitasking in quanto la versione classica può eseguire il backup di un solo PC contemporaneamente le altre due possono arrivare fino a 40 PC in contemporanea se installate per esempio in una rete aziendale. Questa guida funziona su qualsiasi sistema operativo non solamente su Windows ed è possibile clonare anche un sistema con Dual Boot.

  • Clonezilla Live : Clonezilla live consente di utilizzare CD/DVD o unità flash USB per avviare ed eseguire clonezilla (solo Unicast)
  • Server Clonezilla lite : il server Clonezilla lite ti consente di utilizzare Clonezilla live per eseguire clonazioni di massa (sono supportati unicast, broadcast, multicast, bittorrent)
  • Clonezilla SE : Clonezilla SE è incluso in DRBL, pertanto è necessario prima configurare un server DRBL per utilizzare Clonezilla per eseguire clonazioni di massa (sono supportati unicast, broadcast e multicast)
In questa guida mostrerò il funzionamento di Clonezilla Live, la versione classica che sicuramente è la più utilizzata in ambito privato.

1    Caratteristiche

  • Sono supportati molti file system: (1) ext2, ext3, ext4, reiserfs, reiser4, xfs, jfs, btrfs, f2fs e nilfs2 di GNU/Linux, (2) FAT12, FAT16, FAT32, exFAT e NTFS di MS Windows, ( 3) HFS+ e APFS di Mac OS, (4) UFS di FreeBSD, NetBSD e OpenBSD, (5) minix di Minix e (6) VMFS3 e VMFS5 di VMWare ESX. Pertanto puoi clonare GNU/Linux, MS windows, Mac OS basato su Intel, FreeBSD, NetBSD, OpenBSD, Minix, VMWare ESX e Chrome OS/Chromium OS, indipendentemente dal fatto che sia a 32 bit (x86) o a 64 bit (x86- 64) OS. Per questi file system, solo i blocchi utilizzati nella partizione vengono salvati e ripristinati da Partclone . Per il file system non supportato, la copia da settore a settore viene eseguita da dd in Clonezilla.
  • LVM2 (LVM versione 1 non lo è) sotto GNU/Linux è supportato.
  • LUKS (Linux Unified Key Setup) è supportato.
  • Il caricatore di avvio, incluso grub (versione 1 e versione 2 ) e syslinux, potrebbe essere reinstallato.
  • Sono supportati entrambi i formati di partizione MBR e GPT del disco rigido. Clonezilla live può anche essere avviato su un computer BIOS o uEFI .
  • La modalità automatica è supportata. Quasi tutti i passaggi possono essere eseguiti tramite comandi e opzioni. Puoi anche utilizzare molti parametri di avvio per personalizzare l'imaging e la clonazione.
  • È supportato il ripristino di un'immagine su più dispositivi locali.
  • L'immagine potrebbe essere crittografata. Questo viene fatto con ecryptfs , un file system impilato crittografico aziendale conforme a POSIX.
  • Il multicast è supportato in Clonezilla SE, che è adatto per il clone di massa. Puoi anche usarlo in remoto per salvare o ripristinare un gruppo di computer se PXE e Wake-on-LAN sono supportati nei tuoi client.
  • Bittorrent (BT) è supportato nel server Clonezilla lite, adatto per una distribuzione massiccia. Il lavoro per la modalità BT è fatto da Ezio .
  • Il file immagine può trovarsi su disco locale, server ssh, server samba, server NFS o server WebDAV .
  • La crittografia AES-256 potrebbe essere utilizzata per proteggere l'accesso, l'archiviazione e il trasferimento dei dati.
  • Basato su Partclone (predefinito), Partimage (opzionale), ntfsclone (opzionale) o dd per creare l'immagine o clonare una partizione. Tuttavia, Clonezilla, contenente alcuni altri programmi, può salvare e ripristinare non solo partizioni, ma anche un intero disco.
  • Utilizzando un altro software gratuito drbl-winroll , anch'esso sviluppato da noi, è possibile modificare automaticamente il nome host, il gruppo e il SID della macchina MS Windows clonata.

2    Limitazioni

  • La partizione di destinazione deve essere uguale o maggiore di quella di origine.
  • Il backup differenziale/incrementale non è ancora implementato.
  • L'imaging/clonazione online non è ancora implementato. La partizione di cui creare l'immagine o clonare deve essere smontata.
  • A causa della limitazione del formato dell'immagine, l'immagine non può essere esplorata o montata. _NON_ puoi ripristinare un singolo file dall'immagine.
  • Recovery Clonezilla live con più CD o DVD non è ancora implementato. Ora tutti i file devono trovarsi in un CD o DVD se si sceglie di creare il file iso di ripristino.

3    Requisiti minimi di sistema per Clonezilla live

  • Processore X86 o x86-64
  • 196 MB di memoria di sistema (RAM)
  • Dispositivo di avvio, ad esempio unità CD/DVD, porta USB, PXE o disco rigido

4    Occorrente

5    Installazione

  1. Masterizzate il file iso su un CD/DVD, potete utilizzare software come CdBurnerXP, ImgBurn ecc...
  2. Oppure create una chiavetta Bootable con Rufus

6    Creazione Backup

  1. Inserite il CD/DVD/USB che avete creato nel PC, riavviate entrando nel BIOS (tasto CANC,ESC, F2, F10 in base al vostro PC) e impostate il dispositivo che avete scelto come avvio.
  2. Vi apparirà una schermata simile a questa:
    download.png
  3. Procedete con le impostazioni di default (prima opzione)
  4. Poi vi chiederà la lingua, scegliete quella che preferite e quella della tastiera (per quest'ultima utilizzate quella di default)
    download (1).png
  5. Ora vi chiederà se volete avviare Clonezilla da GUI oppure da shell, fate la prima opzione (GUI)
    download (2).png
  6. Ora scegliete se volete creare un immagine del vostro sistema in .ISO (per poi poterlo ripristinare) oppure se volete clonarlo su un altra partizione
    download (3).png
  7. Scegliete dove salvare il backup (la prima opzione è quella che seguirò per la guida, cioè il salvataggio su hard disk locale esterno/interno)
    download (4).png
  8. Ora collegate l'eventuale hard disk se non è già collegato, Clonezilla farà una scansione di tutte le unità collegate, appena vedete che ha rilevato l'hard disk premete CTRL+C per procedere
  9. Scegliete ora la directory del disco in cui andare a salvare l'immagine (per comodità consiglio di lasciare la root /)
  10. Successivamente scelgete la modalità "Beginner" (Modalità Principiante)
    10-clonezilla-clonare-disco-1.gif
  11. Ora ci saranno 2 opzioni che ci interessano ovvero:
  12. SAVEDISK: Crea l’immagine del disco, compreso di boot loader e tabella partizioni. Quindi salverà l’intero disco creando una immagine completa (Questa è l’opzione che andremo a scegliere per creare il Backup). Se avete un dual boot con due sistemi operativi installati esempio Windows + Linux con questa opzione potete salvare tutto in una sola e unica immagine i due sistemi operativi con il relativo boot loader.
  13. SAVEPARTS: Crea un’immagine solo della partizione di sistema, NON del disco intero come la precedente.
    download (5).png
  14. Una volta scelta l'opzione che desiderate vi chiederà di inserire un nome del file che andrà a salvare. Sceglietelo e procedete.
  15. Ora vi chiederà di quale disco creare il backup, potete selezionarne anche di più contemporaneamente, per selezionarli spuntateli con la barra spaziatrice
    14-clonezilla-manuale-italiano-1.gif
  16. Scegliete se controllare l'immagine creata con un chdisk e ripararla in caso oppure no
    15-clonezilla-guida-completa-1.gif
    16-clonezilla-guida-backup-1.gif
  17. E se volete criptare l'immagine (lo sconsiglio in quanto se perdete la chiave di decriptazione, l'immagine sarà inutilizzabile)
    clonezilla-ssd.gif
  18. Scegliete l'azione da eseguire al momento del completamento
    come-fare-backup-pc-.gif
  19. Ultimo passaggio, vi chiederà la conferma per partire digitate "Y" e INVIO e Clonezilla inizierà il suo lavoro
    backup-windows-linux.gif
  20. Clonezilla partirà a fare il backup del disco che avete scelto, come processo non è lunghissimo ma ovviamente dipende dalle dimensioni del vostro sistema operativo con tutti i file e configurazioni
    17-clonezilla-live-usb-1.gif
  21. Al momento del completamento eseguirà l'azione che avete scelto in fase di configurazione di Clonezilla (Reboot, shoutdown, cmd ecc..) quindi potete togliere il CD/DVD/USB e riavviare/avviare il PC. Nell'unità che avete usato per salvare il backup troverete una cartella con il nome che avete scelto con tutti i file per un eventuale ripristino all'interno.

7    Ripristino da Backup

  1. Inserite il CD/DVD/USB che avete creato nel PC, riavviate entrando nel BIOS (tasto CANC,ESC, F2, F10 in base al vostro PC) e impostate il dispositivo che avete scelto come avvio.
  2. Vi apparirà una schermata simile a questa:
    download.png
  3. Procedete con le impostazioni di default (prima opzione)
  4. Poi vi chiederà la lingua, scegliete quella che preferite e quella della tastiera (per quest'ultima utilizzate quella di default)
    download (1).png
  5. Ora vi chiederà se volete avviare Clonezilla da GUI oppure da shell, fate la prima opzione (GUI)
    download (2).png
  6. Ora scegliete la prima opzione se avete creato un file .ISO oppure se avete clonato una partizione/hard disk fate la seconda
    download (3).png
  7. Scegliete l'opzione che avete fatto per creare il backup (la prima opzione è quella che seguirò per la guida, cioè il ripristino da hard disk locale esterno/interno)
    download (4).png
  8. Ora collegate l'eventuale hard disk dove è presente il ripristino se non è già collegato, Clonezilla farà una scansione di tutte le unità collegate, appena vedete che ha rilevato l'hard disk premete CTRL+C per procedere
  9. Scegliete ora la cartella di Ripristino
  10. Successivamente scelgete la modalità "Beginner" (Modalità Principiante)
    10-clonezilla-clonare-disco-1.gif
  11. Ora ci saranno 2 opzioni che ci interessano ovvero:
  12. RESTOREDISK: Questa opzione è per ripristinare l'immagine .iso creata con "SAVEDISK". (Questa è l’opzione che andremo a scegliere per il Ripristino)
  13. RESTOREPARTS: Questa opzione è per ripristinare l'immagine .iso creata con "SAVEPARTS".
    download (5).png
  14. Attenzione, ovviamente con questa procedura Clonezilla andrà a sovrascrivere tutti i dati presenti sull'unità/partizione da ripristinare
  15. Ora il software farà una scansione del disco per cercare i file da ripristinare, scegliete il backup che vi interessa ripristinare (se ne avete altri) e procedete
    12-4-clonezilla-disco.gif
  16. Ora vi chiederà su che disco volete ripristinare il backup (solo se avete più dischi installati altrimenti avrete una singola voce), scegliete il disco/partizione e procedete
    12-3-clonezilla-live.gif
  17. Ora vi chiederà la conferma fate "Y" e INVIO per procedere. E partirà il ripristino.
  18. Al momento del completamento potete togliere il CD/DVD/USB e riavviare il computer, e avrete lo stesso sistema operativo con le stesse configurazioni e file che avevate nel momento del Backup (attenzione che se il backup è vecchio anche gli aggiornamenti di windows saranno vecchi, consiglio di aggiornare)

Guida creata da me da esperienze personali per Inforge.net ♥️
 
Ottima guida, non conoscevo questo tool molto utile, l'unica cosa che non ho ben capito è se posso copiare più iso di diversi s.o. su un unico hd esterno o devo usare un hd per ogni backup .iso di un singolo pc?
 
  • Mi piace
Reazioni: DjCanigia
Ottima guida, non conoscevo questo tool molto utile, l'unica cosa che non ho ben capito è se posso copiare più iso di diversi s.o. su un unico hd esterno o devo usare un hd per ogni backup .iso di un singolo pc?
Se fai l'immagine di sistema, ne puoi creare quante ne vuoi e inserirle dove vuoi (diventano delle iso che con lo stesso clonezilla poi puoi ripristinare), io solitamente quando installo i server linux creo sempre un'immagine di backup e la metto in un hard disk all'interno del pc. Ovviamente se fai invece la clonazione del disco allora devi usare un disco/partizione per ogni backup
 
  • Grazie
Reazioni: TheWorm91
Se fai l'immagine di sistema, ne puoi creare quante ne vuoi e inserirle dove vuoi (diventano delle iso che con lo stesso clonezilla poi puoi ripristinare), io solitamente quando installo i server linux creo sempre un'immagine di backup e la metto in un hard disk all'interno del pc. Ovviamente se fai invece la clonazione del disco allora devi usare un disco/partizione per ogni backup
dovrei fare una copia di backup del sistema su dei pc nuovi in caso di rottura hd per non perdere le licenze win e office, cosa mi consigli?