Discussione Ufficiale Crypto Trading Seguiamo l'andamento del Bitcoin insieme! - L'ineluttabile ritorno ai 40.000$(?)

Una Discussione Ufficiale punta a raccogliere tutte le informazioni su un argomento o un fatto di attualità, con costanti aggiornamenti da parte del creatore e dei partecipanti.

L'ineluttabile destino di Bitcoin è tornare a 40.000$?


  • Votanti totali
    23
  • Sondaggio chiuso .
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Maswa

Utente Premium+
18 Gennaio 2010
5,384
183
2,324
1,734
Partiamo dall'inizio altrimenti non ci capiamo.

Perché investo? Per guadagnare (e qua spero che siamo tutti d'accordo :\)

Perché compro BTC?
Attualmente nel mondo ci sono varie discussioni sul Bitcoin (diversamente dalle altre crypto).
Diventerà un bene rifugio? Sostituirà l'oro? Verrà resa valuta legale in altri paesi oltre l'El Salvador? Fondi istituzionali si esporranno maggiormente al btc? ecc...
Comprare Bitcoin (che tra l'altro attualmente come ha detto Max è anche market defining) vuole dire scommettere su questi fatti, che non dipendono esclusivamente dalla bontà del progetto.

Perché compro la crypto "X"?
Perché credo che abbia dietro un buon progetto e che quindi aumenti il suo valore nel tempo.
Comprare la crypto X vuol dire scommettere sul suo progetto.

Sono entrambi delle scommesse e non vedo come la seconda possa essere migliore della prima.

Non fate l'errore di credere che la seconda sia migliore in termini di guadagno/rischio della prima, per via di un progetto valido alle spalle.

Se, per esempio, con l'uscita dell'euro e del dollaro digitale crollerà la speculazione fatta oggi sulle attuali crypto, crollerà inevitabilmente anche la loro quotazione, anche di quelle che oggi si presentano come le più innovative e concrete.

Questo per dire che ogni crypto, e quindi anche il progetto che ha alle spalle, vale 0, non produce beni e servizi reali, non produce valore. Anche per questo motivo non me le puoi paragonare ad un'azione di una società.
La sua quotazione sale e scende in base agli umori del mercato, è data esclusivamente dalla speculazione (dipesa tra l'altro da fattori irrazionali) fatta su di essa.
Inoltre in qualche modo il prezzo a cui le compriamo ha già somatizzato tutti i pro e i contro che si conoscono della rispettiva crypto e gli eventuali scenari futuri (come per esempio il fatto, che tu hai accennato, che il btc non sia sostenibile nel lungo periodo).

Ciò significa che se io scegliessi una crypto con le freccette e tu analizzando il progetto che ha dietro avremo le stesse probabilità di beccare quella che performerà meglio delle altre nel mercato. Tanto vale scegliere la market defining.

Per questi motivi se il btc non è la scelta migliore, non lo sono nemmeno le altre crypto. E, per esempio, il fatto che non sia sostenibile nel lungo periodo non è una cosa che mi importa, proprio perché questo fatto è già stato prezzato nella sua quotazione attuale.

Scusate se ho scritto un po' di roba, ho cercato di essere abbastanza chiaro, anche perché magari mi sfugge qualcosa che non ho capito :\

p.s: il messaggio principale che tu hai menzionato non mi è sfuggito, semplicemente sono d'accordo con te
Mai comprato btc in vita mia °L°
 

Helfobruno

Utente Gold
30 Agosto 2012
591
37
100
243
I primi btc che comprai erano per entrare nel primo gruppo di guadagno di @Valley sono passati 4 anni e non mi ricordo nemmeno il nome ahaha.
So solo che vendetti tutto quando il btc salì a 2k di dollari.
Ad oggi avrei avuto 30'000 euro se non di piu.
Il piu grande rimpianto della mia vita, non aver aspettato.
Vedi il lato positivo.. hai pur sempre guadagnato:asd:
 

Maswa

Utente Premium+
18 Gennaio 2010
5,384
183
2,324
1,734
Kadena è super super interessante, ci vorresti fare un contenuto sopra?
Potrei farlo, ora come ora è praticamente ad un quinto del suo ATH, e non è ancora listato da nessuna parte, ma lo staff ha annunciato a fine 2021 che nel Q1 22 hanno già chiuso l'accordo per il listing su un Tier 1 CEX (coinbase o binance ensomma)
 
  • Mi piace
Reazioni: KingNavas

KingNavas

Utente Emerald
11 Aprile 2017
945
30
500
434
Potrei farlo, ora come ora è praticamente ad un quinto del suo ATH, e non è ancora listato da nessuna parte, ma lo staff ha annunciato a fine 2021 che nel Q1 22 hanno già chiuso l'accordo per il listing su un Tier 1 CEX (coinbase o binance ensomma)
Si quella roba loro sul "infinite potential tps" è una roba rivoluzionaria che secondo me è da top 10
 

Valley

Super Moderatore
10 Aprile 2011
9,039
422
4,172
3,030
Si quella roba loro sul "infinite potential tps" è una roba rivoluzionaria che secondo me è da top 10
Come fanno a fare "infinite tps"?

Comunque BTC pronto a scendere ancora?

h1GFJV2p
 

Valley

Super Moderatore
10 Aprile 2011
9,039
422
4,172
3,030
Questo per dire che ogni crypto, e quindi anche il progetto che ha alle spalle, vale 0, non produce beni e servizi reali, non produce valore.

È qui secondo me la grossa differenza tra bitcoin ed alcune altre cripto.
Bitcoin per come lo vedo io non produce beni e non offre servizi (si può considerare tale la speculazione?:rolleyes:), è nato con un idea ed un progetto: diventare una criptovaluta. Non ci è riuscito, ha però raggiunto un altro "obiettivo" diventando l'oggetto digitale "decentralizzato" più simile all'oro (almeno in questo momento). Non è comunque come l'oro secondo me. L'oro posso indossarlo, posso mostrarlo, vantarmene, l'oro di fatto ha un'utilità non solo materiale ma anche sociale. Bitcoin non ha queste caratteristiche secondo me e non so se le avrà mai.

Detto ciò, le altre cripto non sono così: con gli smart contract e gli NFT hanno aperto mille possibilità per creare (principalmente) servizi: giochi, app, siti, progetti vari, ecc. Questo da un valore ad esse.
Il problema delle altre cripto (uno di diversi devo correggermi) è che sono fatte per fare soldi, gli smart contract sono pensati per fare soldi (la maggior parte), gli NFT vengono prodotti per fare soldi.

La sfida di Bitcoin è quella di riuscire ad identificarsi come bene al pari dell'oro, la sfida delle altre cripto è riuscire ad avere progetti seri pensati non unicamente al "voglio guadagnare".
Non sono le uniche sfide ovviamente ma preferisco rimanere in tema.
 

KingNavas

Utente Emerald
11 Aprile 2017
945
30
500
434
È qui secondo me la grossa differenza tra bitcoin ed alcune altre cripto.
Bitcoin per come lo vedo io non produce beni e non offre servizi (si può considerare tale la speculazione?:rolleyes:), è nato con un idea ed un progetto: diventare una criptovaluta. Non ci è riuscito, ha però raggiunto un altro "obiettivo" diventando l'oggetto digitale "decentralizzato" più simile all'oro (almeno in questo momento). Non è comunque come l'oro secondo me. L'oro posso indossarlo, posso mostrarlo, vantarmene, l'oro di fatto ha un'utilità non solo materiale ma anche sociale. Bitcoin non ha queste caratteristiche secondo me e non so se le avrà mai.

Detto ciò, le altre cripto non sono così: con gli smart contract e gli NFT hanno aperto mille possibilità per creare (principalmente) servizi: giochi, app, siti, progetti vari, ecc. Questo da un valore ad esse.
Il problema delle altre cripto (uno di diversi devo correggermi) è che sono fatte per fare soldi, gli smart contract sono pensati per fare soldi (la maggior parte), gli NFT vengono prodotti per fare soldi.

La sfida di Bitcoin è quella di riuscire ad identificarsi come bene al pari dell'oro, la sfida delle altre cripto è riuscire ad avere progetti seri pensati non unicamente al "voglio guadagnare".
Non sono le uniche sfide ovviamente ma preferisco rimanere in tema.
Allora, Kadena se non sbaglio ogni nodo nella rete contribuisce in un modo particolare alla loro blockchain, quindi se il numero di nodi aumenta aumentano i tps potenziali massimi. Però non sono sicuro al 100% che funzioni così però penso ci vada vicino.

Comunque si, adesso è palese che ci sia quasi solo speculazione e c'è anche un concetto di cui parlerò in un nuovo contenuto del: valore artificiale.

Cioè, anche se il prodotto/servizio o la promessa principale non è stata mantenuta, alle persone basta la promessa come parametro per dire: Ok ci investo.

Come se "l'hype" fosse esso stesso il valore aggiunto dell'azienda.

Sta succedendo palesemente nel cripto gaming dove giochi che non hanno nulla di innovativo se non gli NFT (che non sarebbero serviti in primis), che alla fine non è che un gioco diventa figo per gli NFT, no un gioco dovrebbe diventare ancora più figo se ci aggiungi gli NFT.
 

fisica-all

Utente Jade
13 Aprile 2014
1,427
162
331
914
È qui secondo me la grossa differenza tra bitcoin ed alcune altre cripto.
Bitcoin per come lo vedo io non produce beni e non offre servizi (si può considerare tale la speculazione?:rolleyes:), è nato con un idea ed un progetto: diventare una criptovaluta. Non ci è riuscito, ha però raggiunto un altro "obiettivo" diventando l'oggetto digitale "decentralizzato" più simile all'oro (almeno in questo momento). Non è comunque come l'oro secondo me. L'oro posso indossarlo, posso mostrarlo, vantarmene, l'oro di fatto ha un'utilità non solo materiale ma anche sociale. Bitcoin non ha queste caratteristiche secondo me e non so se le avrà mai.

Detto ciò, le altre cripto non sono così: con gli smart contract e gli NFT hanno aperto mille possibilità per creare (principalmente) servizi: giochi, app, siti, progetti vari, ecc. Questo da un valore ad esse.
Il problema delle altre cripto (uno di diversi devo correggermi) è che sono fatte per fare soldi, gli smart contract sono pensati per fare soldi (la maggior parte), gli NFT vengono prodotti per fare soldi.

La sfida di Bitcoin è quella di riuscire ad identificarsi come bene al pari dell'oro, la sfida delle altre cripto è riuscire ad avere progetti seri pensati non unicamente al "voglio guadagnare".
Non sono le uniche sfide ovviamente ma preferisco rimanere in tema.
GRAZIE. Qualcuno ha capito cosa intendevo allora
 

Gemini_

Utente Gold
30 Agosto 2013
402
29
206
289
Detto ciò, le altre cripto non sono così: con gli smart contract e gli NFT hanno aperto mille possibilità per creare (principalmente) servizi: giochi, app, siti, progetti vari, ecc. Questo da un valore ad esse.

Ipotizziamo che io compro azioni della società X. Società X produce bene e servizi che vengono scambiati per euro. Società X guadagna 100 all'anno, ed io in quanto azionista, possiedo in un certo senso parte di quel guadagno. 100 è un valore oggettivo e concreto. La quotazione delle azioni sul mercato può salire o scendere ma io possederei comunque parte di quel guadagno. A grandi linee questo da un valore oggettivo e razionale alle azioni della società.

Ciò che tu hai elencato invece non da valore a una crypto. A dare valore sono le aspettative future che le persone hanno su ciò che hai elencato. Le aspettative sono personali, soggettive e soggette a forti speculazioni. Ció influenza in modo irrazionale la quotazione della crypto nel mercato.
Oltre a questo attualmente nulla da valore alle crypto.
Le crypto non creano beni o servizi da scambiare in moneta, al più sono un mezzo che permettono al soggetto X di offrire un servizio, ma non lo creano. E, per esempio come il dollaro americano, non sono nemmeno supportate da un governo.
Se compri una crypto e per esempio le speculazioni diminuiscono per via di un calo di hype, la quotazione nel mercato cala a prescindere dal progetto che c'è dietro, ed in mano non ti rimane niente se non tante belle promesse.
 
  • Mi piace
Reazioni: Valley

Valley

Super Moderatore
10 Aprile 2011
9,039
422
4,172
3,030
Ipotizziamo che io compro azioni della società X. Società X produce bene e servizi che vengono scambiati per euro. Società X guadagna 100 all'anno, ed io in quanto azionista, possiedo in un certo senso parte di quel guadagno. 100 è un valore oggettivo e concreto. La quotazione delle azioni sul mercato può salire o scendere ma io possederei comunque parte di quel guadagno. A grandi linee questo da un valore oggettivo e razionale alle azioni della società.

Ciò che tu hai elencato invece non da valore a una crypto. A dare valore sono le aspettative future che le persone hanno su ciò che hai elencato. Le aspettative sono personali, soggettive e soggette a forti speculazioni. Ció influenza in modo irrazionale la quotazione della crypto nel mercato.
Oltre a questo attualmente nulla da valore alle crypto.
Le crypto non creano beni o servizi da scambiare in moneta, al più sono un mezzo che permettono al soggetto X di offrire un servizio, ma non lo creano. E, per esempio come il dollaro americano, non sono nemmeno supportate da un governo.
Se compri una crypto e per esempio le speculazioni diminuiscono per via di un calo di hype, la quotazione nel mercato cala a prescindere dal progetto che c'è dietro, ed in mano non ti rimane niente se non tante belle promesse.
Capisco e condivido per una buona fetta di cripto. @fisica-all sa bene quanto sia difficile per me trovare una cripto interessante.

Comunque secondo me stiamo mischiando troppi discorsi e si sta facendo casino. Non ho capito cosa centra il discorso delle azioni (che reputo diverse da una cripto), non stavamo discutendo su: è il bitcoin il progetto più valito rispetto le altre cripto?
 
  • Mi piace
Reazioni: Gemini_

Gemini_

Utente Gold
30 Agosto 2013
402
29
206
289
Ultima modifica:
Comunque secondo me stiamo mischiando troppi discorsi e si sta facendo casino. Non ho capito cosa centra il discorso delle azioni (che reputo diverse da una cripto)
Il discorso sulle azioni l'ho portato per far capire perché per me le crypto non hanno valore e cosa dia valore ad un qualcosa scambiato nel mercato.
Ammetto che forse non ho collegato in modo chiaro i due discorsi :\

non stavamo discutendo su: è il bitcoin il progetto più valito rispetto le altre cripto?
Più che altro sul: conviene comprare btc o altre crypto?
Non necessariamente conviene comprare btc al posto di altre crypto più valide, ma allo stesso tempo non necessariamente conviene comprare altre crypto al posto dei btc.

O perlomeno io ho approcciato questo discorso da questo punto di vista :\
 
  • Mi piace
Reazioni: Valley

fisica-all

Utente Jade
13 Aprile 2014
1,427
162
331
914
Le crypto non creano beni o servizi da scambiare in moneta, al più sono un mezzo che permettono al soggetto X di offrire un servizio, ma non lo creano.
Ti invito a cercare e studiare lo staking di una crypto
Il PoS ed i meccanismi di consenso

Inoltre, se tu leggessi le discussioni di cui parlavo tanti messaggi fa, sapresti che stai sfondando una porta semi aperta con me e @Valley riguardando la spendibilita' delle crypto, ma esiste il web3.0 (cosa che ti invito ad andare a studiare a grandi linee)

In piu' e' un mercato in espansione

Inoltre ora non voglio dare false informazioni sull'usdt, non ricordo da chi sia regolamentato, ma e' una stable coin, con rapporto 1:1 con il dollaro, quindi gia' ti fa capire che si vuole puntare su questa tecnlogia
 
  • Mi piace
Reazioni: Valley

Polasky

Utente Bronze
19 Dicembre 2021
58
6
19
27
Pensiero personale.

Le crypto hanno SEMPRE attraversato momenti di crisi, prendete qualsiasi coin, pensate al 2019 per fare un esempio.
Il crollo non ha riguardato solo le crypto, ma tutti i mercati in generale e anche stavolta è lo stesso.

Il punto fondamentale, che dovrebbe farci pensare, è come le crypto stiano attraversando un'espansione, a livello di utenti e progetti, SEMPRE crescente.
Motivo per cui, nonostante l'inevitabile ciclicità dei mercati, per me Bitcoin e tante altre, sono destinate a salire di prezzo negli anni.
 

KingNavas

Utente Emerald
11 Aprile 2017
945
30
500
434
Penso che per qualcuno che "vive" questa tecnologia, la usa, la sfrutta e la studia abitualmente, è lampante quanto il numero di utenti e di EDUCAZIONE sia aumentato. Io ricordo nel 2017 le domande erano: come trasferisco Ethereum dall'exchange? Posso comprare con la carta? Domande comunque semplici.

Adesso invece, vedo che anche chi è nuovo fa domande BASE di livello più alto: come faccio il bridge da Ethereum a Polygon Network? qual è il modo migliore per trasferire le mie crypto da X a Y pagano meno possibile?

Questo però è solo un esempio.

Nel criptogaming diventa ancora più evidente quanto stia crescendo questo spazio:

Thetan Arena ha più di 20 Milioni di download e l'app ha debuttato prima della fine del 2021. 20 milioni di persone che stanno giocando a un crypto game.

Ovviamente è un esempio "sbagliato" da fare, però è un ottimo segnale da considerare in termini di: quanto è migliorata l'accessibilità a questa tecnologia?

Tantissimo, ma comunque, per tirare fuori le mie cripto da Thetan Arena devo affrontare tutti quegli step per: creare un wallet, exchange etc etc

Adesso non c'è proprio dubbio, questa tecnologia è qua per restare. Però, chi saranno i nuovi Amazon, Google, Ebay etc. del mondo crypto?

Se non ricominciamo a battere verso i 50k nel medio periodo penso che ci saranno un sacco di saldi :)
 
  • Mi piace
Reazioni: Zeus4 e Polasky

Dr Heisenberg

Utente Emerald
30 Gennaio 2020
1,176
59
393
517
Pensiero personale.

Le crypto hanno SEMPRE attraversato momenti di crisi, prendete qualsiasi coin, pensate al 2019 per fare un esempio.
Il crollo non ha riguardato solo le crypto, ma tutti i mercati in generale e anche stavolta è lo stesso.

Il punto fondamentale, che dovrebbe farci pensare, è come le crypto stiano attraversando un'espansione, a livello di utenti e progetti, SEMPRE crescente.
Motivo per cui, nonostante l'inevitabile ciclicità dei mercati, per me Bitcoin e tante altre, sono destinate a salire di prezzo negli anni.

Complimenti, tu sei uno degli utenti nuovi che più mi piace, è bello vedere persone arrivare a fare certi ragionamenti.
 
  • Grazie
Reazioni: Polasky

Maswa

Utente Premium+
18 Gennaio 2010
5,384
183
2,324
1,734
Ieri ho visto un grafico interessante, che dimostrava che i crypto user ad oggi sono la stessa quantità degli internet user del 1998.

I grafici sono stati sovrapposti perché mostravano un interessante similitudine a livello di crescita.

Se i crypto users crescessero davvero nel tempo come hanno gli internet users, tra qualche anno la crescita diventerà esponenziale e chi sarà dentro da tempo non potrà che goderne dei benefici.
 
  • Mi piace
Reazioni: Zeus4 e KingNavas

KingNavas

Utente Emerald
11 Aprile 2017
945
30
500
434
Ieri ho visto un grafico interessante, che dimostrava che i crypto user ad oggi sono la stessa quantità degli internet user del 1998.

I grafici sono stati sovrapposti perché mostravano un interessante similitudine a livello di crescita.

Se i crypto users crescessero davvero nel tempo come hanno gli internet users, tra qualche anno la crescita diventerà esponenziale e chi sarà dentro da tempo non potrà che goderne dei benefici.
Rega, come internet ha cambiato il mondo nel 2000, anche la blockchain lo farà. Ci sono tantissime nuove "economie", ma la parte più eccitante di tutte è sicuramente il fatto che le community avranno MOLTO più potere.

I creator soprattutto, adesso sono VINCOLATI da una piattaforma: Instagram, Youtube, Facebook etc. etc.

Se il creator viene bannato domani, perde tutta la sua community, che poi alla fine è lui ad aver creato la SUA community non Insta, FB o twitter.

Ed è giusto che un creator (oggi è grazie agli NFT) possa avere un contatto diretto con la sua community, e quest'ultima è giusto che (oggi è sempre grazie agli NFT) possa in qualche modo interagire direttamente con il creator e avere anche una parte del suo SUCCESSO (royalties NFT).

Se poi con un occhio da falco, analizzate lo sviluppo della tecnologia dagli inizi di internet a oggi potete tranquillamente capire che:

Ad ogni innovazione tecnologia, l'utente e la sua community ha sempre più potere e se oggi siamo nella "Creator Economy", un giorno ci sarà la "Community Economy". Dove è difatto la comunità il vero valore del progetto. Ma ci vorrà molto per arrivarci e penso che le DAO saranno molto rilevanti in futuro.
 
  • Mi piace
Reazioni: Zeus4
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.