Benvenuto su Inforge
Rimuovi la pubblicità e partecipa alla più grande comunità italiana sul mondo digitale presente sul web sin dal 2007.
Iscriviti

Discussione Come sopravvivere nell'era dei Guru del Marketing ed essere felici

Max Fridman

Chief Executive Officer
Amministratore
8 Agosto 2010
8,434
5,506
1,222
Ultima modifica:
La Medicina - Gustav Klimt.png



Spieghiamo chi sono i Guru digitali, maestri del marketing e delle affiliazioni che troviamo su YouTube e su Instagram.



1    Introduzione



Per la serie, discussioni filosofiche e riflessioni professionali, ho deciso di scrivere questo post per discutere con voi della figura digitale del "Guru". Ben diversa dalla figura spirituale, seppur molto simile negli atteggiamenti. Una definizione che ormai i media, dai più grandi ai più piccoli "appiccicano" addosso a determinate figure del mondo digitale. Persone che incarnerebbero secondo il giornalista, il "massimo esperto" di un determinato argomento.

Ma il Guru è semplicemente un esperto? no, non solo. E' anche un grande venditore, spesso e volentieri.

Ci sono poi quelli che si atteggiano da "Guru" ma non vogliono essere etichettati come tali ad ogni costo. A causa del fatto che questo titolo ha ben poco di "onorifico" come andremo a spiegare più avanti. Ma andiamo con ordine.



2    L'anatomia del Guru



Della serie, come è fatto un Guru, come lo riconosco?

Il Guru è un "marchio" vivente. Quasi come il Gabibbo per Striscia La Notizia, il guru è facilmente riconoscibile sempre in ogni occasione pubblica:
  • Ha un suo modo di parlare, codificato, studiato, misurato.
  • Ha un suo modo di vestire, che sia pop o che sia ricercato.
  • Ha un suo modo di agire dal più calmo al più esaltato (ma sempre pianificato).
Il Guru, sembra conoscere praticamente tutto dell'argomento di cui vuole parlare o se non lo conosce bene semplifica, così da sembrare molto più preparato. Anche una cosa banale può diventare una lunga dissertazione con la giusta dialettica.

Il Guru, è sempre sul pezzo, sembra passi tutto il giorno a studiare e imparare, sembra faccia solo quello. Impossibile dire come campi il Guru, ma questo non importa.

Il Guru, è sempre solo. Un one man show, una one man band, non c'è team o se c'è non si vede mai. Il Guru fa sembrare individuale lo sforzo di anche decine di persone.

Il Guru è sempre creativo, rivoluzionario, un genio. Indipendentemente da quello che faccia o dica.

Penso di aver delineato bene alcune caratteristiche dei "Guru" moderni e digitali, questo mondo in cui è facile raccogliere una vasta platea di persone, profilarle e creare un prodotto dedicato a loro, ma questo non basta, c'è infatti bisogno che qualcuno lo venda.



3    Perché nasce un Guru



Ecco perché nasce un Guru, per vendere. Vendere cosa? Io guardo solo i suoi video! Direte voi.

Ma guardatevi intorno, leggete tra le righe, il Guru avrà lentamente costruito e lanciato vari prodotti e voi nemmeno ve ne sarete accorti e siete sicuramente andati a provarne o leggerne qualcuno.

Il Guru, vende tante cose, ma principalmente:
  • Libri, ti spiego il segreto dietro al mio progetto.
  • Corsi, ti insegno a diventare come me.
  • Accesso ad Eventi Digitali, ti introduco nel mio ambiente e nel circolo "delle persone giuste".
  • Informazioni, ti dico io dove informarti e te lo faccio fare efficacemente, facendoti risparmiare tempo e denaro.
Su questi prodotti, il Guru costruisce società, si anche se non si vedono, sono scritte in piccolo in basso nel footer del sito che stai visitando per comprare il suo prossimo libro. Con Team di decine di persone che alimentano e ampliano la "macchina" del Guru. Tecnicamente si chiama semplicemente: Personal Branding.

Il Guru porta il "Personal Branding" ad un livello religioso, che penetra nella mente del fedele / consumatore obnubilato che deve semplicemente strisciare una carta. Rimanendo lì a sorbirsi discorsi che probabilmente non gli cambieranno la vita.

Ma come, io imparo! Direte voi. Perché non mi cambia nulla?

Una nozione strutturata da un "Guru" o dal suo team, proprio per il pubblico di riferimento che ha: più ampio possibile, è paragonabile all'ABC scolastico e all'uso della somma e della sottrazione algebrica di un dato argomento. Imparare realmente quelle nozioni, farle proprie, strutturare un pensiero critico e la capacità di costruire qualcosa di nuovo richiederebbe uno studio molto più approfondito della materia.

L'illusione della formazione e della condivisione di informazione, in un mondo dove l'accesso all'informazione "di base" non ha nessun costo o lo ha molto basso è la più grande forma di circonvenzione, che commette il "Guru".



4    Perché cercare un Guru è filosoficamente errato



Ma insomma se ne nascono così tanti un motivo ci sarà, tutti ne cercano uno disperatamente, lo anelano, ma perché è filosoficamente errato cercarne uno?

In questo ci viene in aiuto la dottrina di Socrate. Nonostante sia vissuto tra il 470 a.C e il 399 a.C ad Atene, il buon vecchio Socrate maestro di Aristotele e Platone esprime dei concetti che possono venirci in aiuto.
  • Il Guru non sa di non sapere:
Il Guru sa sempre tutto e quindi non è mosso dal genuino desiderio di conoscere, pertanto come fa ad insegnarvi qualcosa? Il Guru è invece saccente.

«Se mi aveste dato retta e ricordaste che sono tanti anni che vi spingo a prendere coscienza sapreste che c'è un solo bene la conoscenza e un solo male la presunzione di sapere.»
  • Il Guru non crede nella maieutica:
Il Guru ignora, l'arte della maieutica, letteralmente l'arte di far nascere una vita come una levatrice. L'insegnante a differenza del Guru mira a far nascere nell'allievo un pensiero originale e anche critico nei confronti delle metodologie del maestro. L'arte della maieutica nasce col dialogo e con l'intenzione da parte del maestro di far crescere l'allievo interrogandolo sulla natura delle cose.

Intenzione che manca al Guru, perché non ha tempo da dedicarvi, è troppo impegnato e non potrà ascoltarvi, per questo si dedica più che altro a intervistare gli altri, con domande scritte dal suo team. Il Guru non vi interrogherà mai cercando da voi una risposta, ma vi manifesterà il suo pensiero o quello di qualche altro esperto. Quindi non progredirete, rimarrete pertanto attaccati a lui.
  • Il Guru non crede nel dialogo:
Il Guru fa spesso e volentieri un monologo, non dialoga, permettendo all'interlocutore di obiettare o di intervenire rispettandone l'opinione. Il Guru parla come un fiume in piena non fermandosi mai. Non vi chiederà mai cosa avete appreso, non vi farà mai fare il passo successivo.



5    Conclusione



Che vi rimane quindi da fare? Ora che avete la capacità di riconoscere un "falso" maestro, non vi rimane altro che studiare da quelli che sono rimasti, i classici, quelli noiosi, che non cercano di condensare un lavoro che richiede anni in una "pillola" di pochi minuti.

Sforzatevi nel sviluppare da voi un pensiero critico, non prendendo sempre per buono quello che vi verrà calato dall'alto. Io stesso, certe volte, dopo aver finito di leggere un libro lo confronto con quanto avevo appreso prima e lo soppeso, cercando di capire quanto mi sarà utile in futuro.

Un altro consiglio che posso darvi è confrontatevi, dialogate, dibattete. L'illusione che si possa banalmente apprendere in maniera nozionistica è appunto una favola. Si apprende di più con un dialogo e un confronto informato che con un semplice ascolto o lettura passiva.

«O ingegnosissimo Theuth, c'è chi è capace di creare le arti e chi è invece capace di giudicare quale danno o quale vantaggio ne ricaveranno coloro che le adopereranno. Ora tu, essendo padre della scrittura, per affetto hai detto proprio il contrario di quello che essa vale. Infatti, la scoperta della scrittura avrà per effetto di produrre la dimenticanza nelle anime di coloro che la impareranno, perché fidandosi della scrittura si abitueranno a ricordare dal di fuori mediante segni estranei, e non dal di dentro e da se medesimi: dunque, tu hai trovato non il farmaco della memoria, del richiamare alla memoria. Della sapienza, poi, tu procuri ai tuoi discepoli l'apparenza e non la verità: infatti essi, divenendo per mezzo tuo uditori di molte cose senza insegnamento, crederanno di essere conoscitori di molte cose, mentre come accade per lo più, in realtà, non le sapranno; e sarà ben difficile discorrere con essi, perché sono diventati portatori di opinioni invece che sapienti.»

Platone, Fedro - Il Mito di Theuth
 

Thomas Shelby

Utente Gold
28 Giugno 2020
1,168
483
345
Ultima modifica da un moderatore:

Introduzione​

Per la serie, discussioni filosofiche e riflessioni professionali, ho deciso di scrivere questo post per discutere con voi della figura digitale del "Guru". Ben diversa dalla figura spirituale, seppur molto simile negli atteggiamenti. Una definizione che ormai i media, dai più grandi ai più piccoli "appiccicano" addosso a determinate figure del mondo digitale, che incarnerebbero secondo al giornalista, all'autore e alla testata giornalistica che lo pubblica, l'idea di "massimo esperto" di un determinato argomento.

Ma il Guru è semplicemente un esperto? no, non solo. E' anche un grande venditore, spesso e volentieri.

Ci sono poi quelli che si atteggiano da "Guru" ma non vogliono essere etichettati come tali ad ogni costo, a causa probabilmente del fatto che questo titolo ha ben poco di "onorifico" come andremo a spiegare più avanti. Ma andiamo con ordine.

L'anatomia del Guru​

Della serie, come è fatto un Guru, come lo riconosco?

Il Guru è un "marchio" vivente. Quasi come il Gabibbo per Striscia La Notizia, il guru è facilmente riconoscibile sempre in ogni occasione pubblica:
  • Ha un suo modo di parlare, codificato, studiato, misurato.
  • Ha un suo modo di vestire, che sia pop o che sia ricercato.
  • Ha un suo modo di agire dal più calmo al più esaltato (ma sempre pianificato).
Il Guru, sembra conoscere praticamente tutto dell'argomento di cui vuole parlare, o se non lo conosce bene semplifica, così da sembrare molto più preparato, anche una cosa banale può diventare una lunga dissertazione con la giusta dialettica.

Il Guru, è sempre sul pezzo, sembra passi tutto il giorno a studiare e imparare, sembra faccia solo quello tutto il giorno, impossibile dire come campi il Guru, ma questo non importa.

Il Guru, è sempre solo. Un one man show, una one man band, non c'è team o se c'è non si vede mai. Il Guru fa sembrare individuale lo sforzo di anche decine di persone.

Il Guru è sempre creativo, rivoluzionario, un genio. Indipendentemente da quello che faccia o dica.

Penso di aver delineato bene alcune caratteristiche dei "Guru" moderni e digitali, di questo mondo in cui è facile raccogliere una vasta platea di persone, profilarle e creare un prodotto dedicato a loro, ma questo non basta, c'è infatti bisogno che qualcuno lo venda.

Perché nasce un Guru​

Ecco perché nasce un Guru, per vendere. Vendere cosa? Io guardo solo i suoi video! Direte voi.

Ma guardatevi intorno, leggete tra le righe, il Guru avrà lentamente costruito e lanciato vari prodotti e voi nemmeno ve ne sarete accorti e siete sicuramente andati a provarne o leggerne qualcuno.

Il Guru, vende tante cose, ma principalmente:
  • Libri, ti spiego il segreto dietro al mio progetto.
  • Corsi, ti insegno a diventare come me.
  • Accesso ad Eventi Digitali, ti introduco nel mio ambiente e nel circolo "delle persone giuste".
  • Informazioni, ti dico io dove informarti e te lo faccio fare efficacemente, facendoti risparmiare tempo e denaro.
Su questi prodotti, il Guru costruisce società, si anche se non si vedono, sono scritte in piccolo in basso nel footer del sito che stai visitando per comprare il suo prossimo libro. Con Team di decine di persone che alimentano e ampliano la "macchina" del Guru. Tecnicamente si chiama semplicemente: Personal Branding.

Il Guru porta il "Personal Branding" ad un livello religioso, che penetra nella mente del fedele / consumatore obnubilato che deve semplicemente strisciare una carta e stare lì a sorbirsi discorsi che probabilmente non gli cambieranno la vita.

Ma come io imparo! Direte voi. Perché non mi cambia nulla?

Una nozione strutturata da un "Guru" o dal suo team, proprio per il pubblico di riferimento che ha cioè più ampio possibile, è paragonabile all'ABC scolastico e all'uso della somma e della sottrazione algebrica di un dato argomento. Imparare realmente quelle nozioni, farle proprie, strutturare un pensiero critico e la capacità di costruire qualcosa di nuovo richiederebbe uno studio molto più approfondito della materia.

L'illusione della formazione e della condivisione di informazione, in un mondo dove l'accesso all'informazione "di base" non ha nessun costo o lo ha molto basso è la più grande forma di circonvenzione, che commette il "Guru".

Perché cercare un Guru è filosoficamente errato​

Ma insomma se ne nascono così tanti un motivo ci sarà, tutti ne cercano uno disperatamente, lo anelano, ma perché è filosoficamente errato cercarne uno?

In questo ci viene in aiuto la dottrina di Socrate. Nonostante sia vissuto tra il 470 a.C e il 399 a.C ad Atene, il buon vecchio Socrate maestro di Aristotele e Platone esprime dei concetti che possono venirci in aiuto.
  • Il Guru non sa di non sapere:
Il Guru sa sempre tutto e quindi non è mosso dal genuino desiderio di conoscere, pertanto come fa ad insegnarvi qualcosa? Il Guru è invece saccente.

«Se mi aveste dato retta e ricordaste che sono tanti anni che vi spingo a prendere coscienza sapreste che c'è un solo bene la conoscenza e un solo male la presunzione di sapere.»
  • Il Guru non crede nella maieutica:
Il Guru ignora, l'arte della maieutica, letteralmente l'arte di far nascere una vita come una levatrice. L'insegnante a differenza del Guru mira a far nascere nell'allievo un pensiero originale e anche critico nei confronti delle metodologie del maestro. L'arte della maieutica nasce col dialogo e con l'intenzione da parte del maestro di far crescere l'allievo interrogandolo sulla natura delle cose.

Intenzione che manca al Guru, perché non ha tempo da dedicarvi, è troppo impegnato e non potrà ascoltarvi, per questo si dedica più che altro a intervistare gli altri, con domande scritte dal suo team. Il Guru non vi interrogherà mai cercando da voi una risposta, ma vi manifesterà il suo pensiero o quello di qualche altro esperto. Quindi non progredirete, rimarrete pertanto attaccati a lui.
  • Il Guru non crede nel dialogo:
Il Guru fa spesso e volentieri un monologo, non dialoga, permettendo all'interlocutore di obiettare o di intervenire rispettandone l'opinione. Il Guru parla come un fiume in piena non fermandosi mai. Non vi chiederà mai cosa avete appreso, non vi farà mai fare il passo successivo.

Conclusione​

Che vi rimane quindi da fare? Ora che avete la capacità di riconoscere un "falso" maestro, non vi rimane altro che studiare da quelli che sono rimasti, i classici, quelli noiosi, che non cercano di condensare un lavoro che richiede anni in una "pillola" di pochi minuti.

Sforzatevi nel sviluppare da voi un pensiero critico, non prendendo sempre per buono quello che vi verrà calato dall'alto. Io stesso certe volte dopo aver finito di leggere un libro lo confronto con quanto avevo appreso prima e lo soppeso, cercando di capire quanto mi sarà utile in futuro.

Un altro consiglio che posso darvi è confrontatevi, dialogate, dibattete. L'illusione che si possa banalmente apprendere in maniera nozionistica è appunto una favola. Si apprende di più con un dialogo e un confronto informato che con un semplice ascolto o lettura passiva.

«O ingegnosissimo Theuth, c'è chi è capace di creare le arti e chi è invece capace di giudicare quale danno o quale vantaggio ne ricaveranno coloro che le adopereranno. Ora tu, essendo padre della scrittura, per affetto hai detto proprio il contrario di quello che essa vale. Infatti, la scoperta della scrittura avrà per effetto di produrre la dimenticanza nelle anime di coloro che la impareranno, perché fidandosi della scrittura si abitueranno a ricordare dal di fuori mediante segni estranei, e non dal di dentro e da se medesimi: dunque, tu hai trovato non il farmaco della memoria, del richiamare alla memoria. Della sapienza, poi, tu procuri ai tuoi discepoli l'apparenza e non la verità: infatti essi, divenendo per mezzo tuo uditori di molte cose senza insegnamento, crederanno di essere conoscitori di molte cose, mentre come accade per lo più, in realtà, non le sapranno; e sarà ben difficile discorrere con essi, perché sono diventati portatori di opinioni invece che sapienti.»

Platone, Fedro - Il Mito di Theuth

Simpatica discussione. Condivido pienamente il tuo invito al confronto ed al dialogo, è davvero importante per crescere come persona ma anche professionalmente e capirci qualcosa in più in questo mondo, soprattutto se intendiamo il web!
 

Max Fridman

Chief Executive Officer
Amministratore
8 Agosto 2010
8,434
5,506
1,222
Simpatica discussione. Condivido pienamente il tuo invito al confronto ed al dialogo, è davvero importante per crescere come persona ma anche professionalmente e capirci qualcosa in più in questo mondo, soprattutto se intendiamo il web!

Il "Web" ormai è talmente vasto come argomento che potremmo dissertarne per anni. Io ho preso un punto e ho cercato di costruirci sopra una riflessione sensata, spero che sia utile a qualcuno ovviamente.
 
Supporta Inforge con un acquisto su NordVPN
Supporta Inforge con una donazione

Thomas Shelby

Utente Gold
28 Giugno 2020
1,168
483
345
Ultima modifica da un moderatore:
Il "Web" ormai è talmente vasto come argomento che potremmo dissertarne per anni. Io ho preso un punto e ho cercato di costruirci sopra una riflessione sensata, spero che sia utile a qualcuno ovviamente.

Beh si è un po una generalizzazione la mia ma comunque credo tu abbia compreso cosa intendessi ;)
 

Valley

Super Moderatore
Super Moderatore
10 Aprile 2011
12,734
3,126
1,339
Grazie ad internet se ne vedono sempre di più, nella finanza personale è pieno. Tutti dei maestri, tutti dei geni. Davvero bella discussione!
Devo spezzare però una lancia in loro favore, a volte qualche informazione utile da loro la tiri fuori.
 
  • Mi piace
Reactions: Thomas Shelby

Thomas Shelby

Utente Gold
28 Giugno 2020
1,168
483
345
Grazie ad internet se ne vedono sempre di più, nella finanza personale è pieno. Tutti dei maestri, tutti dei geni. Davvero bella discussione!
Devo spezzare però una lancia in loro favore, a volte qualche informazione utile da loro la tiri fuori.
Concordo. Non sempre sono “fumo negli occhi”, talvolta c’è qualcuno che che da discreti spunti di riflessione o informazioni utili!
 
Supporta Inforge con un acquisto su NordVPN
Supporta Inforge con una donazione

RedStar

Utente Emerald
14 Dicembre 2008
974
435
355
Quanti guru mi appaiono nelle pubblicità di YouTube, tutti pronti ad insegnarti la formula della ricchezza..
Penso che comunque sbattendoci la testa la prima volta, uno capisce..
Youtube dovrebbe tutelare i propri iscritti da queste persone.
 

Valley

Super Moderatore
Super Moderatore
10 Aprile 2011
12,734
3,126
1,339
Quanti guru mi appaiono nelle pubblicità di YouTube, tutti pronti ad insegnarti la formula della ricchezza..
Penso che comunque sbattendoci la testa la prima volta, uno capisce..
Youtube dovrebbe tutelare i propri iscritti da queste persone.
Il punto è che di fatto loro non stanno truffando, sono solo dei bravi venditori. Se Facebook può immagazzinare milioni di dati per riuscire a trovare il prodotto migliore e fartelo comprare, perché dovresti impedire loro?
 

RedStar

Utente Emerald
14 Dicembre 2008
974
435
355
Ultima modifica:
Il punto è che di fatto loro non stanno truffando, sono solo dei bravi venditori. Se Facebook può immagazzinare milioni di dati per riuscire a trovare il prodotto migliore e fartelo comprare, perché dovresti impedire loro?
Anche questo è vero, le piattaforme dovrebbero solo informare meglio i propri iscritti, sui possibili rischi.
Ad esempio mio padre vide la pubblicità di uno di questi fantomatici guru e mi fece un po’ di domande al riguardo.
Magari per noi che siamo persone più tech possiamo anche capirlo subito che non è tutto oro ciò che dicono, ma una persona un po’ avanti con l’età potrebbe credere a tutto ciò..
 
Supporta Inforge con una donazione
Supporta Inforge con un acquisto su NordVPN

Whos Magic

Utente Gold
31 Ottobre 2011
1,297
254
315
Quanti guru mi appaiono nelle pubblicità di YouTube, tutti pronti ad insegnarti la formula della ricchezza..
Penso che comunque sbattendoci la testa la prima volta, uno capisce..
Youtube dovrebbe tutelare i propri iscritti da queste persone.
Questi truffatori(perché questo sono) fanno leva sulla stupidità delle persone, persone che non ragionano, non comprendono e non sono capaci di ragionare che sono attirate da guadagni facili e veloci.

Partiamo dal presupposto principale.
Se ho la "formula della ricchezza" per quale motivo dovrei perdere tempo a condividerla con il resto del mondo??? Per fare beneficenza???

Secondo presupposto.
Quanti realmente sono diventati ricchi con questi corsi spazzatura?? NESSUNO, si esatto NESSUNO, questi "guru" condividono screen dove si vedono persone che scrivono ho fatto tot. (Cifra spropositata) Euro in soli 2 mesi grazie a te e al tuo corso, come se sta roba fosse una prova per dimostrare qualcosa, ci metto esattamente 5 minuti a ricreare una conversazione simile e spacciarla come recensione positiva e conferma che con i miei corsi tutti diventano ricchi, PERCHÉ QUESTI SIGNORI NON MOSTRANO IL CONTO IN BANCA INVECE???

Terzo Presupposto.
Lifestyle fasullo, si perché al giorno d'oggi per abbindolare i vari polli basta mostrare qualche foto a Dubai e una Lamborghini.
Peccato che poi sti guru al polso hanno il Casio da 15€, sono vestiti da bershka, le macchine scopri che le affittano e infine scopri che non vivono a Dubai ma nel sottoscala di un palazzo di periferia a Milano.



Quarto presupposto.
Tutte le informazioni che danno questi truffatori alle modiche cifre di 400,500,600,700€ e cosi via, le puoi reperire su internet gratis o su un qualsiasi libro da 12€ che tratta il rispettivo argomento.

YouTube se ne sbatte perché questi truffatori alla fine pagano per le Ads.
 
  • Love
Reactions: RedStar

RedStar

Utente Emerald
14 Dicembre 2008
974
435
355
Questi truffatori(perché questo sono) fanno leva sulla stupidità delle persone, persone che non ragionano, non comprendono e non sono capaci di ragionare che sono attirate da guadagni facili e veloci.

Partiamo dal presupposto principale.
Se ho la "formula della ricchezza" per quale motivo dovrei perdere tempo a condividerla con il resto del mondo??? Per fare beneficenza???

Secondo presupposto.
Quanti realmente sono diventati ricchi con questi corsi spazzatura?? NESSUNO, si esatto NESSUNO, questi "guru" condividono screen dove si vedono persone che scrivono ho fatto tot. (Cifra spropositata) Euro in soli 2 mesi grazie a te e al tuo corso, come se sta roba fosse una prova per dimostrare qualcosa, ci metto esattamente 5 minuti a ricreare una conversazione simile e spacciarla come recensione positiva e conferma che con i miei corsi tutti diventano ricchi, PERCHÉ QUESTI SIGNORI NON MOSTRANO IL CONTO IN BANCA INVECE???

Terzo Presupposto.
Lifestyle fasullo, si perché al giorno d'oggi per abbindolare i vari polli basta mostrare qualche foto a Dubai e una Lamborghini.
Peccato che poi sti guru al polso hanno il Casio da 15€, sono vestiti da bershka, le macchine scopri che le affittano e infine scopri che non vivono a Dubai ma nel sottoscala di un palazzo di periferia a Milano.



Quarto presupposto.
Tutte le informazioni che danno questi truffatori alle modiche cifre di 400,500,600,700€ e cosi via, le puoi reperire su internet gratis o su un qualsiasi libro da 12€ che tratta il rispettivo argomento.

YouTube se ne sbatte perché questi truffatori alla fine pagano per le Ads.
Completamente d’accordo.
 

KingNavas

Moderatore
11 Aprile 2017
739
369
254
Ultima modifica da un moderatore:
Questi truffatori(perché questo sono) fanno leva sulla stupidità delle persone, persone che non ragionano, non comprendono e non sono capaci di ragionare che sono attirate da guadagni facili e veloci.

Partiamo dal presupposto principale.
Se ho la "formula della ricchezza" per quale motivo dovrei perdere tempo a condividerla con il resto del mondo??? Per fare beneficenza???

Secondo presupposto.
Quanti realmente sono diventati ricchi con questi corsi spazzatura?? NESSUNO, si esatto NESSUNO, questi "guru" condividono screen dove si vedono persone che scrivono ho fatto tot. (Cifra spropositata) Euro in soli 2 mesi grazie a te e al tuo corso, come se sta roba fosse una prova per dimostrare qualcosa, ci metto esattamente 5 minuti a ricreare una conversazione simile e spacciarla come recensione positiva e conferma che con i miei corsi tutti diventano ricchi, PERCHÉ QUESTI SIGNORI NON MOSTRANO IL CONTO IN BANCA INVECE???

Terzo Presupposto.
Lifestyle fasullo, si perché al giorno d'oggi per abbindolare i vari polli basta mostrare qualche foto a Dubai e una Lamborghini.
Peccato che poi sti guru al polso hanno il Casio da 15€, sono vestiti da bershka, le macchine scopri che le affittano e infine scopri che non vivono a Dubai ma nel sottoscala di un palazzo di periferia a Milano.



Quarto presupposto.
Tutte le informazioni che danno questi truffatori alle modiche cifre di 400,500,600,700€ e cosi via, le puoi reperire su internet gratis o su un qualsiasi libro da 12€ che tratta il rispettivo argomento.

YouTube se ne sbatte perché questi truffatori alla fine pagano per le Ads.
Oppure potreste andare a leggere la guida sul'affiliate marketing GRATIS in esclusiva su Inforge.

Il motivo principale per cui ho iniziato a scrivere questa guida è proprio per dare una risorsa, comprensiva ma super-approfondita, su un'argomento (Affiliate Marketing usando un sito web) che ha moltissime sfaccettature, che questi Guru del c*zzo trattano solo SUPERFICIALMENTE.

Non si può racchiudere qualcosa di così grande in qualche minuto di video e, ovviamente, non devi spendere CENTINAIA di euro per imparare il nulla!

Questo vale per qualsiasi cosa.

Soprattutto per il trading. Il trading è un gioco FINITO, se tu hai strategia vincente, rimane vincente solo se sfruttata da un TOT di persone.

Ricordatevi sempre una cosa, se qualcuno vuole farvi pagare per un METODO ULTRAVELOCE INFALLIBILE significa che ora quel metodo è SATURO.

Un'altra cosa, chi davvero ci guadagna, non si mette a vendere quello che fa perchè toglierebbe tempo alla sua attività principale. Se sta vendendo il suo lavoro, vuol dire che quel lavoro nemmeno lo sta facendo.
 
  • Mi piace
Reactions: Max Fridman
Supporta Inforge con un acquisto su NordVPN
Supporta Inforge con una donazione

Max Fridman

Chief Executive Officer
Amministratore
8 Agosto 2010
8,434
5,506
1,222
mi sono commosso

Addirittura, perché così tanta commozione? :asd:

Un'altra cosa, chi davvero ci guadagna, non si mette a vendere quello che fa perchè toglierebbe tempo alla sua attività principale. Se sta vendendo il suo lavoro, vuol dire che quel lavoro nemmeno lo sta facendo.

Vero anche questo, ma non volevo affrontare la cosa sempre dal solito punto di vista.
 

KingNavas

Moderatore
11 Aprile 2017
739
369
254
Addirittura, perché così tanta commozione? :asd:



Vero anche questo, ma non volevo affrontare la cosa sempre dal solito punto di vista.
Eh lo so Max, ma bisogna dirlo, perchè molte persone pur sapendolo magari, semplicemente, non se ne ricordano.

Purtroppo, sto anche vedendo più GURU-ADS ultimamente anche in Italia.
 
Supporta Inforge con una donazione
Supporta Inforge con un acquisto su NordVPN