Discussione Le distribuzioni Linux più utilizzate nel 2021

Not an engineer

Moderatore
31 Ottobre 2011
2,410
89
1,040
946
Ultima modifica:
distribuzioni_linux_2021.jpg


Linux è una famiglia di sistemi operativi open-source di tipo Unix-like, pubblicati in varie distribuzioni, aventi la caratteristica comune di utilizzare come nucleo il kernel Linux.
Considerato l'aumento della complessità dei sistemi e dei carichi di lavoro, l'architettura di base e il sistema operativo devono essere affidabili, scalabili ed efficienti. Linux offre la stabilità necessaria per tutti i carichi di lavoro e gli ambienti IT, più o meno tradizionali.

Panoramica sulle distribuzioni Linux


1    Cos'è una distribuzione

Le distribuzioni Linux consistono quindi in:

  • un kernel (comune a tutte le distribuzioni);
  • una collezione di software open-source (per la maggior parte opera del progetto GNU).
Ogni software è modificabile da tutti sotto GNU Public License o altre licenze derivate.



2    Differenze tra le distribuzioni

Le distribuzioni GNU/Linux si distinguono sulla base di determinate specifiche:

  • la tipologia di utente a cui sono destinate: utente esperto, utente normale e utente alle prime armi;
  • la tipologia di utilizzo: desktop, server e utilizzo occasionale;
  • la gestione del software: compilazione a partire dai sorgenti e gestione dei pacchetti.


3    Qual è la distribuzione migliore?

Non è possibile trovare una risposta definitiva a questa domanda. Ogni distro è stata pensata e sviluppata per scopi ben precisi ed è quindi opportuno sceglierla in base alle proprie esigenze e conoscenze.




4    Le distro desktop per tutti


4.1    Ubuntu


ubuntu.png

Ubuntu è una delle distribuzioni Linux più popolari oggi. Essa è costruita su un core Debian, ma ha un ciclo di rilascio regolare. Ubuntu è completamente gratuito ed è disponibile in versione desktop, server e core. Ulteriori punti di forza di questa distribuzione sono il supporto a lungo termine (5 anni senza costo) e la presenza di una community vastissima.


4.2    Fedora


fedora.png

Fedora è una distribuzione GNU/Linux il cui sviluppo è sponsorizzato da Red Hat. La distro è progettata per essere facilmente installabile e configurabile, attraverso l'utilizzo di una suite di installer grafici e tool di facile comprensione.
Ciò che rende Fedora stabile e affidabile è la collaborazione tra la community e gli ingegneri; l'esperienza della community del progetto Fedora fornisce l'ambiente ideale per il test delle funzionalità da incorporare in Red Hat Enterprise Linux, ma solo dopo che Red Hat le abbia sottoposte ai suoi test e processi di controllo qualità (separati e distinti da quelli di Fedora)




5    La distro per la gestione dei server


5.1    Debian


debian.png

Debian è la distro migliore per chi ha a che fare con server Linux. Il sistema di gestione dei pacchetti, le diverse strutture dati e la potenza che Debian garantisce, rende i server che montano questa distribuzione stabili e sicuri.
La versione attuale di Debian supporta moltissime architetture e presenta un programma utilissimo per l'installazione e l'aggiornamento.




6    La distro personalizzabile


6.1    Arch Linux


arch_linux.png

Ad oggi Arch Linux è considerata la distribuzione con maggior mobilità nel campo della personalizzazione. Attualmente in rolling-release, è conosciuta per essere leggera, veloce, estremamente scalabile e adattabile alle proprie esigenze; tuttavia, non è consigliabile a chi non ha dimestichezza con Linux.
Su Arch è possibile installare diversi tool e qualsiasi software presente nella repository AUR.




7    La distro più bella


7.1    elementaryOS


elementary.png

La maggior parte delle distribuzioni GNU/Linux si focalizza su aspetti quali prestazioni e parco software. ElementaryOS è una distro che punta tutto sul design e che offre degli strumenti per lavorare in modo efficiente: la vista multitasking consente di mantenere separati lavoro e divertimento alla portata di un click, con la modalità picture-in-picture puoi mantenere sotto controllo una cosa mentre stai lavorando ad un'altra (grazie ad una piccola schermata nella parte bassa dello schermo).




8    La distro per i videogiocatori


8.1    SteamOS


steam.png

SteamOS è un sistema operativo incentrato sui videogiochi, il cui obiettivo è portare il pc gaming nel salotto di casa. Basato su Debian, permette un approccio pratico-visivo molto simile a quello delle console; i contenuti sono perfettamente usufruibili e modificabili anche solo da controller, senza quindi avere la necessità di utilizzare periferiche come il mouse e la tastiera.
Tra le sue funzionalità SteamOS presenta l'interfaccia grafica e il client di Steam; consente anche la navigazione internet e la riproduzione audio e video.




9    Le distro per l'hacking


9.1    Kali Linux


kali_linux.png

Kali Linux si basa su Debien ed è considerata una delle distro più avanzate per il pentesting. Essa offre all'utente un semplice accesso ad una larga collezione di tools per la sicurezza, in particolare al port scanning e ai password cracker.
Inoltre, è una piattaforma supportata per il framework Metasploit: uno strumento per lo sviluppo e l'esecuzione di exploit verso macchine da remoto o appartenente alla propria LAN.


9.2    ParrotOS


parrotOS.png

ParrotOS è una distribuzione GNU/Linux basata su Debian e progettata per la sicurezza e per la privacy. Include un laboratorio complementarmente portatile di software che consente qualsiasi tipo di operazione, dal pentesting alla digital forensics e al reverse engineering.
Tra i suoi punti di forza vi è anche uno stack di sviluppo software completo con i miglior editor, linguaggi e tecnologie di ultima generazione.

 

Thomas Shelby

Utente Emerald
28 Giugno 2020
1,501
26
589
445
Visualizza allegato 51927

Linux è una famiglia di sistemi operativi open-source di tipo Unix-like, pubblicati in varie distribuzioni, aventi la caratteristica comune di utilizzare come nucleo il kernel Linux.
Considerato l'aumento della complessità dei sistemi e dei carichi di lavoro, l'architettura di base e il sistema operativo devono essere affidabili, scalabili ed efficienti. Linux offre la stabilità necessaria per tutti i carichi di lavoro e gli ambienti IT, più o meno tradizionali.

Panoramica sulle distribuzioni Linux


1    Cos'è una distribuzione

Le distribuzioni Linux consistono quindi in:

  • un kernel (comune a tutte le distribuzioni);
  • una collezione di software open-source (per la maggior parte opera del progetto GNU).
Ogni software è modificabile da tutti sotto GNU Public License o altre licenze derivate.



2    Differenze tra le distribuzioni

Le distribuzioni GNU/Linux si distinguono sulla base di determinate specifiche:

  • la tipologia di utente a cui sono destinate: utente esperto, utente normale e utente alle prime armi;
  • la tipologia di utilizzo: desktop, server e utilizzo occasionale;
  • la gestione del software: compilazione a partire dai sorgenti e gestione dei pacchetti.


3    Qual è la distribuzione migliore?

Non è possibile trovare una risposta definitiva a questa domanda. Ogni distro è stata pensata e sviluppata per scopi ben precisi ed è quindi opportuno sceglierla in base alle proprie esigenze e conoscenze.




4    Le distro desktop per tutti


4.1    Ubuntu



Ubuntu è una delle distribuzioni Linux più popolari oggi. Essa è costruita su un core Debian, ma ha un ciclo di rilascio regolare. Ubuntu è completamente gratuito ed è disponibile in versione desktop, server e core. Ulteriori punti di forza di questa distribuzione sono il supporto a lungo termine (5 anni senza costo) e la presenza di una community vastissima.

4.2    Fedora



Fedora è una distribuzione GNU/Linux il cui sviluppo è sponsorizzato da Red Hat. La distro è progettata per essere facilmente installabile e configurabile, attraverso l'utilizzo di una suite di installer grafici e tool di facile comprensione.
Ciò che rende Fedora stabile e affidabile è la collaborazione tra la community e gli ingegneri; l'esperienza della community del progetto Fedora fornisce l'ambiente ideale per il test delle funzionalità da incorporare in Red Hat Enterprise Linux, ma solo dopo che Red Hat le abbia sottoposte ai suoi test e processi di controllo qualità (separati e distinti da quelli di Fedora)




5    La distro per la gestione dei server


5.1    Debian



Debian è la distro migliore per chi ha a che fare con server Linux. Il sistema di gestione dei pacchetti, le diverse strutture dati e la potenza che Debian garantisce, rende i server che montano questa distribuzione stabili e sicuri.
La versione attuale di Debian supporta moltissime architetture e presenta un programma utilissimo per l'installazione e l'aggiornamento.




6    La distro personalizzabile


6.1    Arch Linux



Ad oggi Arch Linux è considerata la distribuzione con maggior mobilità nel campo della personalizzazione. Attualmente in rolling-release, è conosciuta per essere leggera, veloce, estremamente scalabile e adattabile alle proprie esigenze; tuttavia, non è consigliabile a chi non ha dimestichezza con Linux.
Su Arch è possibile installare diversi tool e qualsiasi software presente nella repository AUR.




7    La distro più bella


7.1    elementaryOS



La maggior parte delle distribuzioni GNU/Linux si focalizza su aspetti quali prestazioni e parco software. ElementaryOS è una distro che punta tutto sul design e che offre degli strumenti per lavorare in modo efficiente: la vista multitasking consente di mantenere separati lavoro e divertimento alla portata di un click, con la modalità picture-in-picture puoi mantenere sotto controllo una cosa mentre stai lavorando ad un'altra (grazie ad una piccola schermata nella parte bassa dello schermo).



8    La distro per i videogiocatori


8.1    SteamOS



SteamOS è un sistema operativo incentrato sui videogiochi, il cui obiettivo è portare il pc gaming nel salotto di casa. Basato su Debian, permette un approccio pratico-visivo molto simile a quello delle console; i contenuti sono perfettamente usufruibili e modificabili anche solo da controller, senza quindi avere la necessità di utilizzare periferiche come il mouse e la tastiera.
Tra le sue funzionalità SteamOS presenta l'interfaccia grafica e il client di Steam; consente anche la navigazione internet e la riproduzione audio e video.




9    Le distro per l'hacking


9.1    Kali Linux



Kali Linux si basa su Debien ed è considerata una delle distro più avanzate per il pentesting. Essa offre all'utente un semplice accesso ad una larga collezione di tools per la sicurezza, in particolare al port scanning e ai password cracker.
Inoltre, è una piattaforma supportata per il framework Metasploit: uno strumento per lo sviluppo e l'esecuzione di exploit verso macchine da remoto o appartenente alla propria LAN.

9.2    ParrotOS



ParrotOS è una distribuzione GNU/Linux basata su Debian e progettata per la sicurezza e per la privacy. Include un laboratorio complementarmente portatile di software che consente qualsiasi tipo di operazione, dal pentesting alla digital forensics e al reverse engineering.
Tra i suoi punti di forza vi è anche uno stack di sviluppo software completo con i miglior editor, linguaggi e tecnologie di ultima generazione.
Grazie mille per tutta la lista completa :)
 

Not an engineer

Moderatore
31 Ottobre 2011
2,410
89
1,040
946
Ultima modifica:
CentOS diventerà una distribuzione nella quale saranno testati i cambiamenti da introdurre in Red Hat Enterprise Linux, perdendo quindi stabilità e affidabilità. Per questo motivo, una grande parte della community ha deciso di migrare verso altre alternative.

Il topic verrà aggiornato con descrizioni più dettagliate e link esterni.
 

Psychonaut

Utente Jade
17 Giugno 2012
1,280
84
562
704
Ultima modifica:
CentOS diventerà una distribuzione nella quale saranno testati i cambiamenti da introdurre in Red Hat Enterprise Linux, perdendo quindi stabilità e affidabilità. Per questo motivo, una grande parte della community ha deciso di migrare verso altre alternative.

Il topic verrà aggiornato con descrizioni più dettagliate e link esterni.
Bhà non credo, di solito nelle aziende Enterprise si cerca di mantenere nei vari ambienti sistemi simili se non uguali, ad esempio se in ambiente di Produzione uso RHT in Parallelo e in Collaudo userò sempre RHT, in modo da non perdere la compatibilità con i Sistemi, si tende a mantenere gli ambienti più speculari possibili, facilitando il passaggio da Collaudo a Produzione.
 

Not an engineer

Moderatore
31 Ottobre 2011
2,410
89
1,040
946
Ultima modifica:
L'ultima distribuzione Linux che ho usato è stata Mandriva, ma sono sempre stato attratto da Arch.
@Not an engineer consigli di provarla per un neofita?
Se sei un novellino del mondo Linux, ti sconsiglio di utilizzare Arch. In alternativa puoi utilizzare Ubuntu, una distribuzione semplice e intuitiva (penso che @NoNameoN possa confermare) ;)
 
  • Grazie
Reazioni: Shin Rea

Sunacchi

Utente Electrum
16 Novembre 2009
190
4
106
129
Io mi trovo alla grande con Fedora con DE Deepin / Elementary OS
Il DE di Elementary a dir il vero ha creato qualche problema ma nulla di particolarmente complicato..
 

Dany_Glitch33

Utente Electrum
20 Aprile 2020
628
14
124
148
Io sono passato da Windows a Fedora qualche mese fa, prima usavo sempre le VM, e mi trovo molto bene. Lo consiglio a tutti anche perché è abbastanza user-friendly.
 

Not an engineer

Moderatore
31 Ottobre 2011
2,410
89
1,040
946

Bostik

Utente Jade
28 Ottobre 2009
1,143
101
262
696
Potrei essere d'accordo per la parte Desktop e Hacking sicuramente.
Tuttavia, in base alla mia esperienza lavorativa (poi sicuramente ci sono aziende che vengono servizi diversi), per server aventi scopi aziendali direi che se la giocano RHEL, OracleLinux (ok sempre RHEL ma fa figo dirne una che conoscono in pochi), e SLES.
Da quello che vedo io la distribuzione di utilizzo è così:

  • Siti web: Debian/Ubuntu Server + MySQL (o derivati) o MongoDB
  • Database relazionali in cluster: RHEL/OL + OracleDB
  • Database relazionali con scopi specifici e necessità di altissima velocità: SLES + HanaDB
  • Qualcuno che vuole db relazionali ma li vuole gestire solo graficamente: WindowsServer + MSSQL
 
  • Grazie
Reazioni: Not an engineer
U

Utente cancellato 277320

Ultima modifica da un moderatore:
A mio avviso ogni distro delle principali, quelle con suo package manager e repository sempre su con molti mirror e' ottima e affidabile.

Per le prove che ho fatto, andare su derivate delle 5 o 6 principali porta a rischi di vario genere, tra cui repository che spariscono o bloccano, bug vari su signatures che paralizzano gli update, etc.

Ogni distro famosa e stabile, come una debian pura, puo essere personalizzate con i giusti pacchetti per apparire come un'altra distro, ma mantenere affidabilita' nella gestione dei pacchetti e dei repository.

Per scopi lavoratvi, server etc, ovviamente meglio andare su distro di riferminto con longterm support, stabili affidabili, come una xenial e compagnia cantante. Spesso si trovano guide e tutorial per queste versioni specifiche.

Distro hopping e' uno sport che consuma tempo, aiuta a conoscere le distro ma dopo un po' stufa ed e' meglio concentrarsi su altro. Puoi sempre cambiare tutto se vuoi dalla stessa distro in uso.

Per altro, una frase che l'amico @St3ve mi ha insegnato "Jack of all trades, master of nothing" puo valere anche per le distro, anche se le differenze non sono molte.

saluti
 

Bostik

Utente Jade
28 Ottobre 2009
1,143
101
262
696
non si è menzionato opensuse. Penso che tra le 3 (centos, fedora) sia la più utilizzata a livell aziendale
Diciamo che OpenSUSE e Fedora sono più in ambito client. Personalmente non conosco nessuna azienda che fornisca postazioni Linux ai dipendenti (a meno che non si tratti di programmatori/tecnici che si arrangiano nel costruirsi la propria macchina).
In ambiente Server, invece, concordo sul fatto che sono largamente utilizzate le "sorelle" SLES (Suse Linux Enterprise Server) e RedHat
 
U

Utente cancellato 277320

cona la nuova era che i "padroni del vapore" hanno progettato/voluto per noi, mi sa che di "postazioni" di lavoro in azienda ormai ne resteranno sempre meno. Quindi, alla fine in casa installerai quel diavolo che vuoi, che di positivo ha che se sei uno costretto come in certi ambienti di stato a usare m$, potresti fare le stesse cose con linux (zoom, skype, team e boiate varie vanno benissimo), nessuno se ne accorge e lavori meglio, pc sempre in ordine.
A mia moglie ho preso un laptop Tuxedo con ubuntu (ubuntu marcato tuxedo) gia installato e tastiera italiana. Piu che ottimo, funziona a meraviglia.
Messaggio unito automaticamente:

A proposito di distro, ho installato void-linux sul mio laptop, carino, bsd-style, con suo package manager xbps. Essendo tutta via una distro ancora non ben consolidata, sono rimasto piantato senza poter aggiornare per oltre 20 giorni, repository con signatures rotte.
 

Psychonaut

Utente Jade
17 Giugno 2012
1,280
84
562
704
A lavoro da noi nessuno usa PC client, solo VM tramite Citrix.
Per quanto riguarda lato Server mi ero già espresso, il 90% di annunci di lavoro cercano gente esperta su RHEL e CentOS
 
U

Utente cancellato 277320

Per restare aggiornati dovete guadare distrowatch. I più utilizzati da 2 anni a questa parte sono manjaro e mx linux
naa, mx linux, curioso pare bello ma mai sentito nessuno che conosca, a naso per qualche motivo nel loro sito quel link viene cliccato di piu. Basta anche un clicker a far salire il numero.

Anche Pop!OS mai sentita, probabilmente c'e' un immagine accattivante come screenshot che tutti cliccano.

 

St3ve

Utente Jade
12 Ottobre 2011
2,298
5
1,617
680
Ultima modifica:
Tutte queste classifiche "most used" lasciano il tempo che trovano. La verità è che è molto difficile raccogliere dati a riguardo, quindi si finisce sempre per listare 10 distribuzioni a caso per sentito dire e in ordine sparso. Distrowatch, per quanto misuri un valore facilmente cheattabile, almeno ha una metrica ben definita.
The DistroWatch Page Hit Ranking statistics have attracted plenty of attention and feedback over the years. Originally, each distribution-specific page was pure HTML with a third-party counter at the bottom to monitor interest of visitors. In May 2004 the site switched from publicly viewable third-party counters to internal counters. This was prompted by a continuous abuse of the counters by a handful of undisciplined individuals who had confused DistroWatch with a poll station. The counters are no longer displayed on the individual distributions pages, but all visits are logged. Only one hit per IP address per day is counted.

The DistroWatch Page Hit Ranking statistics are a light-hearted way of measuring the popularity of Linux distributions and other free operating systems among the visitors of this website. They correlate neither to usage nor to quality and should not be used to measure the market share of distributions. They simply show the number of times a distribution page on DistroWatch.com was accessed each day, nothing more.
Se non ti fissi troppo sull'ordine, tutto sommato resta una classifica interessante.

Anche Pop!OS mai sentita, probabilmente c'e' un immagine accattivante come screenshot che tutti cliccano.
Su MX Linux non so dirti, ma Pop!OS è stata discussa in diversi video di LinusTechTips (14 milioni di subscribers) e viene anche preinstallata in alcuni laptop (e.g. system76).

Sarebbe anche interessante discutere su una possibile lista di distribuzioni più interessanti: fedora silverlight, opensuse tunbleweed, centos stream, nixos, guix, qubes os, tails, etc... Sembrerebbe che linux si stia muovendo verso una direzione molto particolare.
 
  • Mi piace
Reazioni: Sunacchi