Discussione La mia esperienza con la EJPT-V2, opinioni e consigli per chi vuole iniziare

Hackth3w0rld

Utente Bronze
13 Gennaio 2022
36
5
20
27
Ultima modifica da un moderatore:
Salve a tutti, vorrei iniziare con un minimo di presentazione, anche per dare l'idea di cosa dovrà affrontare chi vuole iniziare in età un pò più adulta... una cosa è iniziare già a sedici anni e una cosa è iniziare da "grandi".
Ho 34 anni e sono un sistemista/sysadmin con oltre 6 anni di esperienza nel campo dell'IT. Oggi voglio condividere con voi la mia avventura nella preparazione e nel superamento dell'esame per ottenere la certificazione eJPT v2.

Quando ho sentito parlare di questa certificazione, spesso descritta come entry-level, ho pensato che sarebbe stato un percorso relativamente facile per me, considerando la mia esperienza nel settore. Tuttavia, mi sono presto reso conto che le apparenze possono ingannare. Non appena ho iniziato a studiare per l'esame, mi sono trovato immerso in un mare di concetti e nozioni che mi erano in gran parte sconosciuti. A tal proposito, spero si possa fare vorrei linkarvi questo splendido video di uno dei miei preferiti hacker su youtube, NETWORKCHUCK , perchè indica una roadmap per arrivare alla ejpt... in quanto sarà anche entry level per l'hacking ma vi assicuro che senza una conoscenza medio alta di tutto quello che c'è "dietro" all'informatica non riuscirete a passarla.



Nonostante le mie competenze pregresse, l'eJPT v2 richiedeva una preparazione approfondita e una conoscenza dettagliata di numerosi argomenti legati alla sicurezza informatica. Ho dedicato diverse settimane, se non mesi (ho iniziato un paio di anni fa circa) a studiare i fondamenti di linux, delle macchine virtuali, delle reti, il protocollo TCP/IP, modello osi, il funzionamento dei firewall e molto altro ancora. La mole di informazioni da assimilare era impressionante, e talvolta mi sentivo sopraffatto...
Ho seguito nell'ordine tutto il corso per la certificazione security+ senza però dare l'esame, non mi interessava la cert ma solo la conoscenza che da il corso per fare la certificazione, ho iniziato con hackthebox Accademy finendo quasi del tutto i livelli "0" ed un'infinità di letture nonché alcuni esercizi su tryhackme che mi iniziassero a dare l'idea di cosa fosse tutto questo che fino a quel moemtno avevo solo immaginato esistesse... E credetemi questo ha richiesto tanto tempo e studio, almeno per capire i concetti base di ogni cosa, figuriamoci approfondire e non è che io partissi proprio da sotto zero.

Durante il percorso di preparazione, mi sono imbattuto in alcune sfide che mi hanno spinto ad andare oltre i miei limiti. A volte mi sono ritrovato a ripassare concetti fondamentali che credevo di conoscere bene, lavorandoci tutti i giorni, solo per rendermi conto che c'era ancora molto da imparare. Questo processo di studio intenso e approfondito ha richiesto tempo, impegno e una buona dose di perseveranza quindi se fino a 35 anni il massimo che avete fatto è installare i driver di una stampante o formattare un pc con windows armatevi di santa pazienza e di tantoooo tempo per studiare!

Dopo tutto questo, e aver fatto altri 3 mesi circa a seguire e prendere appunti del corso sulla piattaforma(non più gratuito mi sembra dalla versione 2) è arrivato il fatidico giorno dell'esame. Nonostante la mia preparazione, non posso negare che ero nervoso. Ho affrontato le domande con attenzione e cautela, mettendo in pratica tutto ciò che avevo imparato durante le settimane di studio. Ogni quesito era una sfida da affrontare, e ho dovuto sfruttare al massimo la mia esperienza sul campo e le nozioni acquisite per risolverli. Sarà anche entry level, ma stiamo parlando di entry level di una cosa fottutissimamente avanzata, passatemi il francesismo...

Se qualcuno di voi sta pensando di intraprendere la strada della certificazione eJPT v2, voglio darvi un consiglio: non sottovalutate mai il percorso di preparazione. Sebbene sia considerata una certificazione entry-level, richiede un impegno reale per acquisire le nozioni necessarie.
Superare l'esame è stata una grande soddisfazione personale. La certificazione eJPT v2 non è stata semplice come la si può percepire all'inizio. Richiede un impegno serio, dedizione e una buona dose di umiltà per affrontare le proprie lacune e imparare nuove competenze. Oltretutto tutto quello che si studia nell'esame serve ma non serve a far passare l'esame ma serve a far raggiungere la mentalità per passarlo, ovvero come dovremmo ragionare quando si esegue un test di penetrazione, non basterà leggere gli appunti presi e visti nei video bisognerà perdere molte ore(per chi come me prima della cert era un noob, diverso se avete qualche anno(ripeto anno) di esperienza probabilmente vi sembrerà una passeggiata. Tuttavia, posso affermare con orgoglio che l'esperienza mi ha fatto crescere professionalmente e mi ha fornito una solida base di conoscenze nella sicurezza informatica.


Ora, guardando indietro, posso dire che ogni difficoltà che ho incontrato lungo il percorso è stata un'opportunità di crescita. Ho imparato a gestire lo stress e a superare gli ostacoli con determinazione. Inoltre, ho sviluppato una mentalità di apprendimento continuo, consapevole del fatto che nel campo dell'IT è fondamentale rimanere aggiornati e adattarsi ai rapidi cambiamenti tecnologici, dovesse anche solo servire quando configuro qualche server o altro, sapere cosa disabilitare e cosa controllare.

Se qualcuno di voi sta pensando di affrontare la certificazione eJPT v2, vi incoraggio a mettervi alla prova. Prendetevi il tempo necessario per studiare e comprendere i concetti chiave. Siate aperti alle sfide che incontrerete lungo il percorso e non scoraggiatevi di fronte alle difficoltà. Alla fine, l'esperienza vi darà non solo una certificazione di valore, ma anche una consapevolezza personale di quanto siete cresciuti e delle vostre capacità, oggi forum come inforge, youtube, e google possono aiutare tanto, anche durante la cert. perchè nessuno è nato imparato!

La mia esperienza con la certificazione eJPT v2 mi ha insegnato che non importa quanto esperienza abbiate nel settore, c'è sempre qualcosa di nuovo da imparare. Continuerò a coltivare la mia passione per la sicurezza informatica e a ricercare nuove opportunità di crescita professionale, e perchè no magari tra qualche mese tentando un saltino con la eccpt.

P.s. La versione due è completamente diversa dalla versione uno, non sto dicendo sia più difficile o più facile ma c'è da utilizzare tutti i concetti del corso ma facendoli tuoi...

Vi ringrazio per avermi dato la possibilità di condividere la mia storia e spero che possa ispirarvi a intraprendere la vostra avventura verso la certificazione. Ricordate sempre che il successo non arriva senza sforzo, ma ogni passo che farete vi porterà più vicini ai vostri obiettivi.
E adesso il bello è che non so se voglio passare alla eccpt oppure rimanere sul "base" ma passando a qualcosa da "blue team", mi piacerebbe avere questa abilità trasversale, almeno ai livelli iniziali, anche se non saprei da dove inizare... per ora mi concentro a fissare i concetti con un pò di macchine easy e poi ci penso, nel caso potete consigliarmi ogni proposta è ben accetta!
 
I miei più sentiti complimenti! Ottimo lavoro e grazie per aver condiviso la tua esperienza ;)
Ad maiora!

Un paio di domande un po' più di dettaglio:
  • Quanto dura l'esame e quanto tempo ti è servito per finirlo?
  • La eJPTv2 affronta e tratta anche la fase di "post exploitation" oppure si ferma all'exploitation?
 
è da tempo che vorrei iniziare ad approfondire le mie conoscenze nel campo dell'IT, ma non saprei davvero da cosa iniziare... tu cosa consiglieresti ad una persona che vuole iniziare da 0? Mi spiego, oltre alle conoscenze informatiche di base e quindi una buona capacità di apprensione nell'ambito non ho idea di dove muovermi
 
Ultima modifica:
Ad maiora semper!
Allora l'esame dura 48 ore e ci sono 35 domande... sarò io scarso a me sono servite tutte, nel senso tolte le ore per dormire e per pranzare e un po' di pausa post pranzo , un 20 ore le ho dovute perdere tutte, perché bisogna ragionare bene, se già si sa cosa guardare ok, ma essendo completamente blackbox come approccio, a parte la lettera di ingaggio che indica come è strutturata la rete non si sa niente. Ti dirò stavo per buttare la spugna poi le ultime due ore ho trovato un altro vettore che fino a quel momento avevo ignorato e ho raggiunto l'83% ma probabilmente anche senza queste due domande sarei arrivato al 70% per superarlo,ma avevo l'ansia di non passarlo ed ho preso fino all'ultimo.
Non so fino a che punto posso esprimermi a parlare dell'esame però si ferma all'explotaition con alcuni concetti di pivoting(che io non sono riuscito a fare , quindi inizierò proprio da qui a studiare) e di privesc.
Messaggio unito automaticamente:

è da tempo che vorrei iniziare ad approfondire le mie conoscenze nel campo dell'IT, ma non saprei davvero da cosa iniziare... tu cosa consiglieresti ad una persona che vuole iniziare da 0? Mi spiego, oltre alle conoscenze informatiche di base e quindi una buona capacità di apprensione nell'ambito non ho idea di dove muovermi
Da zero zero? Dalle basi, lo so sembrerà strano ma questo è un settore particolare senza le basi non avrai mai idea di cosa fare... Se segui quel video che ho linkato ti dà una buona idea del percorso delle certificazioni, non tanto per prendere le certificazioni per iniziare a studiare. Sicuramente fondamenti delle reti, un corso di comandi iniziali di Linux,almeno per capire di cosa parliamo...
Se poi sei giovane,essendo una skill che ancora manca a me, un po' di programmazione pure base...
Iniziando da qui(ed è cmq un bel po' di roba da chi parte da zero zero) poi sarai tu stesso a capire cosa ti serve in base al punto che vuoi raggiungere, a mio avviso.
 
  • Mi piace
Reazioni: 0xbro e Syrio-
Che io sappia, solo in inglese, puoi tradurre qualcosa con Google ma da quello che sto vedendo,per ora, i contenuti di qualità sono in inglese... Lo stesso oxbro che è italiano(credo) fa video in inglese ... Quindi ci vuole un po' di comprensione anche di quello, almeno scritto. Nn l'avevo messo nelle competenze base ma solo perché lo davo per scontato... Non sto dicendo neanche lì di essere madre e lingua o di sapere tutto il vocabolario ma almeno i termini tecnici/ capire cosa vuole dire chi ci parla
 
  • Mi piace
Reazioni: 0xbro
Sì confermo quanto detto da @Hackth3w0rld , di materiale in italiano ce n'è poco ed è pure fatto male, se si vuole intraprendere seriamente questo percorso ci si deve muovere sull'inglese (almeno almeno comprensione dell'inglese scritto).

Gli unici canali YouTube italiani che conosco e apprezzo li ho menzionati qui (https://www.inforge.net/forum/threa...la-sicurezza-informatica.602075/#post-5232708), altri non credo ne esistano.

Corsi o libri in italiano, fatti bene, ne conosco ancora meno: molti dei libri in italiano sono tradotti malamente dall'inglese e quindi sono poco chiari o mal strutturati, mentre i corsi molto spesso sono fuffa o sono comunque fatti male
 
  • Grazie
Reazioni: Hackth3w0rld
Sì confermo quanto detto da @Hackth3w0rld , di materiale in italiano ce n'è poco ed è pure fatto male, se si vuole intraprendere seriamente questo percorso ci si deve muovere sull'inglese (almeno almeno comprensione dell'inglese scritto).

Gli unici canali YouTube italiani che conosco e apprezzo li ho menzionati qui (https://www.inforge.net/forum/threa...la-sicurezza-informatica.602075/#post-5232708), altri non credo ne esistano.

Corsi o libri in italiano, fatti bene, ne conosco ancora meno: molti dei libri in italiano sono tradotti malamente dall'inglese e quindi sono poco chiari o mal strutturati, mentre i corsi molto spesso sono fuffa o sono comunque fatti male
E invece se volessi integrare con un po' di Blue team prima di passare allo studio matto e forsennato per la eccpt che cert potrei prendere? Per diciamo riuscire a capire meglio il lato "difensivo"... Perché ok, bellissimo so come si sfrutta questo e come si sfrutta quello... Ma c'è qualcosa al livello di corso ejpt (sia di difficoltà che di ricchezza di info) per lato Blue team? Oppure magari pure più di alto livello che però mi può dare una panoramica sulle cose in cui mi devo focalizzare ?
 
E invece se volessi integrare con un po' di Blue team prima di passare allo studio matto e forsennato per la eccpt che cert potrei prendere? Per diciamo riuscire a capire meglio il lato "difensivo"... Perché ok, bellissimo so come si sfrutta questo e come si sfrutta quello... Ma c'è qualcosa al livello di corso ejpt (sia di difficoltà che di ricchezza di info) per lato Blue team? Oppure magari pure più di alto livello che però mi può dare una panoramica sulle cose in cui mi devo focalizzare ?
Su questo non so risponderti, io mi occupo solo di Offensive per cui non mi sono mai addentrato molto sull'argomento. Ho visto che la offensive security (ma forse anche INE) hanno dei corsi di base per blue team, ma non so dare un giudizio in merito - nè sul costo, nè seui contenuti
 
  • Mi piace
Reazioni: Hackth3w0rld
@Hackth3w0rld grazie per aver condiviso la tua esperienza che mi ha ispirato ulteriore fiducia, anche io stavo pensando di intraprendere il percorso.
Non ho molta esperienza e 32 anni, ho però una discreta conoscenza dei concetti di base (programmazione ma soprattutto networking) e della lingua inglese, credo che mi saranno di aiuto per superare le difficoltà del corso che sicuramente incontrerò.​
quello che si studia nell'esame serve ma non serve a far passare l'esame ma serve a far raggiungere la mentalità per passarlo, ovvero come dovremmo ragionare quando si esegue un test di penetrazione, non basterà leggere gli appunti presi
ottimo consiglio, questo approccio di studio lo vedo positivamente, infatti una delle mie difficoltà che sto riscontrando nel fare i challenge sulle piattaforme HTB e su THM è che pur avendo le conoscenze dei tools non riesco a ragionare nel modo corretto per trovare le vulnerabilità.​
La mia esperienza con la certificazione eJPT v2 mi ha insegnato che non importa quanto esperienza abbiate nel settore, c'è sempre qualcosa di nuovo da imparare. Continuerò a coltivare la mia passione per la sicurezza informatica e a ricercare nuove opportunità di crescita professionale, e perchè no magari tra qualche mese tentando un saltino con la eccpt.
L'umiltà di mettersi in discussione e la voglia di imparare penso siano fondamentali nel nostro settore in quanto è in continua evoluzione.​
 
  • Love
Reazioni: Hackth3w0rld
Ad maiora semper!
Allora l'esame dura 48 ore e ci sono 35 domande... sarò io scarso a me sono servite tutte, nel senso tolte le ore per dormire e per pranzare e un po' di pausa post pranzo , un 20 ore le ho dovute perdere tutte, perché bisogna ragionare bene, se già si sa cosa guardare ok, ma essendo completamente blackbox come approccio, a parte la lettera di ingaggio che indica come è strutturata la rete non si sa niente. Ti dirò stavo per buttare la spugna poi le ultime due ore ho trovato un altro vettore che fino a quel momento avevo ignorato e ho raggiunto l'83% ma probabilmente anche senza queste due domande sarei arrivato al 70% per superarlo,ma avevo l'ansia di non passarlo ed ho preso fino all'ultimo.
Non so fino a che punto posso esprimermi a parlare dell'esame però si ferma all'explotaition con alcuni concetti di pivoting(che io non sono riuscito a fare , quindi inizierò proprio da qui a studiare) e di privesc.
Messaggio unito automaticamente:


Da zero zero? Dalle basi, lo so sembrerà strano ma questo è un settore particolare senza le basi non avrai mai idea di cosa fare... Se segui quel video che ho linkato ti dà una buona idea del percorso delle certificazioni, non tanto per prendere le certificazioni per iniziare a studiare. Sicuramente fondamenti delle reti, un corso di comandi iniziali di Linux,almeno per capire di cosa parliamo...
Se poi sei giovane,essendo una skill che ancora manca a me, un po' di programmazione pure base...
Iniziando da qui(ed è cmq un bel po' di roba da chi parte da zero zero) poi sarai tu stesso a capire cosa ti serve in base al punto che vuoi raggiungere, a mio avviso.

Ovviamente ti parlo da persona che non ha mai avuto approccio verso questo mondo, però avendo 23 anni mi piacerebbe tanto cominciare adesso che ho più tempo da dedicargli… purtroppo non ho mai iniziato e le cose che si possono fare sono infinite per questo ho dei dubbi
 
Ultima modifica:
Ovviamente ti parlo da persona che non ha mai avuto approccio verso questo mondo, però avendo 23 anni mi piacerebbe tanto cominciare adesso che ho più tempo da dedicargli… purtroppo non ho mai iniziato e le cose che si possono fare sono infinite per questo ho dei dubbi
Inizia a studiare... Parti dalle basi( e le basi sono tanta roba chi ha fatto già a scuola informatica o è laureato in cybersec è super avvantaggiato ma ahimè chi non lo è deve fare più botta) e se davvero ti piace mese dopo mese capirai tu in cosa vuoi specializzarti... Ma scordati il percorso mago del computer in 10 giorni, hahaha pure usando tools e framework ci vuole tanto ma tanto tempo da dedicarci.
Essendo consapevoli di questo e di non volere i risultati in poco tempo puoi iniziare.
 
@Hackth3w0rld per capire meglio, è questo corso che hai fatto?

 
@Hackth3w0rld per capire meglio, è questo corso che hai fatto?

Yes, ho preso l'iscrizione annuale magari per seguire anche altri percorsi di studio... Però ora più vado avanti e più capisco cosa volevano dire con entry level :)))
 
Salve a tutti, vorrei iniziare con un minimo di presentazione, anche per dare l'idea di cosa dovrà affrontare chi vuole iniziare in età un pò più adulta... una cosa è iniziare già a sedici anni e una cosa è iniziare da "grandi".
Ho 34 anni e sono un sistemista/sysadmin con oltre 6 anni di esperienza nel campo dell'IT. Oggi voglio condividere con voi la mia avventura nella preparazione e nel superamento dell'esame per ottenere la certificazione eJPT v2.

Quando ho sentito parlare di questa certificazione, spesso descritta come entry-level, ho pensato che sarebbe stato un percorso relativamente facile per me, considerando la mia esperienza nel settore. Tuttavia, mi sono presto reso conto che le apparenze possono ingannare. Non appena ho iniziato a studiare per l'esame, mi sono trovato immerso in un mare di concetti e nozioni che mi erano in gran parte sconosciuti. A tal proposito, spero si possa fare vorrei linkarvi questo splendido video di uno dei miei preferiti hacker su youtube, NETWORKCHUCK , perchè indica una roadmap per arrivare alla ejpt... in quanto sarà anche entry level per l'hacking ma vi assicuro che senza una conoscenza medio alta di tutto quello che c'è "dietro" all'informatica non riuscirete a passarla.



Nonostante le mie competenze pregresse, l'eJPT v2 richiedeva una preparazione approfondita e una conoscenza dettagliata di numerosi argomenti legati alla sicurezza informatica. Ho dedicato diverse settimane, se non mesi (ho iniziato un paio di anni fa circa) a studiare i fondamenti di linux, delle macchine virtuali, delle reti, il protocollo TCP/IP, modello osi, il funzionamento dei firewall e molto altro ancora. La mole di informazioni da assimilare era impressionante, e talvolta mi sentivo sopraffatto...
Ho seguito nell'ordine tutto il corso per la certificazione security+ senza però dare l'esame, non mi interessava la cert ma solo la conoscenza che da il corso per fare la certificazione, ho iniziato con hackthebox Accademy finendo quasi del tutto i livelli "0" ed un'infinità di letture nonché alcuni esercizi su tryhackme che mi iniziassero a dare l'idea di cosa fosse tutto questo che fino a quel moemtno avevo solo immaginato esistesse... E credetemi questo ha richiesto tanto tempo e studio, almeno per capire i concetti base di ogni cosa, figuriamoci approfondire e non è che io partissi proprio da sotto zero.

Durante il percorso di preparazione, mi sono imbattuto in alcune sfide che mi hanno spinto ad andare oltre i miei limiti. A volte mi sono ritrovato a ripassare concetti fondamentali che credevo di conoscere bene, lavorandoci tutti i giorni, solo per rendermi conto che c'era ancora molto da imparare. Questo processo di studio intenso e approfondito ha richiesto tempo, impegno e una buona dose di perseveranza quindi se fino a 35 anni il massimo che avete fatto è installare i driver di una stampante o formattare un pc con windows armatevi di santa pazienza e di tantoooo tempo per studiare!

Dopo tutto questo, e aver fatto altri 3 mesi circa a seguire e prendere appunti del corso sulla piattaforma(non più gratuito mi sembra dalla versione 2) è arrivato il fatidico giorno dell'esame. Nonostante la mia preparazione, non posso negare che ero nervoso. Ho affrontato le domande con attenzione e cautela, mettendo in pratica tutto ciò che avevo imparato durante le settimane di studio. Ogni quesito era una sfida da affrontare, e ho dovuto sfruttare al massimo la mia esperienza sul campo e le nozioni acquisite per risolverli. Sarà anche entry level, ma stiamo parlando di entry level di una cosa fottutissimamente avanzata, passatemi il francesismo...

Se qualcuno di voi sta pensando di intraprendere la strada della certificazione eJPT v2, voglio darvi un consiglio: non sottovalutate mai il percorso di preparazione. Sebbene sia considerata una certificazione entry-level, richiede un impegno reale per acquisire le nozioni necessarie.
Superare l'esame è stata una grande soddisfazione personale. La certificazione eJPT v2 non è stata semplice come la si può percepire all'inizio. Richiede un impegno serio, dedizione e una buona dose di umiltà per affrontare le proprie lacune e imparare nuove competenze. Oltretutto tutto quello che si studia nell'esame serve ma non serve a far passare l'esame ma serve a far raggiungere la mentalità per passarlo, ovvero come dovremmo ragionare quando si esegue un test di penetrazione, non basterà leggere gli appunti presi e visti nei video bisognerà perdere molte ore(per chi come me prima della cert era un noob, diverso se avete qualche anno(ripeto anno) di esperienza probabilmente vi sembrerà una passeggiata. Tuttavia, posso affermare con orgoglio che l'esperienza mi ha fatto crescere professionalmente e mi ha fornito una solida base di conoscenze nella sicurezza informatica.


Ora, guardando indietro, posso dire che ogni difficoltà che ho incontrato lungo il percorso è stata un'opportunità di crescita. Ho imparato a gestire lo stress e a superare gli ostacoli con determinazione. Inoltre, ho sviluppato una mentalità di apprendimento continuo, consapevole del fatto che nel campo dell'IT è fondamentale rimanere aggiornati e adattarsi ai rapidi cambiamenti tecnologici, dovesse anche solo servire quando configuro qualche server o altro, sapere cosa disabilitare e cosa controllare.

Se qualcuno di voi sta pensando di affrontare la certificazione eJPT v2, vi incoraggio a mettervi alla prova. Prendetevi il tempo necessario per studiare e comprendere i concetti chiave. Siate aperti alle sfide che incontrerete lungo il percorso e non scoraggiatevi di fronte alle difficoltà. Alla fine, l'esperienza vi darà non solo una certificazione di valore, ma anche una consapevolezza personale di quanto siete cresciuti e delle vostre capacità, oggi forum come inforge, youtube, e google possono aiutare tanto, anche durante la cert. perchè nessuno è nato imparato!

La mia esperienza con la certificazione eJPT v2 mi ha insegnato che non importa quanto esperienza abbiate nel settore, c'è sempre qualcosa di nuovo da imparare. Continuerò a coltivare la mia passione per la sicurezza informatica e a ricercare nuove opportunità di crescita professionale, e perchè no magari tra qualche mese tentando un saltino con la eccpt.

P.s. La versione due è completamente diversa dalla versione uno, non sto dicendo sia più difficile o più facile ma c'è da utilizzare tutti i concetti del corso ma facendoli tuoi...

Vi ringrazio per avermi dato la possibilità di condividere la mia storia e spero che possa ispirarvi a intraprendere la vostra avventura verso la certificazione. Ricordate sempre che il successo non arriva senza sforzo, ma ogni passo che farete vi porterà più vicini ai vostri obiettivi.
E adesso il bello è che non so se voglio passare alla eccpt oppure rimanere sul "base" ma passando a qualcosa da "blue team", mi piacerebbe avere questa abilità trasversale, almeno ai livelli iniziali, anche se non saprei da dove inizare... per ora mi concentro a fissare i concetti con un pò di macchine easy e poi ci penso, nel caso potete consigliarmi ogni proposta è ben accetta!

Non avendo una buona conoscenza dell’ inglese, volevo capire se nel corso ci sono video in cui spiegano in inglese, oppure è tutto scritto come su TryHackMe