Altro Il mio setup di Neovim Per il LaTeX

nfvblog

Moderatore
9 Dicembre 2021
413
38
171
228

0.1    Sunto del video

Il LaTeX non possiede un IDE ufficiale, quindi ognuno si inventa la propria soluzione, tanto la sintassi è standard, nel tempo mi sono chiesto "Come posso migliorare il mio workflow?", tempo fa esisteva una estensione per VIM ma al momento era poco compatibile con le nuove configurazioni di vim con Vim Plug e similari, quindi la risposta per me è stata semplice, prendo quel progetto e ci faccio un fork, adattandolo a Vim Plug e sostituendo il reader di default con Zathura che per il mio modo di lavorare era decisamente più comodo. I sorgenti sono disponibili su Github con tanto di istruzioni per installare tutto.

0.2    Codice Sorgente

0.2.1    Vim script

Ovviamente per funzionare questo plugin necessita di un file.vim con al suo interno tutte le istruzioni per vim, ovviamente al momento le variazioni rispetto alla versione presente nel repo originale "Non è l'autore originale dello script" da cui ho fatto il fork. Qua dentro troverete le shortcuts del applicativo e la logica di gestione deI file.

0.2.2    I file script in zsh

Un altra cosa che ho modificato è la shell che viene richiamata per eseguire gli script da Bash a ZSH che utilizzo normalmente qui di seguito riporterò tutti e tre i file sh con il loro contenuto.
 
  • Mi piace
Reazioni: St3ve

St3ve

Utente Jade
12 Ottobre 2011
2,286
5
1,600
678
Ultima modifica:
Non so se lo conosci già e non so se il tuo plugin fa qualcosa di diverso, ma volendo esiste anche latexmk che ricompila il file ad ogni save. Plausibilmente ce l'hai anche già installato. È configurabile (dal file .latexmkrc) e tiene conto anche dei file di bibliografia e delle references che richiedono doppia compilazione per funzionare. Praticamente è una versione un po' più pulita dello script che stai usando, è scritto in perl ed è ancora mantenuto (l'hanno aggiornato settimana scorsa). Per provarlo al volo prova a lanciare latexmk -pvc -pdf file.tex e quando hai finito fai latexmk -c per ripulire la directory dai file inutili.

Alcuni pdf viewers (tra cui zathura) si aggiornano automaticamente quando il file cambia mentre per altri devi usare una versione equivalente di questo script. llpp (hardcodato in quello script) sarebbe un altro pdf viewer con interfaccia minimale che ti consiglio di provare, ha funzionalità più avanzate di zathura e non ha quel fastidioso bug che zathura non fixa da anni. Personalmente, però, non sono pienamente soddisfatto né di llpp e né di zathura e non uso nemmeno latexmk :asd:
 
  • Mi piace
Reazioni: nfvblog

nfvblog

Moderatore
9 Dicembre 2021
413
38
171
228
Non so se lo conosci già e non so se il tuo plugin fa qualcosa di diverso, ma volendo esiste anche latexmk che ricompila il file ad ogni save. Plausibilmente ce l'hai anche già installato. È configurabile (dal file .latexmkrc) e tiene conto anche dei file di bibliografia e delle references che richiedono doppia compilazione per funzionare. Praticamente è una versione un po' più pulita dello script che stai usando, è scritto in perl ed è ancora mantenuto (l'hanno aggiornato settimana scorsa). Per provarlo al volo prova a lanciare latexmk -pvc -pdf file.tex e quando hai finito fai latexmk -c per ripulire la directory dai file inutili.

Alcuni pdf viewers (tra cui zathura) si aggiornano automaticamente quando il file cambia mentre per altri devi usare una versione equivalente di questo script. llpp (hardcodato in quello script) sarebbe un altro pdf viewer con interfaccia minimale che ti consiglio di provare, ha funzionalità più avanzate di zathura e non ha quel fastidioso bug che zathura non fixa da anni. Personalmente, però, non sono pienamente soddisfatto né di llpp e né di zathura e non uso nemmeno latexmk :asd:
Bello... Zathura presenta sto bug orrendo, ma effettivamente non mi ha mai dato problemi, onestamente il plugin per vim l'ho appena adottato, in futuro si potrebbero fare delle modifiche per migliorarlo, quindi se ci sono delle idee ben vengano. Comunque questo plugin va sol a compilare ogni tot caratteri dando l'impressione all'utente che il tutto avvenga simultaneamente o più o meno, perché comunque ha un mezzo secondo di latenza