Discussione Anonimato Online: Libertà di Espressione e Democrazia

haxo

Helper
8 Maggio 2020
389
31
263
265
L'anonimato in rete è un argomento particolare di cui discutere, con sostenitori e detrattori che ritengono opinioni diverse sui suoi potenziali benefici e rischi. Nel nostro contesto, quindi quello della democrazia, l'anonimato può essere visto come un strumento che consente agli utenti di esprimere liberamente le proprie opinioni, di partecipare a dibattiti politici senza paura di ritorsioni, e di organizzare proteste pacifiche. Dall'altro lato può essere considerato uno strumento distruttivo.


1    L'articolo 19 di Dichiarazione universale dei diritti umani


La libertà di espressione è un diritto fondamentale dell'essere umano, sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti umani (articolo 19), che cita:
Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione; questo diritto include la libertà di non essere d'accordo con le opinioni altrui e di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso qualsiasi mezzo e senza riguardo a frontiere.

Questo bellissimo articolo sancisce il diritto di ogni persona di esprimere liberamente le proprie opinioni, senza paure di possibili ritorsioni. Questo diritto è fondamentale per la democrazia, in quanto consente alle persone di partecipare al dibattito pubblico senza ritorsioni.

Riguardo l'anonimato su internet, esso può essere visto come un modo per proteggere la libertà di espressione, consentendo alle persone di esprimere opinioni che potrebbero essere considerate controverse o pericolose senza paura di ritorsioni (poichè anonimi).

Ad esempio, un dissidente politico in un regime autoritario potrebbe utilizzare l'anonimato per criticare il governo senza rischiare di essere arrestato o perseguitato (pensiamo a l'oppositore di Putin Alexei Navalvy, Edward Snowden, Julian Assange).


2    L'anonimato e la politica


L'anonimato in rete può anche facilitare la partecipazione politica, consentendo a tutti di partecipare a dibattiti politici senza doversi identificare, il quale può essere grandioso per persone che hanno paura di essere giudicati a causa del loro orientamento politico.

Qualche esempio? Ce ne sono tanti soprattutto nel mondo informatico:

  • Anonymous: ha condotto numerosi attacchi informatici contro obiettivi politici, tra cui Stati Uniti, cina e la Chiesa cattolica.
  • WikiLeaks di Assange: ha pubblicato numerosi documenti riservati che hanno avuto un impatto significativo sulla politica internazionale, tutto scritto nel libro di Stefania Maurizi "Il Potere Segreto" la quale ha lavorato a stretto contatto con il team di Wikileaks


3    Esiste davvero la totale democrazia?

In teoria, la democrazia dovrebbe garantire la libertà di espressione, il diritto di voto, la parità di diritti e la separazione dei poteri. Peccato che, nella pratica, la democrazia è spesso limitata da fattori come la censura, e la propaganda.


La propaganda dei giornalisti italiani nelle guerre è un esempio di come la democrazia possa essere limitata dalla propaganda. Durante le guerre, i giornalisti spesso si trovano a dover fare i conti con la censura e con la propaganda. Ad esempio, durante la guerra in Iraq, molti giornalisti italiani hanno diffuso informazioni false o fuorvianti che hanno contribuito a sostenere la guerra.

Un altro esempio? Giornali come "The New York Times" o "Guardian" hanno dovuto replicare la parola "Torturati" con "Interrogatori potenziati".
Infatti questa dicitura vuole nascondere la parola "tortura" (presente nei report della CIA e governo) sulle attività a Guantanamo.
 
  • Love
Reazioni: OnionTool