Articolo Cyberpunk 2077: aggiornato alla patch 2.12 e il progetto Orion

SmoonStyle

Utente Platinum
11 Maggio 2014
3,652
50
1,124
1,013
fasg_7m1t.1280.jpg


Cyberpunk 2077 ha completato un lungo percorso di redenzione solo pochi mesi fa, sotto Natale, con il lancio dell'edizione Ultimate completa dell'espansione a pagamento Phantom Liberty, e la pubblicazione dell'update gratuito 2.1. CD Projekt Red ha impiegato tre anni per rilanciare il suo ambizioso sparatutto open world, ma ora è lieta di annunciare che "i lavori sono conclusi", anche se in futuro - mentre i giocatori attendono il sequel - potrebbero arrivare altri update e miglioramenti minori.

"Sì, i lavori sono terminati", ha dichiarato il game director Gabe Amatangelo, ora al lavoro sul sequel, "è possibile che ci siano altre piccole novità in arrivo in futuro, anche solo perché di tanto in tanto i nostri sviluppatori scoprono delle piccole cose inseribili senza grandi rischi per la stabilità del gioco, o comunque facili da integrare, ma in generale direi che abbiamo finito". In futuro, quindi, non è da escludere che arrivino altri update con miglioramenti o piccole sorprese, ma in ogni caso lo sviluppo è da considerarsi completo.

Nella sua versione più recente, Cyberpunk 2077 si presenta come un'esperienza molto diversa rispetto a quella proposta al lancio nel 2020. Il gioco è più stabile, la città di Night City è più viva, molte meccaniche di gameplay sono state aggiustate o completamente ripensate, e molti contenuti sono stati aggiunti durante il supporto post-lancio. CD Projekt Red, però, anticipa che il sequel in Unreal Engine 5 sarà ancora più impressionante.



I progetti su cui la CD Project stà attualmente lavorando sono:
  1. Orion - "Il nome in codice per il nostro prossimo gioco di Cyberpunk, che espanderà il franchise e continuerà a sfruttare il potenziale di quest'oscuro universo futuristico". Orion è in lavorazione presso un nuovo studio di CD Projekt con sede negli Stati Uniti.
  2. Polaris - "Il nome in codice per il prossimo capitolo della serie The Witcher, di recente entrato in fase di pre-produzione. È l'inizio di una nuova saga: dopo Polaris vogliamo pubblicare altri due giochi di The Witcher, creando una nuova trilogia di giochi di ruolo tripla-A". La trilogia completa dovrebbe essere pubblicata "nell'arco di sei anni".
  3. Canis Majoris - "Si tratta a tutti gli effetti di un nuovo The Witcher, slegato dalla nuova saga che inizierà con Polaris. Il progetto è in sviluppo presso un team esterno formato da esperti sviluppatori che hanno lavorato ai precedenti giochi di The Witcher". Non è chiaro, al momento, quale sia lo studio al lavoro su questo progetto.
  4. Sirius - "Un nome in codice per il gioco sviluppato da The Molasses Flood, ambientato nell'universo di The Witcher e creato con il supporto di CD Projekt Red. Si differenzierà dalle produzioni passate offrendo un gameplay multiplayer in aggiunta all'esperienza single-player, che include una campagna composta da nuove storie e missioni".
  5. Hadar - "Il nome in codice per la terza proprietà intellettuale in sviluppo presso CD Projekt Red, un franchise creato completamente da zero dall'azienda. Il progetto è nelle primissime fasi del processo creativo, il che significa che non stiamo ancora sviluppando alcun gioco, ma stiamo lavorando esclusivamente sulle fondamenta di questa nuova ambientazione".
Sul progetto Orion Piotr Nielubowicz ha dichiarato che CD Projekt Vancouver fornirà supporto allo studio di Boston, e che la produzione richiederà da un minimo di 350 a un massimo di 500 sviluppatori, ovvero un team delle stesse dimensioni di quello di Cyberpunk 2077. La produzione di Cyberpunk ha richiesto circa nove anni, ma questa volta CDPR non ha bisogno di costruire un mondo da zero, e ha già maturato molta esperienza con il lancio del primo capitolo. Il sequel, dunque, difficilmente richiederà più di quattro o cinque anni di sviluppo, e molto probabilmente arriverà sul mercato dopo The Witcher: Polaris, il primo capitolo della nuova trilogia next-gen.

 
  • Mi piace
Reazioni: DjCanigia
fasg_7m1t.1280.jpg


Cyberpunk 2077 ha completato un lungo percorso di redenzione solo pochi mesi fa, sotto Natale, con il lancio dell'edizione Ultimate completa dell'espansione a pagamento Phantom Liberty, e la pubblicazione dell'update gratuito 2.1. CD Projekt Red ha impiegato tre anni per rilanciare il suo ambizioso sparatutto open world, ma ora è lieta di annunciare che "i lavori sono conclusi", anche se in futuro - mentre i giocatori attendono il sequel - potrebbero arrivare altri update e miglioramenti minori.

"Sì, i lavori sono terminati", ha dichiarato il game director Gabe Amatangelo, ora al lavoro sul sequel, "è possibile che ci siano altre piccole novità in arrivo in futuro, anche solo perché di tanto in tanto i nostri sviluppatori scoprono delle piccole cose inseribili senza grandi rischi per la stabilità del gioco, o comunque facili da integrare, ma in generale direi che abbiamo finito". In futuro, quindi, non è da escludere che arrivino altri update con miglioramenti o piccole sorprese, ma in ogni caso lo sviluppo è da considerarsi completo.

Nella sua versione più recente, Cyberpunk 2077 si presenta come un'esperienza molto diversa rispetto a quella proposta al lancio nel 2020. Il gioco è più stabile, la città di Night City è più viva, molte meccaniche di gameplay sono state aggiustate o completamente ripensate, e molti contenuti sono stati aggiunti durante il supporto post-lancio. CD Projekt Red, però, anticipa che il sequel in Unreal Engine 5 sarà ancora più impressionante.



I progetti su cui la CD Project stà attualmente lavorando sono:
  1. Orion - "Il nome in codice per il nostro prossimo gioco di Cyberpunk, che espanderà il franchise e continuerà a sfruttare il potenziale di quest'oscuro universo futuristico". Orion è in lavorazione presso un nuovo studio di CD Projekt con sede negli Stati Uniti.
  2. Polaris - "Il nome in codice per il prossimo capitolo della serie The Witcher, di recente entrato in fase di pre-produzione. È l'inizio di una nuova saga: dopo Polaris vogliamo pubblicare altri due giochi di The Witcher, creando una nuova trilogia di giochi di ruolo tripla-A". La trilogia completa dovrebbe essere pubblicata "nell'arco di sei anni".
  3. Canis Majoris - "Si tratta a tutti gli effetti di un nuovo The Witcher, slegato dalla nuova saga che inizierà con Polaris. Il progetto è in sviluppo presso un team esterno formato da esperti sviluppatori che hanno lavorato ai precedenti giochi di The Witcher". Non è chiaro, al momento, quale sia lo studio al lavoro su questo progetto.
  4. Sirius - "Un nome in codice per il gioco sviluppato da The Molasses Flood, ambientato nell'universo di The Witcher e creato con il supporto di CD Projekt Red. Si differenzierà dalle produzioni passate offrendo un gameplay multiplayer in aggiunta all'esperienza single-player, che include una campagna composta da nuove storie e missioni".
  5. Hadar - "Il nome in codice per la terza proprietà intellettuale in sviluppo presso CD Projekt Red, un franchise creato completamente da zero dall'azienda. Il progetto è nelle primissime fasi del processo creativo, il che significa che non stiamo ancora sviluppando alcun gioco, ma stiamo lavorando esclusivamente sulle fondamenta di questa nuova ambientazione".
Sul progetto Orion Piotr Nielubowicz ha dichiarato che CD Projekt Vancouver fornirà supporto allo studio di Boston, e che la produzione richiederà da un minimo di 350 a un massimo di 500 sviluppatori, ovvero un team delle stesse dimensioni di quello di Cyberpunk 2077. La produzione di Cyberpunk ha richiesto circa nove anni, ma questa volta CDPR non ha bisogno di costruire un mondo da zero, e ha già maturato molta esperienza con il lancio del primo capitolo. Il sequel, dunque, difficilmente richiederà più di quattro o cinque anni di sviluppo, e molto probabilmente arriverà sul mercato dopo The Witcher: Polaris, il primo capitolo della nuova trilogia next-gen.


Il supporto di CD Project ai suoi giochi si è sempre rilevato costante e prolungato, cosa che la maggior parte delle software house non fanno..
Cyberpunk è completamente un gioco diverso dal day one e questo è sicuramente merito degli aggiornamenti costanti che il team ha rilasciato, non si sono fatti per nulla condizionare e hanno cercato di rendere il gioco più fluido possibile e direi che ci sono riusciti alla grande!

Attendo Orion con impazienza soprattutto perché ho visto che verrà utilizzato Unreal engine 5 🥰
 
Sto gioco non l’ho mai provato ma mi da delle belle sensazioni e di bella grafica, purtroppo il mio pc non lo regge! Al prossimo aggiornamento al pc lo voglio provare assolutamente.
 
Cyberpunk 2077 è stato solo un riscaldamento !
Cyberpunk 2077 è stato solo un riscaldamento

tqkuhc_mg5z.1280.jpg

CD Project Red alimenta le aspettative sul Progetto Orion, sequel di CP2077, un titolo che è costato anni di preparazione e sviluppo e che, al famigerato day one, ha fatto correre la società a risolvere i numeri bug segnalati e specialmente a rimborsare i giocatori insoddisfatti un'ammontare pari a 2,17 milioni di dollari. Gli sviluppatori sembrano vogliano puntare molto in alto, tanto da rendere questo nuovo capitolo a metà tra gioco e film.

Infatti, stando a quanto riportato dal sito ufficiale, il team di Gabe Amatangelo ha bisogno di un lead cinematic designer "con almeno otto anni di esperienza nello sviluppo di videogiochi Tripla A, in grado di lavorare sulle sequenze cinematografiche di Project Orion". Sempre nell'offerta, si legge che le scene da realizzare dovranno essere "altamente interattive, cinematografiche, e create utilizzando un mix di animazioni e motion capture", così da poter dare vita a una "fusione unica tra film e videogioco".

Igor Sarzyński, direttore narrativo di Cyberpunk, ha commentato l'inizio della sua avventura presso gli studi di CD Projekt North America, dicendosi "molto felice dell'inizio dei lavori sul progetto Orion, un gioco che ha tutte le carte in regola per diventare qualcosa di speciale".

Proseguendo, lo scrittore ha definito CP2077 come "un semplice riscaldamento" e dimostrare per nulla il peso delle aspettative. Lo sviluppo del sequel è partito dallo scorso autunno presso il nuovo studio di CD Projekt, con sede a Boston, Massachussets.
 
  • Mi piace
Reazioni: DjCanigia